La parte degli idolatri sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo [Audio Streaming]

È on line il file audio della predicazione evangelistica di Giacinto Butindaro dal titolo “La parte degli idolatri sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo” trasmessa in diretta ieri sera. Il file è un MP3 e pesa circa 19 MB (128 Kbps), 4 MB (24 Kbps). L’audio dura circa 21 minuti. L’archivio delle registrazioni è alla seguente pagina. Qui sotto lo puoi ascoltare in audio streaming.

Trascrizione audio:
Cattolici Romani questo è un messaggio per voi espressamente per voi massima attenzione dunque perché questo è il messaggio della salvezza che è in Cristo Gesù voi direte perché noi abbiamo bisogno di essere salvati certo avete bisogno di essere salvati perché siete perduti morti nei vostri peccati e nelle vostre trasgressioni la Bibbia che è la parola di Dio dice quanto segue nel capitolo ventuno dell’Apocalisse dice così la parola di Dio al capitolo ventuno al dal versetto sette “Chi vince erediterà queste cose; e io gli sarò Dio, ed egli mi sarà figliuolo; ma quanto ai codardi, agl’increduli, agli abominevoli, agli omicidi, ai fornicatori, agli stregoni, agl’idolatri e a tutti i bugiardi, la loro parte sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo, che è la morte secondo seconda.” dunque tra coloro la cui parte sarà nello stagno ardente di fuoco e di zolfo che è il fuoco eterno così è anche chiamato questo luogo ci sono anche gli idolatri sì ci sono anche gli idolatri e chi sono gli idolatri sono coloro che trasgrediscono questo comandamento di Dio che è scritto nel libro dell’Esodo al capitolo venti potete verificarlo voi Cattolici Romani questo magari pensate che io mi stia inventando quello che sto per leggere dato che non ne avete mai sentito parlare in quanto il vostro catechismo è privo di questo comandamento già è privo di questo comandamento ma non la vostra Bibbia il vostro catechismo il secondo comandamento non lo contiene non lo contiene appunto perché i vostri preti i vostri diciamo le vostre cosiddette guide hanno stravolto i dieci comandamenti e hanno fatto sparire il secondo comandamento che dice così “Non ti fare scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù ne’ cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra; non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servire loro, perché io, l’Eterno, l’Iddio tuo, sono un Dio geloso che punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano, e uso benignità, fino alla millesima generazione, verso quelli che mi amano e osservano i miei comandamenti.” dunque gl’idolatri sono quindi coloro che si fanno sculture immagini di cose che sono nei cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra e coloro che si prostrano davanti a tale cose e servono queste cose dunque voi appunto cadete sotto in questa categoria questa categoria appunto che si chiama la categoria degl’idolatri voi siete degl’idolatri vi hanno fatto credere che non lo siete ma voi lo siete davanti a Dio agli occhi di Dio voi siete degl’idolatri checché ne dicano i vostri teologi checché ne dica il vostro catechismo voi alla luce della Sacra Scrittura siete degl’idolatri perché vi siete fatti delle statue delle immagini che chiamate statue e immagini sacre che rappresentano Maria San Gennaro quello che voi chiamate San Gennaro Sant’Antonio e tanti e tanti e tanti altri appunto che sono nella lista dei vostri santi e li pregate li invocate dunque invocate queste praticamente vi mettete davanti a queste statue davanti a queste immagini e dite le vostre preghiere e li invocate per ottenere questa o quest’altra grazia perché voi considerate tutti costoro degl’intercessori o dei mediatori tra voi e Gesù tra voi e Gesù appunto avete posto tutti questi intercessori o meglio i vostri papi hanno messo tutti questi intercessori che in sostanza aiuterebbero Gesù nell’opera d’intercessione che compie come se Gesù avesse bisogno appunto di un aiuto nell’opera di mediazione che sta compiendo in cielo per i santi dunque voi siete degli idolatri e quelle sculture quelle immagini che avete a casa avete nei vostri luoghi di culto e che molti di voi portano o nel portafoglio o addosso insomma queste sculture e queste immagini sono idoli in abominio a Dio sono peraltro idoli muti hanno bocca ma non parlano hanno orecchie ma non sentono dunque voi nelle vostre preghiere che gli rivolgete vi state rivolgendo a degl’idoli muti a delle vanità a delle cose vane inutili che non vi possono fare alcunché di bene non possono fare assolutamente niente per voi dunque voi siete degl’idolatri e la gloria che dovreste dare a Dio la date agl’idoli ai vostri cari idoli quelli che voi appunto chiamate statue e immagini sacre ma che e a cui ci tenete molto eh tanto che li portate pure in processione eh gli mettete ghirlande addosso gioielli vari e così via gli dedicate anche cibi vari nelle nelle occasioni particolari e quindi voi che cosa siete se non idolatri agli occhi di Dio e qual è la fine degl’idolatri ve l’ho detto la loro parte è nello stagno ardente di fuoco e di zolfo che è un luogo di tormento nel quale in quel giorno quando ci sarà il giudizio dico è quel luogo dove saranno gettati tutti gli empi una volta che saranno risuscitati in risurrezione di giudizio saranno giudicati secondo le loro opere e condannati a spendere la loro eternità anima e corpo in un luogo chiamato appunto stagno ardente di fuoco e di zolfo praticamente è un luogo dove c’è il fuoco e lo zolfo che ardono del continuo e non si spegnerà mai il fuoco e coloro che vi sarà vi saranno gettati saranno tormentati per l’eternità nei secoli dei secoli considerate assieme assieme a chi assieme a Satana il diavolo assieme all’anticristo assieme al falso profeta che ancora devono venire assieme agli angeli ribelli insomma è un luogo spaventosamente brutto è un luogo reale che veramente per l’eternità per l’eternità conterrà tutti costoro tra cui gl’idolatri e tra i cui idolatri ci siete anche voi non ci sono solo quelli che adorano Krishna o Shiva in India o quelli che adorano sempre in India la mucca o quelli che adorano il serpente o gli alberi e così via no ci siete anche voi tra gl’idolatri voi Cattolici Romani piccoli e grandi ci siete anche voi perché appunto anche voi trasgredite questo comandamento dell’Iddio vivente e vero quindi considerate che cosa siete davanti a Dio eh e dove state andando dove state andando allora il messaggio che vi rivolgo è un messaggio di ravvedimento affinché veramente possiate rientrare in voi stessi pentirvi dei vostri peccati pentirvi dei vostri peccati e credere nel Signore Gesù Cristo per ottenere il perdono dei vostri peccati tra i quali peccati c’è anche quello di idolatria e quindi affinché otteniate anche la vita eterna per quello il messaggio che vi rivolgo è questo ravvedetevi e credete nell’Evangelo cioè credete che Gesù Cristo il Figlio di Dio è morto sulla croce per i nostri peccati fu seppellito ma il terzo giorno risuscitò dai morti mediante la gloria del Padre e si fece vedere da molti per diversi giorni con molte prove dopodiché fu assunto in cielo alla destra di Dio Padre dove egli è attualmente e dove sta intercedendo per i suoi santi dunque vi dovete ravvedere quindi questo significa che vi dovete convertire dagl’idoli certo li dovete abbandonare i vostri cari idoli quegli spauracchi dei vostri idoli che portate appunto durante la processione eh e davanti ai quali voi tremate e appunto avete una grande una grande riverenza vi dovete convertire dagl’idoli appunto significa che li dovete abbandonare e quelle statue quelle immagini sacre che avete a casa che sono di vostra proprietà in vostro possesso una volta che vi convertite che vi convertite li dovete distruggere distruggere e li dovete portare eh all’immondezzaio perché è là appunto il luogo dove devono essere portati appunto questi idoli frantumati sappiate peraltro che c’è un giorno che Dio veramente ha riserbato alla sua propria autorità nel quale distruggerà tutti gl’idoli tutte queste statue che voi adorate tutte queste immagini ci penserà poi il Signore a distruggerle ad annientarle perché l’idolatria è un peccato che provoca a gelosia l’Iddio vivente e vero perché Egli è un Dio geloso il suo nome è il Geloso dunque considerate un po’ voi quello che dovete fare agli occhi di Dio eh quindi vi esorto veramente a smettere di pensare che quelle siano statue scultu sculture o immagini sacre no non lo sono sono degl’idoli sono degl’idoli in abominio a Dio e quelli che come voi si prostrano davanti ad essi e li servono sono appunto sulla via che mena in perdizione eterna in perdizione eterna considerate però vedete Iddio nel suo grande amore ha mandato il suo unigenito Figliuolo in questo mondo per salvare il mondo affinché il mondo sia salvato sia salvato ma affinché voi siate salvati eh dovete ravvedervi e credere nel Signore Gesù Cristo altrimenti altrimenti non avrete nessuno scampo non scamperete affatto rimarrete schiavi del peccato i vostri peccati continueranno a rimanere attaccati alla vostra coscienza quantunque voi andiate a confessarli regolarmente o meno regolarmente al vostro parroco vi posso assicurare che secondo quello che dice la Sacra Scrittura quei peccati non vi potranno essere rimessi eh nella maniera più assoluta dal vostro prete perché non ha il potere di rimettere alcun vostro peccato questo potere ce l’ha solo Iddio e lo fa nel momento in cui il peccatore si ravvede dei suoi peccati e crede nel suo Figliuolo Gesù Cristo quindi se voi non vi ravvedete e quei peccati potete andare veramente a confessarli quanto volete dal vostro prete eh potete comprare tutte le indulgenze che volete quei peccati vi saranno ritenuti ritenuti e quando morirete e quando morirete che succederà quando es esu esalerete l’ultimo respiro che cosa sarà della vostra anima che cosa sarà in quel momento della vostra anima eh l’anima vostra sì di voi che avete detto l’Ave Maria eh di voi che avete recitato tutte quelle preghiere che vi hanno insegnato eh ai santi o anche agli angeli che sarà dell’anima vostra l’anima vostra scenderà nel fuoco dell’Ades o soggiorno dei morti dove c’è il pianto e lo stridore dei denti e da là non potrete uscirne nella maniera più assoluta ne uscirete solo quando sarete in quel giorno giudicati sì ma per essere gettati appunto come vi ho detto nello stagno ardente di fuoco e di zolfo dove anima e corpo sarete tormentati per l’eternità dunque prestate molta attenzione a questo messaggio è il messaggio della salvezza che è in Cristo Gesù già perché la salvezza è solo in Cristo Gesù Maria non vi può salvare il prete non vi può salvare il vostro cosiddetto papa non vi può salvare le indulgenze non vi possono salvare le vostre opere buone non possono salvarvi non possono salvarvi la salvezza è in Cristo Gesù e in nessun altro è la salvezza perché non v’è sotto il cielo alcun altro nome che sia stato dato agli uomini per il quale noi abbiamo ad essere salvati questo è quello che predicavano gli apostoli e questo appunto è quello che vi predico pure io da parte di Dio voi direte ma c’è Maria è corredentrice no Maria non è corredentrice nella maniera più assoluta Maria non partecipa alla redenzione non ha partecipato alla redenzione perché la redenzione dei nostri peccati l’ha compiuta esclusivamente Gesù Cristo il Figlio di Dio certo Maria era la madre di Gesù ma Maria non ha compiuto nulla per espiare i nostri peccati chi ha versato il suo sangue per i nostri peccati Gesù o Maria Gesù dice la Bibbia chi ha sofferto sulla croce appeso alla croce con una corona di spine sul suo capo chi chi è stato come si chiama quella persona appesa su quella croce circa duemila anni fa del Golgota eh che sanguinava mentre era su quella croce che disse Padre nelle tue mani rimetto lo spirito mio come si chiamava quella persona quella persona si chiamava Gesù Cristo quindi non è stata Maria eh a versare il suo sangue per noi non ha versato nemmeno una goccia di sangue per noi Maria ma è Gesù che ha versato il suo prezioso sangue per compiere l’espiazione dei nostri peccati ecco perché la salvezza la salvezza è solo in Gesù Cristo e poi chi è risuscitato dai morti il terzo giorno chi è qual è il suo nome qual è il suo nome il suo nome è Gesù Cristo è lui dunque il Salvatore solo lui vi può salvare solamente lui potete pregare Maria quanto volete Maria non potrà fare nulla per voi non potrà ascoltarvi non potrà nella maniera più assoluta concorrere alla vostra salvezza eh andate direttamente a Gesù non avete bisogno di Maria per andare a Gesù potete andarci direttamente Gesù diceva quando era sulla faccia della terra il Figliuolo di Dio diceva queste parole alle turbe venite a me voi tutti che siete travagliati ed aggravati e io vi darò riposo non diceva andate prima da Maria è mia madre e poi e poi tramite lei appunto venite da me quindi se Gesù fosse ancora oggi sulla terra vi direbbe le stesse cose venite a me voi tutti che siete travagliati ed aggravati io vi darò riposo a chi dovete dunque andare a Maria o a Gesù a Gesù quindi andate a Gesù prostrate le vostre ginocchia prostratevi davanti al Signore della gloria invocate veramente il suo nome dopo esservi ravveduti dei vostri peccati e otterrete da lui remissione dei peccati otterrete la vita eterna e e avrete quindi la certezza che quando morirete andrete in cielo col Signore non avrete più paura della morte non vi non vi aspetterà più il fuoco del soggiorno dei morti ma ciò che vi aspetterà è la gloria in cielo la gloria celeste ve ne andrete direttamente in cielo con il Signore perché il purgatorio non esiste lo ribadisco il purgatorio è un’invenzione dei cosiddetti padri della Chiesa che serve alla Chiesa Cattolica Romana tra le altre cose non solo per illudere le persone eh ma anche per veramente spillargli tanti soldi eh e cos e continuare a costruire questo impero eh questo impero mostruoso che è la Chiesa Cattolica Romana piena di eresie d’idolatria piena di superstizioni eh che menano le persone in perdizione dunque Cattolici Romani ascoltate quello che Dio vi comanda di fare ravvedetevi ravvedetevi vi scongiuro a ravvedervi dai vostri peccati tra cui l’idolatria e convertitevi e credete nel Signore Gesù Cristo perché altrimenti perché altrimenti la parte eh la parte che avrete sapete qual è ve lo ripeto lo stagno ardente di fuoco e di zolfo che è la morte seconda quindi concludo dicendovi semplicemente queste parole che Gesù rivolgeva alle turbe chi ha orecchi da udire oda

Post correlati:

Questa voce è stata pubblicata in Audio Streaming, Bibbia, Cattolicesimo, Cristianesimo, Italia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.