Gesù di Nazareth [Audio Streaming]

È on line il file audio della predicazione di Giacinto Butindaro dal titolo “Gesù di Nazareth” trasmessa in diretta ieri sera. Il file è un MP3 e pesa circa 20 MB (128 Kbps), 4 MB (24 Kbps). L’audio dura circa 21 minuti. L’archivio delle registrazioni è alla seguente pagina. Qui sotto lo puoi ascoltare in audio streaming.

Trascrizione audio:
Uomini e donne piccoli e grandi ricchi e poveri savi e ignoranti Ebrei e Gentili prestate la massima attenzione al messaggio che vi porterò perché questo messaggio riguarda Gesù Cristo il Figlio di Dio vi parlerò di lui vi annunzierò il Signore Gesù Cristo molti secoli fa in una cittadina di Israele di nome Betlemme nacque un fanciullo a cui fu posto nome Gesù questo fanciullo fu partorito da una giovane donna di nome Maria che l’aveva concepito prima ancora che si sposasse con suo marito cioè Giuseppe e lo concepì per virtù dello Spirito Santo di Dio infatti Gesù il suo primogenito fu generato dallo Spirito Santo così gli era sta le era stato preannunziato dall’angelo Gabriele un angelo che per ordine di Dio era apparso a questa vergine per appunto annunziarle la nascita del Figliuolo di Dio che lei avrebbe concepito e dato alla luce e dunque Gesù nacque a Betlemme e fu allevato fu allevato in un’altra cittadina chiamata Nazareth e là stette fino all’età di circa trent’anni giunto all’età a questa età quindi scese al Giordano un fiume che appunto si trova in Israele nella terra d’Israele e scese al Giordano per esservi battezzato da un uomo un santo uomo di Dio che si chiamava Giovanni il Battista o il Battezzatore un uomo che Dio aveva scelto e aveva mandato davanti appunto a Gesù a preparargli la strada la via affinché tutti credessero appunto per mezzo di Giovanni per mezzo della testimonianza di Giovanni in Gesù e dunque Gesù fu battezzato per immersione nel nel fiume Giordano e dopo che fu battezzato quindi quando salì fuori dall’acqua un Giovanni vide vide lo Spirito di Dio scendere su Gesù in forma corporea a guisa di colomba e una voce venne dal cielo una voce che disse questo è il mio diletto Figliuolo nel quale mi sono compiaciuto era la voce dell’Iddio e Padre di Gesù Cristo e dunque fu in quella circostanza che Gesù fu unto di Spirito Santo e di potenza cioè l’Iddio e Padre suo posò lo Spirito Santo fece discendere lo Spirito Santo appunto sul suo Figliuolo e quindi fu unto dopodiché immediatamente dopo fu condotto Gesù fu condotto dallo Spirito Santo nel deserto per esservi tentato dal diavolo il diavolo si accostò a lui per ben tre volte lo tentò affinché quindi egli cadesse nel peccato ma Gesù resistette ad ogni tentazione e il diavolo dovette andarsene cioè lo dovette lasciare e dopo di ciò Gesù cominciò il suo ministerio Gesù cominciò ad insegnare nelle nelle sinagoghe dei Giudei a predicare e a sanare ogni malattia e ogni infermità fra il popolo e non solo anche cacciare i demoni da coloro appunto che erano posseduti da demoni e la sua fama si sparse per tutta Israele come anche per le nazioni circonvicine e grandi folle si adunarono attorno a Gesù di Nazareth molti venivano da lontano portando gli ammalati e gli chiedevano appunto che gli lasciasse toccare soltanto il lembo della sua veste e tutti quelli che lo toccavano con fede venivano guariti perché da lui usciva una virtù che sanava tutti egli fece veramente cose meravigliose egli veramente guarì moltissimi malati egli cacciò molti demoni liberando quindi tante tante persone dalla possessione demoniaca Gesù mondò pure i lebbrosi risuscitò risuscitò i morti fece altri miracoli come per esempio moltiplicò pani e pesci per ben due volte la vita per ben due volte dice la Bibbia moltiplicò pochi pani e pochi pesci per delle migliaia di persone egli veramente fece soltanto del bene durante tutta la sua vita e non peccò mai nacque senza peccato appunto perché fu generato dallo Spirito Santo e visse senza peccato fu tentato in ogni cosa come noi però senza peccare egli visse una vita immacolata una vita irreprensibile nessuno poteva convincerlo di peccato egli dunque osservò osservò scrupolosamente la legge di Mosè che era la legge che Dio aveva dato al popolo di Israele ed egli insegnò insegnò quello che l’Iddio e Padre suo gli aveva appunto ordinato d’insegnare dalla sua bocca uscirono cose che nessun uomo aveva mai detto e che nessuno aveva mai sentito parole di grazia veramente uscirono dalla bocca di Gesù per tutta la sua per tutta la sua vita egli dunque fece soltanto del bene scelse dei tra tutti i discepoli appunto che credettero in lui perché naturalmente lui fece discepoli in quanto lui era il Figliuolo di Dio lui era il Messia cioè l’Unto che Dio aveva promesso tramite gli antichi profeti che doveva venire per riscattare gli uomini dalle loro iniquità egli appunto tra diciamo i discepoli che che che fece ne scelse dodici ai quali dette il nome di apostoli che mandò lui stesso a predicare per le città d’Israele e a cacciare i demoni e a guarire ogni ogni infermità e tra questi tra questi appunto discepoli ce ne fu uno Giuda chiamato Giuda Iscariota che poi divenne il traditore sì perché Gesù fu tradito da uno dei suoi da uno dei suoi discepoli che lo diede in mano ai suoi nemici Gesù si fece molti nemici durante la sua vita a motivo della sua predicazione a motivo della sua predicazione e diverse volte i suoi nemici cercarono di afferrarlo e di ucciderlo però non ci riuscirono perché l’ora sua ancora non era venuta quando poi venne l’ora sua allora cosa avvenne avvenne che Giuda Iscariota andò a conferire coi capi sacerdoti e con gli scribi come appunto darlo nelle loro nelle loro mani e gli dettero del denaro e quindi Giuda Iscariota tradì Gesù per del denaro e tutto questo naturalmente affinché si adempisse quello che era stato predetto e prestabilito da Dio naturalmente e così avvenne e così avvenne che Gesù fu arrestato fu arrestato e dato nelle mani dei Giudei che lo fecero comparire lo portarono dinanzi al Sinedrio il consiglio religioso del tempo dell’Ebraismo e davanti a quel Sinedrio e quindi davanti al sommo sacerdote e a tutti i componenti del Sinedrio fu emanata una condanna di morte nei confronti di Gesù fu con condannato a morte reo secondo loro di avere bestemmiato perché aveva detto di essere il Figlio di Dio Gesù era ed è il Figlio di Dio ma loro non lo credettero e dunque dopo che lo condannarono a morte dopo che sentenziarono la sua morte lo dettero in mano al governatore della Giudea che in quel tempo era Ponzio Pilato e cosa avvenne avvenne che davanti a Ponzio Pilato persuasero le turbe gli anziani i capi sacerdoti e gli scribi persuasero le turbe affinché chiedessero a gran voce la crocifissione di Gesù di Nazareth e quindi la folla si mise a gridare crocifiggilo crocifiggilo e Pilato in effetti non trovò nulla in lui che fosse degno di morte e lo voleva lo voleva lasciare libero però la folla piena di odio nei confronti di Gesù inferocita voleva che appunto Gesù fosse crocifisso e allora Ponzio Pilato propose alla folla appunto chi voleva che la chi voleva la folla che lui rilasciasse perché appunto per la festa di Pasqua aveva l’abitudine c’era un usanza appunto di liberare alla folla un carcerato il carcerato che la folla voleva e a quel tempo c’era un famigerato uomo in carcere di nome Barabba e Pilato fece questa domanda alla folla chi volete che vi liberi Barabba o Gesù detto Cristo e cosa avvenne avvenne che la folla volle che gli fosse liberato Barabba e alla domanda di Pilato che farò dunque di Gesù detto Cristo tutti risposero sia crocifisso quantunque Ponzio Pilato poi disse ma che male ha fatto quelli gridavano sempre più forte sia crocifisso e allora Pilato vedendo che non riusciva diciamo a giungere a nulla cosa fece anzi che si sollevava un tumulto prese dell’acqua si lavò le mani in presenza della moltitudine e disse io sono innocente del sangue di questo giusto pensateci voi e tutto il popolo gridò il suo sangue sia sopra noi e sopra i nostri figliuoli e allora liberò Barabba e dopo che aver fatto flagellare Gesù lo consegnò perché fosse crocifisso dunque prima Gesù fu flagellato dai soldati del governatore che lo presero a pugni lo beffarono e e poi lo portarono lo portarono a un luogo detto Golgota per crocifiggerlo e difatti lo crocifissero in mezzo a due malfattori uno alla sua destra e uno alla sua sinistra dunque il Giusto colui che non aveva conosciuto peccato fu messo in croce annoverato tra i malfattori e dopo alcune ore di agonia sulla croce egli spirò rese lo spirito e cosa avvenne cosa avvenne subito dopo avvenne che venne un uomo venne un uomo di nome Giuseppe d’Arimatea che andò a chiedere a Ponzio Pilato il corpo di Gesù e Ponzio Pilato glielo concesse e Giuseppe d’Arimatea prese il corpo di Gesù e lo pose in un sepolcro nuovo dove nessuno ancora era stato posto e là appunto poi davanti al sepolcro rotolò una pietra ma Gesù non è rimasto in quel sepolcro perché Dio il terzo giorno lo ha risuscitato lo ha risuscitato con un corpo incorruttibile glorioso potente immortale tanto che Gesù non muore più ed egli si fece vedere si fece vedere dai suoi discepoli per diversi giorni si fece vedere con molte prove mostrò loro le mani e quindi i segni dei chiodi mostrò loro anche i piedi e i segni dei chiodi che aveva ricevuto nei piedi come anche naturalmente il segno che aveva nel costato perché mentre era in croce un soldato gli forò il costato ora gli forò il costato quando lui era già morto quando lui era già morto considerate dunque questa è la storia di Gesù di Nazareth e dopo che appunto apparve ai suoi discepoli fu assunto in cielo alla destra di Dio dove è tuttora dove è tuttora e da dove un giorno poi ritornerà quando appunto Iddio vorrà al tempo stabilito da Dio ora perché Gesù è morto sulla croce perché Gesù è morto sulla croce per i nostri peccati lui il Giusto fu caricato di tutte le nostre iniquità quindi sul suo corpo portò i nostri peccati al fine di compiere l’espiazione dei nostri peccati mediante il suo prezioso sangue e risuscitò il terzo giorno a cagione della nostra giustificazione questo è quello che dice la Scrittura e questo è quello che vi annunziamo a voi che ancora non conoscete il Signore che siete schiavi del peccato e che quindi siete sulla via che va in perdizione cioè all’inferno questa è la buona notizia relativa al regno di Dio dunque che Gesù di Nazareth è il Messia cioè l’Unto dell’Eterno è il Figlio di Dio che nella pienezza dei tempi è morto sulla croce quindi crocifisso per i nostri peccati fu seppellito e il terzo giorno risuscitò dai morti a cagione della nostra giustificazione ora ascoltatemi ascoltatemi voi che ancora siete schiavi del peccato e che siete perduti Gesù è venuto dunque per salvare il mondo voi avete dunque bisogno di essere salvati perché siete schiavi del peccato e perduti e per essere salvati dovete ravvedervi dei vostri peccati e quindi riconoscervi dei peccatori davanti a Dio dovete appunto riconoscere pentendovi naturalmente dei vostri peccati tutto ciò davanti al Signore e naturalmente provare dispiacere provare dispiacere dolore per i peccati che avete commesso davanti a Dio e oltre a ravvedervi dovete credere con tutto il vostro cuore che Gesù Cristo è il Figlio di Dio morto sulla croce per i nostri peccati e risorto a cagione della nostra giustificazione così facendo sarete perdonati di tutti i vostri peccati il Signore vi purificherà da tutti le vostre iniquità tutti i vostri peccati saranno cancellati cancellati sarete liberati dalla schiavitù del peccato e in questa maniera riconciliati con Dio e quindi in quanto riconciliati con Dio non sarete più sulla strada che va all’inferno ma sarete posti su un’altra strada che è quella che mena in cielo nella gloria di Dio dunque voi siete sulla strada che mena in perdizione all’inferno un luogo di tormento dove le anime che vi dimorano sono nel tormento prodotto da un fuoco un reale fuoco e quindi il tormento è reale considerate un po’ voi su che strada vi trovate ma Iddio nella sua grande misericordia ha mandato il suo Figliuolo proprio per salvarvi da questa orribile fine alla quale state andando incontro e dunque o peccatori dovete ravvedervi e credere nel Signore Gesù Cristo per essere perdonati di tutti i vostri peccati ed essere salvati dalla perdizione eterna questa è la via della salvezza ed è l’unica via di salvezza che esiste perché questa è la salvezza che l’Iddio vivente e vero ha provveduto e dunque dovete sapere dovete sapere che oltre a questa via di salvezza non c’è alternativa non potete pensare di salvarvi facendo opere buone o credendo in qualcun altro come per esempio Maometto Buddha o qualche altro cosiddetto profeta no la salvezza è solamente in Gesù Cristo il Figlio di Dio perché non v’è sotto il cielo alcun altro nome che sia stato dato agli uomini per il quale noi abbiamo ad essere salvati quindi ubbidite a quello che Dio dice di fare lo ripeto vi dovete ravvedere dei vostri peccati e convertire dalle vostre vie malvagie e credere nel Signore Gesù Cristo in Gesù di Nazareth sì proprio in lui dovete credere per essere per ottenere la remissione dei vostri peccati e la vita eterna sì la vita eterna tutte cose gratuite che si ricevono gratuitamente da Dio per la sua grazia affinché nessuno si glori nel suo cospetto dunque ora sapete in che stato vi trovate dove state andando ma anche sapete cosa dovete fare per essere perdonati e salvati dalla perdizione eterna chi ha orecchi da udire oda

Post correlati:

Questa voce è stata pubblicata in Audio Streaming, Bibbia, Cristianesimo, Italia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.