USA: Green Bay. Diocesi cattolica accusata di aver protetto prete pedofilo

Anche la diocesi cattolica di Green Bay dovra’ affrontare una causa per aver protetto e nascosto preti pedofili. I legali di due vittime di molestie sessuali da parte dell’ex prete John Patrick Feeney, condannato nel 2004 per molestie, hanno depositato la causa civile ieri mattina.
L’atto di citazione mostra diversi documenti, tra cui un memorandum interno alla Chiesa in cui si legge “Nei recenti incarichi passati, vi sono state accuse di comportamenti inappropriati o di natura quasi-sessuale in ogni singolo incarico. Queste hanno causato scandalo e diffusi pettegolezzi”. Questo a dimostrare che la Chiesa era a conoscenza delle accuse al prete, ma non ha fatto niente per fermarlo.
Nell’atto di accusa, si fa presente che Feeney e’ stato trasferito oltre venti volte nei suoi trent’anni di carriera. Se la diocesi avesse agito diversamente, forse non vi sarebbero state altre vittime.
Intanto, diversi gruppi chiedono alla diocesi di Green Bay di rendere pubblici i nominativi di 51 preti che le stesse autorita’ ecclesiastiche sanno essere colpevoli di molestie sessuali su minori.

Fonte: Aduc – 2 gennaio 2008

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Abusi sessuali, Cattolicesimo, Stati Uniti e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.