Cina, quattro cristiani liberati dai campi di rieducazione

PECHINO – Quattro responsabili religiosi cristiani cinesi sono stati liberati da un campo di lavoro del centro della Cina, dopo la sospensione della pena. Lo ha annunciato oggi China Aid, associazione con sede negli Usa che difende i diritti dei cristiani. I religiosi sono stati liberati la scorsa settimana, qualche giorno dopo che il Comitato di rieducazione per il lavoro dell’ Hubei (nel centro del Paese) aveva respinto, in assenza di prove chiare e sufficienti, la pena che era stata loro inflitta dal Comitato di rieducazione della prefettura autonoma di Enshi.

I quattro uomini, Wang Caizhang di 34 anni, Ma Zhao di 35, Yang Situan di 39 e Du Dongliang di 32, erano stati condannati nell’agosto scorso dal comitato di Enshi a 18 mesi di rieducazione, mentre ad altre cinque donne arrestate poco prima erano stati dati 12 mesi di campo. Il gruppo era stato arrestato mentre celebrava un servizio religioso domenicale nell’abitazione di una delle donne. Le cinque donne stanno ancora scontando la loro condanna, anche se due di loro sono state esentate dal campo per malattia o gravidanza. “Speriamo che le altre tre donne siano rilasciate dal campo di lavoro, visto che il loro caso è legato”, ha commentato in una nota Bob Fu di China Aid.

Fonte: Ansa – 2008-01-19 09:59

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cina, Cristianesimo, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.