Israele: Il governo istituisce un ufficio nazionale del servizio civile

Fonte: Jerusalem Post édition française – riprodotto con autorizzazione

Il governo ha annunciato domenica 19 agosto  la creazione di un organismo incaricato di incitare i giovani che non servono nello Tzahal ad effettuare un anno o due di servizio nazionale.

Questo ufficio del servizio civile, diretto da Reuven Gal, ex psicologo in capo di Tsahal, permetterà agli Israeliani esentati dal servizio militare di effettuare un servizio civile sulla base del volontariato.

Finora il servizio civile era gestito da diverse associazioni e riguardava soprattutto delle ragazze dispensate dagli obblighi militari per motivi religiosi.

L’istituzione di questo ufficio contribuirà ad allargare i ranghi di questi volontari così come il ventaglio di compiti che gli saranno proposti per venire in aiuto alla comunità (ospedali, assistenza agli anziani e agli handicappati, scuole, sicurezza stradale, ecc…).

D’altra parte, gli Arabi israeliani potranno anche andare volontari nell’ambito della loro comunità.

Secondo Gal, circa 500 giovani dovrebbero prossimamente optare per questa soluzione.

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Israele, Società, Volontariato. Contrassegna il permalink.

Una risposta a Israele: Il governo istituisce un ufficio nazionale del servizio civile

  1. graziella Laudani scrive:

    complimenti, ottima iniziativa, ho esperienza nel servizio civile, infatti ho ideato 3 progetti che attualmenti funzionano incampo nazionale. Ritengo l’iniziativa lodevole per la possibilità di crescita che offre ai giovani Israeliani proprio nel loro paese un’ondata di servizio e d’amore che spero possa scuotere i cuori di chi pensa a fare la guerra.

I commenti sono chiusi.