CINA: Provvedimenti repressivi in vista dei giochi olimpici

Le nuove misure fanno temere un deterioramento della libertà di culto da ora fino alle prossime olimpiadi del 2008.

I cristiani denunciano una penuria di Bibbie in tutta la Cina, persino nelle città in cui in passato erano disponibili. Si parla di irruzioni in corso nelle comunità familiari, di arresti e di espulsioni senza precedenti di cristiani stranieri in questi ultimi mesi.

I preparativi per i giochi olimpici proseguono, mentre ovunque nel mondo si elevano voci per denunciare le violazioni flagranti dei diritti umani, compresa la libertà religiosa.

Secondo China Aid Association, uno studio presentato al Consiglio dei ministri in gennaio, rivelerebbe che il numero dei cristiani in Cina ha raggiunto la cifra di 130 milioni, cifra ben al di là delle stime ufficiali.

Fonte: Porte Aperte

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cina, Cristianesimo, Intercessione, Persecuzione. Contrassegna il permalink.