India: Dei militanti uccidono un ben noto responsabile di chiesa

Il 21 novembre 2006, due militanti non identificati hanno ucciso un cristiano convertito dall’islam in piena strada. È accaduto a Mamoosa, villaggio della regione di Barmullah (Jammu e Kashmir) dove il terrore causa continuamente delle devastazioni. Bashir Ahmed Tantray,


meccanico di 50 anni, sarebbe stato ammazzato da militanti islamici mentre aspettava un bus in un posto molto frequentato vicino la casa dei suoi genitori. Era venuto a Gesù Cristo dieci anni fa ed era molto attivo nella chiesa. Lascia una moglie, due figlie e due figli. I giornali hanno menzionato il suo nome in reportages definiti “falsi ed esagerati”. Non c’è alcun dubbio fra la popolazione (sia cristiana che musulmana) ch’egli è stato ucciso a causa della sua identità cristiana.

Fonte: Compass Direct/La Voix des Martyrs, 02/2007, pag. 7

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, India, Intercessione, Martiri, Persecuzione. Contrassegna il permalink.