Turchia: Cristiano aggredito per aver distribuito Nuovi Testamenti

Verona (P.A.) – Yakup Cindilli, un cristiano di 32 anni, dopo essere stato assalito da tre individui, è stato ricoverato in ospedale ed il giorno successivo è caduto in coma. L’aggressione a Cindilli è avvenuta mentre distribuiva Nuovi Testamenti nella città di Orhangazi, nel nord della Turchia. La polizia locale, per ordine del procuratore, ha arrestato tre sospetti. Uno di loro è il presidente della sezione locale del Movimento Nazionalista, un partito di estrema destra di tendenza nazionalista islamica che ha avuto al suo interno elementi neo nazisti.
Cindilli si è interessato al cristianesimo due anni fa, quando ha chiamato “Alo Dua”, un ministero telefonico di ascolto e preghiera, creato dai protestanti dopo il terremoto del 1999. Dopo aver letto il Nuovo Testamento, Cindilli ha donato la sua vita al Signore ed ha cominciato a scrivere inni cristiani.
La sua famiglia si è violentemente opposta alla sua nuova fede, si sono sbarazzati dei suoi libri cristiani e lo hanno avvertito che dovrà rinunciare alla sua nuova fede.

Fonte: Porte Aperte Italia – 14 novembre 2003

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.