Vi avverto: state andando all’inferno! [Audio Streaming]

bibbia microfonoÈ on line il file audio della predicazione di Giacinto Butindaro dal titolo “Vi avverto: state andando all’inferno!” trasmessa in diretta venerdì sera. Il file è un MP3 e pesa circa 10 MB (128 Kbps), 2 MB (24 Kbps). L’audio dura circa 10 minuti. L’archivio delle registrazioni è alla seguente pagina. Qui sotto lo puoi ascoltare in audio streaming.

Trascrizione audio:
Uomini e donne piccoli e grandi ricchi e poveri savi e ignoranti Ebrei e Gentili prestate la massima attenzione al messaggio che sto per annunziarvi da parte di Dio perché questo è il messaggio della salvezza che è in Cristo Gesù già della salvezza perché voi essendo sulla via della perdizione avete bisogno di essere salvati e quindi io vi mostro qual è la via della salvezza la via della perdizione sulla quale siete sulla quale state camminando porta all’inferno un luogo di tormento nell’aldilà dove vanno tutti coloro che muoiono nei loro peccati e quindi questa mia predicazione ha il chiaro obiettivo di avvertirvi che state andando all’inferno state andando all’inferno perché siete dei peccatori siete senza Cristo e quindi lì è il luogo dove state andan andando questo luogo di questo luogo la parola di Dio parla ne attesta l’esistenza in maniera inequivocabile infatti troviamo scritto nel capitolo sedici di Luca a partire dal versetto diciannove quanto segue queste sono parole pronunziate da Gesù Cristo il Figlio di Dio che è il Salvatore del mondo così è scritto “Or v’era un uomo ricco, il quale vestiva porpora e bisso, ed ogni giorno godeva splendidamente; e v’era un pover’uomo chiamato Lazzaro, che giaceva alla porta di lui, pieno d’ulceri, e bramoso di sfamarsi con le briciole che cadevano dalla tavola del ricco; anzi perfino venivano i cani a leccargli le ulceri. Or avvenne che il povero morì e fu portato dagli angeli nel seno d’Abramo; e morì anche il ricco, e fu seppellito. E nell’Ades, essendo ne’ tormenti, alzò gli occhi e vide da lontano Abramo, e Lazzaro nel suo seno; ed esclamò: Padre Abramo, abbi pietà di me, e manda Lazzaro a intingere la punta del dito nell’acqua per rinfrescarmi la lingua, perché sono tormentato in questa fiamma. Ma Abramo disse: Figliuolo, ricordati che tu ricevesti i tuoi beni in vita tua, e che Lazzaro similmente ricevette i mali; ma ora qui egli è consolato, e tu sei tormentato. E oltre a tutto questo, fra noi e voi è posta una gran voragine, perché quelli che vorrebbero passar di qui a voi non possano, né di là si passi da noi. Ed egli disse: Ti prego, dunque, o padre, che tu lo mandi a casa di mio di mio padre, perché ho cinque fratelli, affinché attesti loro queste cose, onde non abbiano anch’essi a venire in questo luogo di tormento. Abramo disse: Hanno Mosè e i profeti; ascoltino quelli. Ed egli: No, padre Abramo; ma se uno va a loro dai morti, si ravvederanno. Ma Abramo rispose: Se non ascoltano Mosè e i profeti, non si lasceranno persuadere neppure se uno dei morti resuscitasse.” dunque Gesù Cristo ha parlato dell’esistenza di un luogo di tormento chiamato Ades è una parola greca che indica il soggiorno dei morti e che appunto è stata tradotta da taluni con il termine inferno che significa luogo di sotto infatti l’Ades è un luogo sotterraneo dove vanno coloro che muoiono nei loro peccati e come vi dicevo appunto voi siete diretti in questo luogo siete sulla strada siete sulla via della perdizione e questa via mena dopo la morte in questo luogo in questo luogo che è reale ed è un luogo di tormento un luogo di tormento dove infatti arde il fuoco è un vero fuoco dove appunto le anime che vi si trovano sono tormentate del continuo dunque l’avvertimento è questo a voi che mi sta mi state ascoltando sappiate che state andando all’inferno guardate che l’inferno è un luogo reale eh non è non è un non è un mito non è frutto della mitologia antica no l’inferno è un luogo di tormento reale dove in questo preciso momento e mentre io vi sto parlando ci sono tantissime anime che stanno piangendo e stridendo i denti dal dolore perché il dolore che provoca il fuoco che vi si trova è tremendo ma oltre all’avvertimento c’è l’annunzio della buona novella che il Signore appunto mi ha comandato di predicarvi la buona novella che Gesù di Nazareth è il Cristo cioè colui che Iddio ab antico per mezzo dei suoi profeti promise di mandare nel mondo per essere il Salvatore del mondo e quindi per compiere la propiziazione dei nostri peccati difatti Gesù di Nazareth questo ha compiuto quando morì sulla croce per i nostri peccati e poi fu seppellito e il terzo giorno risuscitò dai morti questa fu la sua opera che il Padre gli aveva dato da compiere e che egli compì nella pienezza dei tempi dunque la salvezza è in Cristo Gesù è lui che sulla croce ha caricato su di sè i nostri peccati lui ha sparso il suo sangue per la remissione dei nostri peccati e per liberarci dai nostri peccati e salvarci dalla perdizione allora ascoltatemi questo è quello che ha compiuto Gesù Cristo il Figlio di Dio venuto da presso al Padre allora sappiate questo adesso che per essere salvati dai vostri peccati e dalla perdizione dall’inferno dove siete diretti dovete ravvedervi dei vostri peccati e credere nel Signore Gesù Cristo cosa significa credere nel Signore Gesù Cristo significa che dovete credere che Gesù è il Cristo che è morto sulla croce per i nostri peccati che fu seppellito e che il terzo giorno resuscitò dai morti secondo le Scritture cioè affinché le Scritture profetiche si adempissero nel momento in cui crederete nel Signore Gesù Cristo otterrete la remissione dei vostri peccati sarete li otterrete la liberazione dei vostri peccati e sarete salvati dalle fiamme dell’inferno sarete strappati al fuoco dove voi in questo momento siete diretti quindi questa è la buona notizia relativa al regno di Dio e al nome di Gesù Cristo che Dio ha comandato di predicarvi quindi fate quello che Dio comanda di fare altrimenti altrimenti l’ira di Dio rimarrà sopra di voi perché siete dei peccatori siete sotto il peccato e quindi l’ira di Dio è sopra di voi e l’ira di Dio continuerà a rimanere sopra di voi se rifiuterete di credere nel nome del Figliuolo di Dio e quando morirete siccome che morirete nei vostri peccati precipiterete in questo luogo di tormento che si chiama Ades o inferno e là appunto rimarrete fino al giorno del giudizio quando risurge risorgerete in resurrezione di condanna comparirete davanti al trono di Dio sarete giudicati secondo le vostre opere e sarete gettati anima e corpo in un altro luogo di tormento chiamato stagno ardente di fuoco e di zolfo dove sarete tormentati per l’eternità quindi la fine che vi aspetta è orribile vi aspetta un’eternità piena di tormenti vi aspetta la perdizione eterna ma per questo Cristo Gesù il Figlio di Dio è disceso dal cielo per essere il Salvatore del mondo per salvare gli uomini dai loro peccati ed egli lo ha ed egli ha compiuto la sua opera di salvezza l’opera di salvezza sulla croce quindi ravvedetevi e credete nel Signore Gesù Cristo e il Signore Iddio l’Altissimo il Creatore di tutte le cose avrà misericordia di voi perdonerà tutti i vostri peccati e vi donerà la vita eterna perché la vita eterna è il dono di Dio in Cristo Gesù il Signore e quindi una volta che avrete ottenuto la remissione dei vostri peccati e la vita eterna quindi una volta che avete creduto nel Signore Gesù Cristo sarete sicuri di scampare all’inferno avrete la vita eterna e quindi perseverando fino alla fine nella fede entrerete poi quando morirete entrerete con la vostra anima nel regno nel regno del Signore Gesù Cristo in cielo nella gloria dove appunto ci si riposa dalle proprie fatiche quindi affrettatevi ravvedetevi non indugiate ravvedetevi e credete nel Signore Gesù Cristo il Figlio di Dio Colui che il Padre ha mandato nel mondo per essere il Salvatore del mondo chi ha orecchi da udire oda

Questa voce è stata pubblicata in Audio Streaming, Bibbia, Cristianesimo, Italia e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.