Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture [Audio Streaming]

bibbia microfonoÈ on line il file audio della predicazione di Giacinto Butindaro dal titolo “Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture” trasmessa in diretta ieri sera. Il file è un MP3 e pesa circa 10 MB (128 Kbps), 2 MB (24 Kbps). L’audio dura circa 11 minuti. L’archivio delle registrazioni è alla seguente pagina. Qui sotto lo puoi ascoltare in audio streaming.

Trascrizione audio:
Uomini e donne piccoli e grandi ricchi e poveri savi e ignoranti Ebrei e Gentili prestate attenzione al messaggio che sto per trasmettervi perché questo è il messaggio della salvezza che è in Cristo Gesù il Signore la Bibbia dice nella prima epistola di Paolo ai santi di Corinto la Bibbia che è la parola di Dio afferma quanto segue che “Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture;” questo dunque è quanto afferma la parola di Dio a chi si riferisce l’apostolo quando dice Cristo a Gesù Gesù di Nazareth cosa dice che è morto per i nostri peccati difatti Gesù di Nazareth fu crocifisso fu crocifisso mentre era govern in Israele mentre era governatore Ponzio Pilato il quale fu fu lui a sentenziare che egli doveva essere prima flagellato e poi crocifisso e questo lo sentenziò quando vide che la folla che si era radunata continuava a gridare crocifiggilo crocifiggilo e dunque Pilato acconsentì a quello che la folla aveva gridato ed emanò la sentenza che fu eseguita prima infatti Gesù fu fatto fu flagellato e poi fu portato a un luogo detto Golgota dove fu crocifisso in mezzo a due malfattori e sulla croce dopo un’agonia terribile Gesù spirò rese lo spirito e questo dunque avvenne per i nostri peccati perché così dice la Scrittura “Cristo è morto per i nostri peccati secondo le Scritture” questo significa che la morte espiatoria di Gesù Cristo fu l’adempimento di quello che Dio aveva detto tramite i suoi profeti e che era stato trascritto difatti le Scritture sono chiamate Scritture profetiche il profeta Isaia uno dei profeti che parlarono delle sofferenze del Cristo o del Messia aveva detto infatti “egli è stato trafitto a motivo delle nostre trasgressioni, fiaccato a motivo delle nostre iniquità; il castigo, per cui abbiamo pace, è stato su lui,” dunque quello che lo Spirito di Cristo perché fu lo Spirito di Cristo a pronunciare queste parole tramite il profeta Isaia quello che lo Spirito di Cristo aveva predetto si è adempiuto in Gesù di Nazareth il Cristo di Dio che dunque morì per i nostri peccati quindi per compiere la propiziazione dei nostri peccati fu necessario che questo avvenisse la sua morte fu necessaria affinché i nostri peccati fossero rimessi cancellati e dopo che Cristo morì sulla croce fu seppellito ma il terzo giorno Iddio lo risuscitò dai morti egli dunque non muore più egli vive per i secoli dei secoli e la sua anche la sua resurrezione è avvenuta secondo le Scritture perché appunto si doveva adempiere ciò che era stato detto da Dio tramite il profeta Davide “tu non lascerai l’anima mia nell’Ades” anche qui fu lo Spirito di Cristo che era in Davide a pronunciare queste parole “non permetterai che il tuo Santo vegga la corruzione” e difatti il corpo di Gesù non vide la corruzione perché Dio lo risuscitò dai morti e dopo essere risuscitato dai morti Gesù Cristo apparve ai suoi discepoli facendosi vedere dopodiché fu assunto in cielo alla destra di Dio dunque voi che mi ascoltate che ancora non conoscete il Signore che siete senza Cristo e quindi senza pace senza speranza senza salvezza dovete sapere questo che essendo che siete schiavi del peccato e quindi sulla via della perdizione per essere salvati dovete ravvedervi dei vostri peccati e credere nel Signore Gesù Cristo cioè credere che lui è morto sulla croce per i nostri peccati secondo le Scritture che fu seppellito e che il terzo giorno risuscitò dai morti secondo le Scritture lo dovete credere col vostro cuore e mediante la fede in questo messaggio che è l’Evangelo otterrete la remissione dei peccati e la vita eterna quindi i vostri peccati vi saranno rimessi cancellati vi saranno tolti e otterrete la certezza la certezza di passare l’eternità con il Signore perché chi crede nel Figliuolo ha la vita eterna nel caso invece voi rifiuterete di ravvedervi e di credere nel Signore Gesù Cristo quello che vi aspetta è dopo la morte il tormento nel fuoco dell’inferno che è il luogo dove vanno le anime di coloro che muoiono nei loro peccati là andrete ve lo assicuro là andrete là c’è un fuoco che arde e in mezzo al fuoco ci sono le anime dei peccatori e poi nel giorno del giudizio quando risusciterete in risurrezione di giudizio davanti al trono di Dio sarete giudicati secondo le vostre opere e gettati anima e corpo nello stagno ardente di fuoco e di zolfo che è un altro luogo di tormento dove passerete l’eternità quindi là sarete tormentati nei secoli dei secoli questa è la fine o la sorte che vi aspetta se rifiuterete di credere nel Signore Gesù Cristo quindi non indugiate non prendete questo messaggio alla leggera non sottovalutatelo non fatevi beffe di questo messaggio il messaggio che vi ho annunziato è potenza di Dio per la salvezza d’ognuno che crede quindi se crederete nell’Evangelo che vi ho annunziato sarete salvati dalla perdizione eterna se rifiuterete di credere nell’Evangelo rimarrete perduti in questo mondo e quando morirete continuerete a rimanere perduti e come vi ho detto vi aspetta una eternità piena di tormenti quindi considerando quello che avete davanti cioè l’eternità è qua l’eternità piena di tormenti perché adesso siete nel peccato io vi esorto vi scongiuro da parte di Dio a ravvedervi e a credere nel Signore Gesù Cristo affinché Iddio abbia misericordia delle vostre iniquità e le cancelli e voi possiate ereditare la vita eterna chi ha orecchi da udire oda

Post correlati:

Questa voce è stata pubblicata in Audio Streaming, Bibbia, Cristianesimo, Italia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.