Il moderatore della Chiesa Valdese dice a Francesco: ‘Dio benedica il suo ministero’

eugenio-bernardini-bergoglio Riprendo questa notizia per mostrarvi come ormai in seno alla Chiesa Valdese e in tante altre Chiese Evangeliche manca ogni conoscenza e discernimento spirituale. E’ veramente sconcertante infatti leggere che un pastore valdese dica a Francesco: ‘Dio benedica il suo ministero’. Vorremmo infatti sapere quale sarebbe questo ministero biblico che secondo la Chiesa Valdese ha Francesco. A noi infatti risulta che Francesco non è ancora un Cristiano, ma è un idolatra ed un eretico e quindi non può avere ricevuto nessun ministero da Dio. Francesco è certamente un ministro, ma non di Dio, ma dell’avversario di Dio, e quindi se ha un ministero è un ministero diabolico che si prefigge la distruzione del Cristianesimo. E credo che le prove che abbiamo esibito fino a qua siano inequivocabili. Ma così vanno le cose in ambito evangelico, i ministri del diavolo vengono chiamati ministri di Dio. E’ proprio un altro spirito quello che spinge questi pastori che hanno questo sentimento nei confronti di Francesco, uno spirito diverso da quello che muoveva a scrivere l’apostolo Paolo in merito a certuni presenti in seno alla Chiesa di Corinto: “Poiché cotesti tali sono dei falsi apostoli, degli operai fraudolenti, che si travestono da apostoli di Cristo. E non c’è da maravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce. Non è dunque gran che se anche i suoi ministri si travestono da ministri di giustizia; la fine loro sarà secondo le loro opere” (2 Corinzi 11:13-15). Fratelli, guardatevi oltre che da Francesco anche da quegli ‘Evangelici’ che lo considerano un Cristiano, perchè quest’ultimi sono pericolosi quanto se non di più di Francesco per le Chiese Evangeliche.

Chi ha orecchi da udire, oda

Giacinto Butindaro

——————-

NEV-CS67 – STRETTA DI MANO TRA IL MODERATORE VALDESE BERNARDINI E PAPA FRANCESCO

Roma, 30 settembre 2013 (NEV-CS67) – Il moderatore della Tavola valdese, pastore Eugenio Bernardini, questa mattina, nel quadro del Meeting internazionale per la pace promosso dalla Comunità di Sant’Egidio, era presente all’udienza papale svoltasi in Vaticano. “Eccellente il discorso tenuto da papa Francesco, sottoscrivibile in tutto per tutto, e in particolare quando ha detto che non può esserci alcuna giustificazione religiosa alla violenza”, ha commentato Bernardini al termine dell’udienza cui hanno partecipato una quarantina di rappresentanti di religioni diverse provenienti da tutto il mondo.

E’ stata anche l’occasione per un breve saluto personale tra papa Francesco e il moderatore – il primo tra il nuovo papa e un rappresentante dell’evangelismo italiano – in cui il pastore Bernardini ha spiegato di essere il rappresentante della Chiesa evangelica valdese, una chiesa della Riforma che è presente con diversi pastori e comunità anche a Buenos Aires e nel Rio de La Plata. “Immediatamente il pensiero di papa Francesco è andato al suo ‘amico fraterno’ Norberto Bertòn, pastore valdese di Buenos Aires e professore di teologia scomparso nel 2010″, ha riferito il moderatore Bernardini all’Agenzia stampa NEV. Negli ultimi anni di vita Bertòn, non più autosufficiente, fu invitato dall’allora vescovo Bergoglio a vivere in una casa di riposo per preti anziani. Al termine dello scambio di battute Bernardini ha detto al papa: “Dio benedica il suo ministero”.

Oggi pomeriggio alle 16.30, il moderatore Eugenio Bernardini interverrà al panel sul tema “Dio ama i poveri” presso la Casa di Dante, Piazza Sonnino 5, Roma.

Fonte: http://www.fedevangelica.it/servizi/nev_.php?id=1595

Post correlati:

Questa voce è stata pubblicata in Cattolicesimo, Cristianesimo, Italia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.