Israele, due ergastoli a Jack Teitel

Photo by Jen Sladkov/Maoz Israel

Photo by Jen Sladkov/Maoz Israel

Pena esemplare a un terrorista ebreo

Israele: un estremista di destra condannato a due ergastoli

GERUSALEMME – Un terrorista ebreo di estrema destra, Jack Teitel, è stato oggi condannato dal tribunale distrettuale di Gerusalemme a due ergastoli e ad altri 30 anni di reclusione per essersi macchiato dal 1997 in poi di una lunga serie di crimini, fra cui la uccisione a sangue freddo di due palestinesi.
Nell’apprendere la gravità della condanna Teitel – un ebreo immigrato dagli Stati Uniti – ha detto alla stampa di non provare pentimento e di essere fiero delle proprie gesta.
Già sospettato dai servizi segreti israeliani di essere un radicale di destra, Teitel è stato arrestato solo nel 2009, dopo che aveva tentato di uccidere con ordigni esplosivi un ebreo ‘messianico’ (che crede anche negli insegnamenti di Gesù) e il politologo Zeev Sternhell, un esponente della sinistra israeliana. Questi rimase ferito nell’attentato.
Nel corso delle indagini è emerso così che Teitel, già nel 1997, aveva ucciso a sangue freddo due passanti palestinesi, scelti a caso. Adesso dovrà risarcirne le famiglie con 180 mila shekel (35 mila euro) a testa.

9.04.2013 – 16:49

Fonte: cdt.ch

Post correlati:

Questa voce è stata pubblicata in Israele, Società e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.