Le Scritture si sono adempiute [Audio Streaming]

bibbia microfonoÈ on line il file audio della predicazione di Giacinto Butindaro dal titolo “Le Scritture si sono adempiute” trasmessa in diretta ieri sera. Il file è un MP3 e pesa circa 17 MB (128 Kbps), 3 MB (24 Kbps). L’audio dura circa 19 minuti. L’archivio delle registrazioni è alla seguente pagina. Qui sotto lo puoi ascoltare in audio streaming.

Trascrizione audio:
Uomini e donne piccoli e grandi ricchi e poveri savi e ignoranti Ebrei e Gentili prestate attenzione la massima attenzione al messaggio che vi proclamerò da parte di Dio perché questo è il messaggio della salvezza che è in Cristo Gesù il profeta Isaia che fu uno dei profeti antichi che Iddio nella sua grande misericordia suscitò per trasmettere al popolo d’Israele la sua parola dico il profeta Isaia ebbe a dichiarare queste parole “Egli è venuto su dinanzi a lui come un rampollo, come una radice che esce da un arido suolo; non aveva forma né bellezza da attirare i nostri sguardi, né apparenza, da farcelo desiderare. Disprezzato e abbandonato dagli uomini, uomo di dolore, familiare col patire, pari a colui dinanzi al quale ciascuno si nasconde la faccia, era spregiato, e noi non ne facemmo stima alcuna. E, nondimeno, erano le nostre malattie che egli portava, erano i nostri dolori quelli di cui s’era caricato; e noi lo reputevamo* colpito, battuto da Dio, ed umiliato! Ma egli è stato trafitto a motivo delle nostre trasgressioni, fiaccato a motivo delle nostre iniquità; il castigo, per cui abbiamo pace, è stato su lui, e per le sue lividure noi abbiamo avuto guarigione. Noi tutti eravamo erranti come pecore, ognun di noi seguiva la sua propria via; e l’Eterno ha fatto cadere su lui l’iniquità di noi tutti. Maltrattato, umiliò se stesso, e non aperse la bocca. Come l’agnello menato allo scannatoio, come la pecora muta dinanzi a chi lo* tosa, egli non aperse la bocca. Dall’oppressione e dal giudizio fu portato via; e fra quelli della sua generazione chi rifletté che egli era strappato dalla terra de’ viventi e colpito a motivo delle trasgressioni del mio popolo? Gli avevano assegnato la sepoltura fra gli empi, ma nella sua morte, egli è stato col ricco, perché non aveva commesso violenze né v’era stata trovata* frode nella sua bocca. Ma piacque all’Eterno di fiaccarlo coi patimenti. Dopo aver dato la sua vita in sacrificio per la colpa, egli vedrà una progenie, prolungherà i suoi giorni, e l’opera dell’Eterno prospererà nelle sue mani. Egli vedrà il frutto del tormento dell’anima sua, e ne sarà saziato; per la sua conoscenza, il mio servo, il giusto, renderà giusti i molti, e si caricherà egli stesso delle loro iniquità. Perciò io gli darò la sua parte fra i grandi, ed egli dividerà il bottino coi potenti, perché ha dato se stesso alla morte, ed è stato annoverato fra i trasgressori, perch’egli ha portato i peccati di molti, e ha interceduto per i trasgressori.” il profeta Isaia mosso da Dio per lo Spirito Santo in questa maniera predisse quello che sarebbe avvenuto molto tempo dopo cioè predisse la morte espiatoria o propiziatoria del Messia o Unto dell’Eterno sì sì parliamo di morte espiatoria e ne parlò come se essa fosse già diciamo avvenuta fosse diciamo fosse stato già un evento che era avvenuto infatti dice egli è stato trafitto a motivo delle nostre trasgressioni fiaccato a motivo delle nostre iniquità eppure eppure ancora queste cose non erano avvenute quando lui stava parlando ma l’Iddio che lo sospinse a parlare è colui che chiama le cose che non sono come se fossero ecco perché troviamo questo linguaggio no questo linguaggio che fa che diciamo presenta gli avvenimenti futuri come se fossero già avvenuti e quindi in questo caso la morte espiatoria dell’Unto dell’Eterno del Messia era stata predetta in maniera tale che sembrava che fosse già avvenuta quindi queste parole queste parole che concernono le sofferenze che doveva patire il Messia e tra queste sofferenze c’era la morte queste parole si sono adempiute si sono adempiute secoli dopo quando in questo mondo venne Gesù Cristo il Figlio di Dio venne perché Iddio lo mandò il Figliuolo di Dio era in cielo presso Iddio e con Dio da ogni eternità e ad un certo punto Iddio Iddio Padre lo mandò in questo mondo affinché affinché si adempissero le Scritture sì affinché si adempissero le Scritture e quindi affinché il suo Figliuolo morisse sulla croce per espiare i nostri peccati e dunque affinché egli spargesse il suo sangue prezioso per la remissione dei nostri peccati e questo è avvenuto questo si è adempiuto nella pienezza dei tempi nacque Gesù nacque da una donna che era vergine che rimase incinta per virtù dello Spirito Santo e questa donna diede alla luce il Figliuolo dell’Altissimo a cui fu posto nome Gesù che significa Yahvé salva e all’età di circa trent’anni egli fu unto di Spirito Santo e di potenza dall’Iddio e Padre suo e andò in giro per le contrade per i paesi per le città predicando l’Evangelo della grazia di Dio sanando ogni malattia e infermità fra il popolo cacciando i demoni resuscitando i morti facendo molto bene nessuno parlò mai come parlò Gesù nessuno fece quello che lui nessuno aveva mai fatto quello che lui fece la Scrittura riporta solo una parte infatti poi dei suoi segni e prodigi perché Gesù ne fece molti e molti altri che non sono scritti peraltro nella Sacra Scrittura fece veramente molto bene ma affinché le Scritture si adempissero il suo bene fu contraccambiato con il male il suo amore fu contraccambiato con l’odio e infatti fu odiato senza ragione fu arrestato in Israele fu arrestato fu fatto arrestare dai capi sacerdoti dagli scribi e dai Farisei e dopo che lo arrestarono lo condannarono a morte da davanti al loro Sinedrio il consiglio giudaico praticamente lo condannarono a morte perché egli aveva dichiarato di essere il Figliuolo di Dio dopodiché lo lo lo menarono al governatore della Giudea che era Ponzio Pilato in quel tempo e chiesero che fosse crocifisso Pilato lo voleva liberare inizialmente perché non aveva trovato in lui nulla nessuna colpa che fosse degna di morte ma i capi sacerdoti gli anziani istigarono la folla a gridare che egli fosse crocifisso e quindi gridarono crocifiggilo crocifiggilo e Ponzio Pilato Ponzio Pilato sentenziò sentenziò che appunto Gesù doveva essere prima flagellato e poi crocifisso e dunque diede l’ordine che portò Gesù alla crocifissione lo crocifissero i soldati romani lo crocifissero in mezzo in mezzo a due malfattori e dopo alcune ore di agonia sulla croce Gesù rese lo spirito morì il suo corpo fu preso da un uomo di nome Giuseppe d’Arimatea che lo pose in una tomba nuova dove nessuno era stato mai posto e dopo tre giorni Iddio risuscitò Gesù Cristo sciolse gli angosciosi legami della morte e lo risuscitò a cagione della nostra giustificazione e quindi affinché l’opera espiatoria di Gesù Cristo fosse completata c’era bisogno della sua resurrezione resurrezione corporale che avvenne anche questa affinché si adempissero le Scritture dei profeti e dunque Gesù Cristo risuscitò dai morti e si fece vedere dopo essere risorto si fece vedere in svariate maniere e in diverse circostanze dai suoi discepoli dai suoi discepoli dopodiché fu dopo alcune settimane fu assunto in cielo alla destra di Dio alla destra della Maestà cioè dove è tuttora e dove intercede per i santi dunque le Scritture si sono adempiute sì si sono adempiute e noi ve lo proclamiamo ve lo proclamiamo affinché anche voi crediate che Gesù Cristo è il Figlio di Dio che ha adempiuto o nel quale sono si sono adempiute le Scritture dei profeti secondo le quali egli doveva morire per i nostri peccati e risuscitare a cagion della nostra giustificazione ecco questo diciamo è la ragione per cui vi proclamiamo questa buona notizia affinché anche voi crediate in lui come noi abbiamo già creduto in lui ma noi desideriamo che anche voi crediate in lui e mediante la fede in lui quindi otteniate la remissione dei vostri peccati e la vita eterna ed in questa maniera quindi possiate essere riconciliati con Dio perché allo stato attuale siete dei nemici di Dio perché siete dei peccatori schiavi del peccato dicevo affinché siate riconciliati con Dio e scampiate all’ira di Dio al giudizio di Dio a venire perché dovete sapere che per i peccatori c’è il giudizio di Dio l’ira di Dio è sopra di loro e quando essi muoiono vanno all’inferno che è un luogo di tormento dove arde un fuoco e dove c’è il pianto e lo stridore dei denti e dunque credendo nel Signore Gesù Cristo dopo che vi siete ravveduti non solo otterrete la remissione dei vostri peccati ma scamperete sarete salvati dal tormento dell’inferno e infatti riceverete la vita eterna e avrete dal momento che crederete nel Signore Gesù la certezza assoluta di avere la vita eterna perché la vita eterna è il dono di Dio in Cristo Gesù e dunque questa è la buona notizia che potete essere perdonati e potete scampare all’ira di Dio solamente in una maniera ravvedendovi dei vostri peccati e credendo in Gesù Cristo cioè lo ripeto nella sua morte espiatoria e nella sua resurrezione non c’è un’altra maniera affinché voi possiate essere perdonati non c’è un’altra maniera non c’è nessun altro che diciamo tramite cui voi potete essere salvati non illudetevi nella maniera più assoluta non illudetevi non pensate di potervi salvare da voi stessi mediante le vostre opere buone perché andrete all’inferno se appunto continuerete a pensare una tale cosa sappiate che la salvezza è per grazia non è per opere eh quindi non è qualche cosa che viene dalla persona è qualche cosa che si riceve da Dio mediante la fede affinché nessuno si glori ecco perché Dio ha mandato il suo Figliuolo in questo mondo per compiere la propiziazione dei nostri peccati affinché mediante la fede in lui l’uomo sia salvato dal peccato e dalla perdizione eterna che equivale a dire tormento eterno quindi la buona notizia è che tutto ciò è per grazia si riceve gratuitamente perché si fonda sui meriti di Gesù Cristo si fonda tutto ciò su ciò che ha fatto Gesù Cristo la salvezza si basa su ciò che ha fatto Gesù non su quello che noi abbiamo fatto o che possiamo fare no la salvezza si basa sull’opera perfetta di Gesù Cristo ecco perché noi che abbiamo creduto noi che veramente siamo stati salvati dal Signore noi vi proclamiamo queste cose affinché anche voi che ancora siete schiavi del peccato ancora siete perduti affinché anche voi siate possiate credere nel Signore Gesù e essere perdonati appieno di tutti i vostri peccati e veramente ricevere la vita eterna e mi rivolgo a voi Cattolici Romani che mi ascoltate ascoltatemi attentamente la remissione dei peccati non si può ricevere andandosi a confessare dal prete e quindi mediante l’assoluzione che dà il prete quell’assoluzione è nulla è fasulla non vale niente l’assoluzione ve la può dare solamente il Signore solo lui vi può assolvere solo lui vi può giustificare e per ottenere questa giustificazione lo ripeto voi dovete ravvedervi e credere nel Signore Gesù Cristo solamente in questa maniera otterrete la piena remissione di tutti i vostri peccati e la certezza di andare in cielo certezza che non avrete giammai fino a che continuerete a confidare nel in quell’uomo chiamato prete e vi dico anche un’altra cosa una volta che vi ravvedete e credete nel Signore Gesù Cristo uscite immediatamente dalla Chiesa Cattolica Romana abbandonando l’idolatria abbando abbandonando le le superstizioni varie abbandonando tutte le eresie di perdizione che la Chiesa Cattolica insegna e unitevi a una Chiesa Evangelica e fatevi battezzare per immersione nel nome del Padre del Figliuolo e dello Spirito Santo perché questo è il battesimo che Gesù ha ordinato devono ricevere coloro che hanno creduto in Gesù questo è il battesimo quindi sappiate Cattolici Romani che questa è la verità non v’illudete non v’illudete non continuate a farvi ingannare dai vostri preti già vi hanno ingannato abbastanza questa è la verità ravvedetevi e credete nel Signore Gesù Cristo le Scritture si sono adempiute in Gesù Cristo le Scritture si sono adempiute in Gesù Cristo e dunque chiunque crede in lui riceve la remissione dei peccati e la vita eterna mediante il suo nome questa è la buona notizia relativa al regno di Dio e al nome di Gesù Cristo chi ha orecchi da udire oda

* errata: reputevamo – corrige: reputavamo
* errata: lo – corrige: la
* errata: trovata

Questa voce è stata pubblicata in Audio Streaming, Bibbia, Cristianesimo, Italia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.