Brasile, pastori della Chiesa Cristiana Maranatha accusati di aver sottratto milioni di real provenienti dalle decime pagate dai fedeli

Antônio Ângelo Pereira dos Santos (a sinistra), Leonardo Meirelles de Alvarenga (a destra)

21 milioni di real sottratti dalle casse della sede centrale dell’Igreja Cristã Maranata – Presbitério Espírito Santense (ICM-PES).

Tre pastori e un diacono sono già stati rimossi dalle loro funzioni. Uno di essi è Antônio Ângelo Pereira dos Santos, vice presidente della Chiesa. Il contabile Leonardo Meirelles de Alvarenga sarebbe anch’egli coinvolto nella truffa.

Tutto il denaro delle decime dei fedeli che viene raccolto è mandato alla cassa centrale della sede della Chiesa, a Vila Velha (ES). Lì sono avvenute le frodi. Il denaro sottratto era utilizzato per comprare dollari, immobili e auto di lusso, oltre a rifornire i loro conti bancari.

La ICM è stata fondata nel 1968 a Vila Velha, stato dell’Espirito Santo. Ha più di cinquemila luoghi di culto in Brasile, è una delle Chiese che crescono di più nel paese ed è anche presente all’estero.

C’è un’indagine in corso da parte dell’Autorità giudiziaria.

Via | paulopes.com.br

Post correlati:

Questa voce è stata pubblicata in Brasile, Cristianesimo, Pentecostali e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.