Algeria: Krimo, il cristiano denunciato dai suoi vicini, arrestato dalla polizia, accusato di proselitismo dalla giustizia

Krimo Siaghi, un algerino di confessione cristiana, è stato arrestato giovedì 14 Aprile dai servizi di sicurezza nella città di Orano, a ovest di Algeri, secondo il sito DNA che lo ha appreso dal pastore Mustapha Krim, presidente della Chiesa Protestante d’Algeria (EPA). Il chiamato in causa è stato accusato di proselitismo.

Sono dei vicini del quartiere in cui vive questo giovane trentenne che l’avrebbero denunciato ai servizi di sicurezza. “Karimo ha iniziato una discussione con i suoi vicini sul tema del cristianesimo. Egli ha risposto alle loro domande, poi si sono rivoltati contro di lui accusandolo che cercava di evangelizzarli. Così lo hanno segnalato alla polizia”, ha detto Mustapha Krim, raggiunto al telefono.

Arrestato e portato al commissariato, Krimo è stato messo in custodia cautelare dal procuratore del tribunale di Orano, dice il presidente dell’EPA.

Quest’ultimo afferma inoltre che la polizia ha perquisito, in virtù di un mandato di perquisizione disposto dal procuratore, la casa del chiamato in causa. “Hanno trovato alcuni CD e la sua Bibbia personale. Oggetti di culto. Niente di insolito”, ha detto Krim.

via collectifalgerie

Post correlati:

Questa voce è stata pubblicata in Algeria, Cristianesimo, Detenuti cristiani, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.