Strage in scuola di Rio de Janeiro, Bambino evangelico viene risparmiato dall’assassino

Mateus Moraes: «Dio mi ha protetto»

Si chiama Mateus Moraes, ha 13 anni, e frequenta la scuola comunale Tasso da Silveira di Realengo, quartiere occidentale di Rio de Janeiro, dove ieri mattina è avvenuta una strage. Un ex studente di quella scuola, un 24enne di nome Wellington Menezes, è entrato nei locali della scuola, sparando all’impazzata e uccidendo diversi studenti.

Mateus si trovava nella sala 1801, al primo piano dell’edificio scolastico, e pregava vicino la lavagna quando l’assassino sparava sugli studenti: “Ero in piedi ed ero molto nervoso. Gli ho chiesto di non uccidermi, e lui mi ha detto: “Stai calmo che non ti ucciderò”. E non mi ha sparato”, ha detto il ragazzo.

via gospelprime.com.br

Post correlati:

Questa voce è stata pubblicata in Brasile, Cristianesimo, Pentecostali, Pericoli scampati e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.