Meditazioni di Charles Haddon Spurgeon sull’elezione fatte sparire dalle ADI

Fratelli nel Signore, sappiate che nel libro ‘Meditazioni del Mattino e della Sera’ di Charles Spurgeon tradotto e pubblicato da ADI-Media, mancano alcune meditazioni, di cui queste due che le ADI hanno fatto sparire perchè trattano la dottrina dell’elezione odiata e disprezzata dalle ADI:

 

29 Febbraio

Le ADI hanno tolto il giorno 29 Febbraio che invece Spurgeon aveva incluso. Qualcuno forse dirà: ‘In effetti Febbraio ne ha 28!’ Sì, ma non sempre, perché negli anni bisestili che cadono ogni quattro anni, Febbraio ha 29 giorni! E Spurgeon l’aveva messo il 29 Febbraio per non far mancare le due meditazioni giornaliere anche nell’anno bisestile. Ma le ADI non si sono fatti scrupoli di sorta e l’hanno tolto.

E l’hanno tolto quel giorno anche perché una delle due meditazioni (quella della sera) parla del proponimento dell’elezione di Dio! Eccola in inglese: ‘Now we have received … the spirit which is of God; that we might know the things that are freely given to us of God.” 1 Corinthians 2:12 – Dear reader, have you received the spirit which is of God, wrought by the Holy Ghost in your soul? The necessity of the work of the Holy Spirit in the heart may be clearly seen from this fact, that all which has been done by God the Father, and by God the Son, must be ineffectual to us, unless the Spirit shall reveal these things to our souls. What effect does the doctrine of election have upon any man until the Spirit of God enters into him? Election is a dead letter in my consciousness until the Spirit of God calls me out of darkness into marvellous light. Then through my calling, I see my election, and knowing myself to be called of God, I know myself to have been chosen in the eternal purpose. A covenant was made with the Lord Jesus Christ, by his Father; but what avails that covenant to us until the Holy Spirit brings us its blessings, and opens our hearts to receive them? There hang the blessings on the nail—Christ Jesus; but being short of stature, we cannot reach them; the Spirit of God takes them down and hands them to us, and thus they become actually ours. Covenant blessings in themselves are like the manna in the skies, far out of mortal reach, but the Spirit of God opens the windows of heaven and scatters the living bread around the camp of the spiritual Israel. Christ’s finished work is like wine stored in the wine-vat; through unbelief we can neither draw nor drink. The Holy Spirit dips our vessel into this precious wine, and then we drink; but without the Spirit we are as truly dead in sin as though the Father never had elected, and though the Son had never bought us with his blood. The Holy Spirit is absolutely necessary to our well-being. Let us walk lovingly towards him and tremble at the thought of grieving him.’

La traduzione è: ‘Ora noi abbiamo ricevuto … lo spirito che viene da Dio, affinché possiamo conoscere le cose che ci sono state donate da Dio’ 1 Corinzi 2:12 – Caro lettore, hai tu ricevuto lo spirito che viene da Dio, prodotto dallo Spirito Santo nella tua anima? La necessità dell’opera dello Spirito Santo nel cuore può essere chiaramente vista da questo fatto, che tutto quello che è stato fatto da Dio il Padre, e da Dio il Figlio, deve essere inefficace [o inutile] verso di noi, a meno che lo Spirito non rivelerà queste cose alle nostre anime. Che effetto ha la dottrina dell’elezione sopra un qualsiasi uomo fino a che lo Spirito di Dio non entra in lui? L’elezione è una lettera morta nella mia coscienza fino a che lo Spirito di Dio non mi chiama dalle tenebre alla meravigliosa luce. Allora attraverso la mia chiamata, io vedo la mia elezione, e sapendo io stesso di essere chiamato da Dio, io stesso so di essere stato eletto nell’eterno proponimento. Un patto fu fatto con il Signore Gesù Cristo da suo Padre; ma a che ci serve quel patto fino a che lo Spirito Santo non ci porta le sue benedizioni, e ci apre il nostro cuore per riceverle? Le benedizioni stanno appese al chiodo – cioè a Cristo Gesù; ma essendo bassi di statura, noi non possiamo raggiungerle; lo Spirito di Dio le porta giù e ce le porge, e in questa maniera esse diventano effettivamente nostre. Le benedizioni del patto in sé stesse sono come la manna nei cieli, lontane dalla portata del mortale, ma lo Spirito di Dio apre le finestre del cielo e sparge il pane vivente attorno al campo dell’Israele spirituale. L’opera finita di Cristo è come vino riposto nel tino per vino; attraverso l’incredulità noi non possiamo né attingere e neppure bere. Lo Spirito Santo immerge il nostro recipiente dentro questo prezioso vino, e allora noi beviamo; ma senza lo Spirito noi siamo veramente morti nel peccato come se il Padre non ci avesse mai eletto, e il Figlio non ci avesse mai comprato con il Suo sangue. Lo Spirito Santo è assolutamente necessario al nostro benessere. Camminiamo affettuosamente verso di lui e tremiamo al pensiero di rattristarlo’.

Ora, leggendo attentamente questa meditazione di Spurgeon, è evidente il perché il giorno 29 Febbraio è stato fatto sparire dalle ADI: perché essa confuta la dottrina delle ADI secondo cui la salvezza dipende dalla volontà o libero arbitrio dell’uomo. Hanno pensato quindi che dato che c’erano, senza il bisogno di sostituire questa meditazione con un’altra presa da un altro libro di Spurgeon (cosa che come vedremo dopo essi hanno fatto nel caso di un’altra meditazione che concerne l’elezione), potevano tranquillamente togliere il giorno, fiduciosi che nessun lettore italiano si sarebbe accorto della sua mancanza, perché si sa che Febbraio ha sempre 28 giorni tranne negli anni bisestili; e oltre a ciò Spurgeon mica poteva pensare anche agli anni bisestili!

Ora vi domando: ‘Come possono essere definiti gli individui che hanno agito così?’

29 Luglio (Sera)

La meditazione è sul passo “tutto quel che il Padre mi dà, verrà a me” (Giovanni 6:37): ‘This declaration involves the doctrine of election: there are some whom the Father gave to Christ. It involves the doctrine of effectual calling: these who are given must and shall come; however stoutly they may set themselves against it, yet they shall be brought out of darkness into God’s marvellous light. It teaches us the indispensable necessity of faith; for even those who are given to Christ are not saved except they come to Jesus. Even they must come, for there is no other way to heaven but by the door, Christ Jesus. All that the Father gives to our Redeemer must come to him, therefore none can come to heaven except they come to Christ.

Oh! the power and majesty which rest in the words “shall come.” He does not say they have power to come, nor they may come if they will, but they “shall come.” The Lord Jesus doth by his messengers, his word, and his Spirit, sweetly and graciously compel men to come in that they may eat of his marriage supper; and this he does, not by any violation of the free agency of man, but by the power of his grace. I may exercise power over another man’s will, and yet that other man’s will may be perfectly free, because the constraint is exercised in a manner accordant with the laws of the human mind. Jehovah Jesus knows how, by irresistible arguments addressed to the understanding, by mighty reasons appealing to the affections, and by the mysterious influence of his Holy Spirit operating upon all the powers and passions of the soul, so to subdue the whole man, that whereas he was once rebellious, he yields cheerfully to his government, subdued by sovereign love. But how shall those be known whom God hath chosen? By this result: that they do willingly and joyfully accept Christ, and come to him with simple and unfeigned faith, resting upon him as all their salvation and all their desire. Reader, have you thus come to Jesus?’

La traduzione è: ‘Questa dichiarazione [“tutto quel che il Padre mi dà, verrà a me” (Giovanni 6:37)] implica la dottrina dell’elezione: ci sono alcuni che il Padre diede a Cristo. Essa implica la dottrina della chiamata efficace: questi che sono dati devono venire e verranno; non importa quanto vigorosamente essi possano mettersi contro di essa, cionondimeno essi saranno trasportati dalle tenebre nella meravigliosa luce di Dio. Essa ci insegna la necessità indispensabile della fede; perché anche coloro che sono dati a Cristo non sono salvati se non vengono a Gesù. Anch’essi devono venire, perché non c’è altra via per il cielo all’infuori della porta, Cristo Gesù. Tutto quello che il Padre dà al nostro Redentore deve venire a lui, e quindi nessuno può andare in cielo se essi non vengono a Cristo.

Oh la potenza e la maestà che riposano nelle parole ‘verrà’. Egli non dice che hanno il potere di venire, e neppure che essi possono venire se essi vogliono, ma che essi ‘verranno’. Il Signore Gesù per mezzo dei suoi messaggeri, della sua parola, del suo Spirito, dolcemente e benignamente costringe gli uomini a entrare affinché essi possano mangiare della cena del suo matrimonio; e questo egli fa, non attraverso una qualche violazione della capacità dell’uomo di agire liberamente [in inglese: free agency], ma attraverso la potenza della sua grazia. Io posso esercitare potere sulla volontà di un altro uomo, e tuttavia la volontà dell’altro uomo può essere perfettamente libera, perché la costrizione viene esercitata in una maniera concordante con le leggi della mente umana. Jehovah Gesù sa come, attraverso ragionamenti irresistibili rivolti alla ragione, attraverso potenti ragioni che fanno appello agli affetti, e attraverso l’influenza misteriosa del suo Spirito Santo che opera su tutti i poteri e le passioni dell’anima, in maniera da sottomettere l’intero uomo, che mentre una volta era ribelle, egli si arrende gioiosamente al suo governo, sottomesso dall’amore sovrano. Ma come si conosceranno coloro che Dio ha scelto? Da questo risultato: che essi volontariamente e gioiosamente accettano Cristo, e vengono a lui con una fede semplice e non finta, appoggiandosi su lui con tutta la loro salvezza e tutto il loro desiderio. Lettore, sei tu venuto a Gesù in questo modo?’

Le ADI hanno omesso di tradurla, e quindi non esiste. L’hanno rimpiazzata con una meditazione sulla purezza di cuore, che fa parte di un altro libro di Spurgeon. E’ ovvio il motivo: perché essa confuta il loro insegnamento sul perché gli uomini vengono a Gesù. Che disonesti e sleali sono stati!

Giacinto Butindaro

Post correlati:

 

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Bibbia, Cristianesimo, Italia, NewsDigest, Pentecostali e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.