Dopo tredici anni il livello del Mar Morto cresce di otto centimetri

Dopo anni di siccità che hanno visto il livello dell’acqua del Mar Morto abbassarsi di ben quindici metri, questo inverno il livello si è alzato di otto centimetri.

Il livello d’acqua in diverse falde acquifere, inoltre, è risalito di nuovo nel limite critico indicato con la ‘linea rossa’.

Secondo le autorità competenti questi dati indicano che la pioggia di questo inverno ha coperto il deficit d’acqua dell’anno scorso ma non dei cinque anni precedenti.

Il livello del lago di Galilea ha superato la linea rossa per la prima volta dal luglio del 2008, l’acqua delle sorgenti che alimentano il torrente Naaman hanno ripreso a sgorgare, la portata dei torrenti che confluiscono nel lago ha raggiunto quantità da record.

Il maggiore aumento si è registrato nel torrente Saar, che ha raggiunto una portata di 25 metri cubi al secondo. Nel 1982 fu rilevata una portata di 20,4 metri cubi.

Le autorità non hanno rilasciato dichiarazioni circa la possibilità di reintrodurre la tassa sulla siccità e di aumentare il volume d’acqua destinata all’agricoltura. Queste decisioni sono rimandate al prossimo mese e dipenderanno dalle piogge che cadranno in questo mese.

Adattamento: R.P.

Fonte: Amiram Cohen, Haaretz.com (4 marzo 2010) via SBF Taccuino

Post corrrelati:

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Israele, Luoghi turistici e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.