India, Karnataka: Pastori e fedeli aggrediti da radicali indù e poi arrestati

india_karnataka1Chennarayapatna, distretto di Hassan – Il 12 maggio era stato organizzato un incontro di preghiera in una scuola chiamata Sidda Vinayaka School. Mentre era in corso la riunione, alle 3 del pomeriggio, un gruppo di 25 leader del Bajarang Dal/RSS/BJP è piombato nella scuola ed ha aggredito i pastori K.K. Ramesh (30 anni), P.S. Anjaneya (35 anni) e i fedeli Sangarasimha (25 anni), Calton (35 anni), e Manjunath (25 anni) di Every Home Crusade accusandoli di conversioni forzate. I radicali indù hanno anche molestato verbalmente le donne presenti all’incontro e hanno bruciato tutte le Bibbie e altri libri cristiani disponibili là. Poi gli estremisti si sono recati all’abitazione del pastore K.K. Ramesh e hanno distrutto tutti gli oggetti di valore. Tutto ciò è durato per circa 45 minuti. Manjunath ed un altro credente sono rimasti feriti, entrambi erano sanguinanti al viso e alle orecchie.
Verso le ore 16 la polizia è arrivata sul posto, e invece di agire contro gli aggressori ha arrestato i pastori K.K. Ramesh, P.S. Anjaneya, ed i fedeli Sangarasimha, Calton e Manjunath e li ha portati al commissariato. Alle vittime sono state negate le cure mediche e sono state trattenute alla stazione di polizia per ulteriori indagini. I cristiani, vittime dell’aggressione, sono stati rilasciati verso le 23.

Via | Persecution.in

Post correlati:

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, India, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.