Argentina, Oberá: Pastore condannato a 15 anni di prigione per aver abusato delle sue tre figlie

José Ándel D., 41 anni, si è seduto sul banco degli imputati con l’accusa di abuso sessuale con accesso carnale aggravato dal vincolo di parentela in due fatti e in uno di abuso sessuale senza accesso carnale aggravato dal vincolo di parentela.

Il caso è venuto alla luce nel 2007 quando la madre delle bambine ha denunciato suo marito dopo che una delle sue figlie era fuggita di casa, situata nel quartiere Tiro Federal della città di Oberá, e aveva cercato di togliersi la vita.

Secondo quanto dichiarato dalla donna in quell’occasione, le bambine passavano parecchie ore al giorno a piangere. Le minori, che in quel tempo avevano 8, 10 e 4 anni, non volevano raccontare nulla alla loro madre perché erano minacciate dal padre.

Ieri hanno dichiarato le tre figlie del pastore, oltre alla moglie, che hanno confermato gli aberranti fatti. Così pure i vicini, la famiglia e i fedeli della Chiesa Evangelica Assemblea di Dio, che hanno fornito dettagli del tipo di vita dell’imputato.

Secondo quanto trapelato, l’imputato ha usato la sua posizione di pastore e avrebbe negato i fatti, sostenendo che è stata una strategia per togliergli i beni.

Via | Misiones On Line

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Abusi sessuali, Argentina, Cristianesimo e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.