Stati Uniti, Florida: Tommy Moya lascia l’incarico di pastore dopo aver commesso adulterio

tommy-moya

Il pastore portoricano Tommy Moya, che dirigeva programmi televisivi e radiofonici cristiani negli Stati Uniti e America Latina, ha rinunciato domenica all’incarico di pastore generale di una chiesa cristiana in Florida dopo aver riconosciuto che ha commesso adulterio.

Il Consiglio di Governo del Centro Cristiano Restauración di Orlando, nel centro dello Stato, ha annunciato oggi le dimissioni del pastore in un breve comunicato, ma non ha fornito ulteriori dettagli.
“La scorsa domenica Tommy Moya ha notificato alla congregazione la sua rinuncia volontaria a causa del suo peccato di adulterio, assumendosi pubblicamente la responsabilità delle proprie azioni”, è scritto nel comunicato.
Il religioso, 42 anni, è sposato con Janet Moya ed è padre di due ragazze, secondo il sito internet di questo centro religioso che accoglie oltre 2.800 persone settimanalmente.
Il pastore, fondatore di questa chiesa cristiana, è ospite di programmi televisivi che vengono trasmessi negli Stati Uniti, Portorico, Centro e Sud America e in alcuni paesi dell’Europa.
I suoi programmi radiofonici sono ascoltati in Florida, Connecticut, Costa Rica, Repubblica Dominicana e Venezuela.
E’ autore dei libri “Destinados para las alturas” e “El Maravilloso Evangelio de la Gracia” e teneva conferenze a livello internazionale su argomenti vari: leadership, crescita nella chiesa, salute interiore ecc.

Via | Agencia La Voz

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Pentecostali, Stati Uniti e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.