Messico, Chiapas: Evangeliche arrestate, umiliate e obbligate a lavare il carcere

cellaDopo che sono state arrestate, umiliate e costrette a lavare il carcere, le evangeliche della località Ucuntic, del municipio di Chamula, sono state condannate a pagare 3 mila 850 pesos prima di venerdì o taglieranno la luce e l’acqua alle loro abitazioni.

Il “reato” è quello di non aver partecipato alla tradizionale festa cattolica della Santa Croce di domenica scorsa e di aver rifiutato di pagare 26 pesos per cooperare alle spese della festa.

Questo mercoledì dopo essere state arrestate a Ucuntic, trasferite nel capoluogo municipale, ed umiliate a pulire la cella della prigione, le autorità municipali hanno tenuto una riunione per “analizzare” il problema.

I tradizionalisti chiedono che gli evangelici paghino 450 pesos per cooperare alle spese della festa più 3 mila 400 pesos per consumo di benzina di dieci autovetture che hanno accompagnato i detenuti da Ucuntic fino al capoluogo municipale.

Le evangeliche hanno insistito sul fatto che la libertà di culto è il diritto costituzionale di ogni cittadino messicano, tuttavia, per non restare in carcere sono state costrette a firmare un “accordo” che pagheranno la multa o le autorità di Ucuntic gli taglieranno l’acqua e l’elettricità.

Via | amen-amen.net

Post correlati:

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Intercessione, Messico, Persecuzione e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.