[Video] L’ecumenico Gilberto Perri

Salute a te.

Gilberto Perri, pastore della Chiesa Pentecostale ‘Gesù Cristo è il Signore’ di Gallico (RC), si è messo con i Cattolici Romani. Infatti l’8 Agosto 2008 a Zervò (RC) ha incontrato Don Gelmini (ben noto prelato della Chiesa Cattolica Romana). In questo video vedrai alcuni momenti di questo incontro ‘ecumenico’, veramente scandaloso e sconcertante.

Dio ti benedica

Giacinto Butindaro

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Ecumenismo, Italia, Pentecostali, Video e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

26 risposte a [Video] L’ecumenico Gilberto Perri

  1. GILBERTO PERRI scrive:

    Caro Butindaro,
    spero di poter avere con te un rapporto epistolare cristiano, fatto di franchezza e di verità.
    Ti do fraternamente il tu poichè sento in te l’amore per Gesù Cristo.
    Siamo entrambi impegnati nel fare la volontà di Dio e forse in maniera diversa cerchiamo gli stessi risultati.
    Per far si che tu possa meglio definirmi ti informo che non sono un cristiano cattolico né un cristiano evangelico o di qualsivoglia altra denominazione: mi sento e mi proclamo cristiano soltanto per poter amare e collaborare con tutti coloro che in ogni parte della terra invocano il nome del Singore.
    In un anno la nostra chiesa di Gallico ha battezzato 160 anime ma un pastore evangelico “mosso da pio timore ha rintuzzato dicendo che i cattolici ne battezzano molti si più. Poi abbiamo saputo che nella sua comunità nello stesso anno di riferimento -2008- ne ha battezzati appena 6.
    Circa ciò che insegno è dichiarato nelle mie prediche, presenti sul web e per meglio farmi conoscere ti sottopongo un mio studio.
    Spero di poter servire Gesù Cristo insieme a te ed a molti altri amati fratelli.
    http://www.ccgcs.com/lb/LIBROPACE.pdf
    Caro Butindaro se vieni a Reggio Calabria spero mi darai l’onore di ospitarti.

  2. Pace a te Gilberto.
    Ti ringrazio per l’informazione che mi hai dato, anche se già guardando il video avevo già capito che tu preferisci definirti solo ‘Cristiano’.
    Anch’io sono un Cristiano, ma appunto perché sono un Cristiano non mi sento spinto a collaborare con tutti coloro che invocano il nome del Signore, ma solo con coloro che oltre ad invocarlo fanno la volontà di Dio, e sì, perché esistono tanti che pur invocando il nome del Signore non fanno la volontà di Dio. Non ha forse Gesù fatto chiaramente capire che ci sono molti che invocano il suo nome ma non fanno la volontà del Padre Suo (cfr. Matteo 7:21-23), e in quel giorno li chiamerà “operatori d’iniquità’, perché tali sono? Eppure invocano il Signore!
    Quindi è bene discernere chi oltre a invocare il nome del Signore Gesù fa la volontà di Dio, e la volontà di Dio è che noi ci santifichiamo, quindi che ci asteniamo tra le altre cose dall’idolatria perché ci viene comandato “fuggite l’idolatria” (1 Corinzi 10:14). E a me non risulta che i Cattolici Romani con i quali tu adesso ti sei messo a collaborare, fanno la volontà di Dio perché l’idolatria invece che fuggirla la procacciano. Non lo vedi questo? A me pare di no, perché le tenebre ti hanno accecato gli occhi. Ma io grazie a Dio lo vedo, e come me lo vedono tantissimi altri Cristiani. Non hai mai letto che con chi si dice fratello, ma è un idolatra, non dobbiamo mischiarci o associarci, anzi con un tale non dobbiamo neppure mangiare (1 Corinzi 5:9-11)? Quindi, ammesso e non concesso che i Cattolici Romani siano dei fratelli come dici tu, tu non dovresti neppure mangiare con loro! Ma tu fai finta di niente, e prendi le parole di Paolo e te le getti dietro le spalle, come se niente fosse. Guarda che quando Paolo dava questo ordine, era Cristo che parlava in lui, quel Cristo che tu dici di amare. A proposito, ma non ha forse detto Gesù: “Chi ha i miei comandamenti e li osserva, quello mi ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio, e io l’amerò e mi manifesterò a lui … Chi non mi ama non osserva le mie parole” (Giovanni 14:21,24)? Qui c’è poco da fare e poco da dire, dunque, se si ama Cristo si osservano i suoi comandamenti altrimenti non si osservano. Puoi riempirti la bocca di tutte le parole migliori con le quali esprimere il tuo amore per Cristo, ma se rifiuti di obbedire alle parole di Cristo dette tramite Paolo, esse saranno solo parole dette al vento, che non avranno nessun effetto su di me, e questo perché io sono un Cristiano, un discepolo di Cristo, che crede pienamente alle parole di Cristo e non si lascia ingannare dall’apparenza.
    Dunque, Gilberto, tu agendo così, stai trasgredendo la Parola di Dio, e stai inducendo tanti fratelli a trasgredire la Parola assieme a te, e sono sicuro che se non vi ravvedete andrete di male in peggio, perché l’ecumenismo è l’inizio della fine. E sappi che per chi agisce così c’è l’ira di Dio.
    Io dunque vi esorto a rientrare in voi stessi, a riconoscere la verità, e ad abbandonare questo sentiero ‘ecumenico’, perché è un sentiero storto, dove si può camminare solo se si fanno dei compromessi, cioè solo se si calpesta la Parola di Dio. Ne avrai del bene, solo del bene. Allora vedrò in voi dei Cristiani che si conducono in maniera degna del Vangelo, ma fino a quando camminerete a braccetto con gli infedeli, io leverò la mia voce contro questo vostro comportamento iniquo, che non solo fa cadere in peccato i fratelli, ma è d’ostacolo alla conversione dei Cattolici Romani. Sì, perché nel caso tu lo abbia dimenticato, i Cattolici Romani sono degli idolatri che si devono ravvedere, e convertire dagli idoli all’Iddio vivente e vero, e questo glielo si deve dire. Io glielo dico, ma tu evidentemente no perché altrimenti non potresti avere la loro amicizia. Ma io dell’amicizia dei Cattolici Romani non me ne faccio niente, quella che ricerco è l’amicizia di Dio, il Suo favore, solo quello. Tu invece hai a cuore l’amicizia dei Cattolici Romani, e per questo stai zitto e non confuti le eresie di perdizione della Chiesa Cattolica Romana e non parli loro come un VERO Cristiano deve parlare agli idolatri per la loro salvezza. Niente di meno sei riconoscente a Dio per Giovanni Paolo II !! Come?! Ringrazi Dio per il papa che più di tutti i suoi predecessori ha incoraggiato e diffuso il culto a Maria (che è idolatria agli occhi di Dio) in tutto il mondo durante tutto il suo pontificato, contribuendo a fare andare all’inferno milioni di persone!! Ma lo sai che gli idolatri non erediteranno il Regno di Dio (cfr. 1 Corinzi 6:9,10)? Risvegliati dal sonno in cui sei caduto, esci dall’inganno di cui sei rimasto vittima.
    Potrei proseguire per giornate a scriverti, ma spero che queste mie parole ti abbiano fatto capire – nel caso non lo avessi ancora capito molto bene – qual è il mio atteggiamento verso tutti quei pastori che come te si sono dati all’ecumenismo, perché di ribelli come te ce ne sono purtroppo molti.
    Le mie parole sono dure, certo, e probabilmente non ti faranno piacere, ma ti confesso sono le uniche che posso rivolgerti adesso, e te le rivolgo da parte di Dio, mosso dall’amore di Cristo, quello vero e non quello finto (che si mette a camminare con gli idolatri).

    Nella speranza che tu possa rientrare in tè stesso quanto prima, ti saluto nel Signore.

    Giacinto Butindaro

    P.s. A proposito dello studio da te segnalatomi, ti faccio sapere che è pieno di menzogne, che ho già confutato ampiamente. Sappi infatti che ‘la teologia del dominio’ che tu hai accettato, è dal diavolo; rigettala dunque.
    http://www.lanuovavia.org/confutazioni-teologia-dominio.html

  3. gianluca scrive:

    tra l’altro se non erro il parroco Gelmini è accusato
    di cose orrende (pedofilia), puo’ un ministro di Dio compiere queste cose??

  4. ANTONIO scrive:

    LETTERA APERTA Al PASTORE GILBERTO PERRI, CHE E’ RIMASTO SEDOTTO DAL SERPENTE ANTICO
    2 Corinzi 11:3 Ma temo che come il serpente sedusse Eva con la sua astuzia, così le vostre menti siano corrotte e sviate dalla semplicità e dalla purità rispetto a Cristo.
    Ecco quello che ti è accaduto; perché ti sei messo a fare comunelle con persone inconvertite. Ho assistito al vostro incontro e a dir poco sono rimasto disgustato fin dal primo momento perche’ ho visto che ti sei abbracciato un idolatra come se foste due fratelli aventi la stessa fede, invece di abbracciarlo avresti dovuto comandargli di ravvedersi e di convertirsi a Cristo presentandogli il vangelo del Signore Gesu’ Cristo .
    Il prete ti ha detto: LA FEDE E’ UN MODO DI VIVERE , VERO?
    E tu gli hai risposto: ABBIAMO SENTITO IL BISOGNO DI VENIRE A CONOSCERLA SAPENDO PURE LE SUE VICESSITUDINI E PORTARLE LA NOSTRA SOLIDARIETA’ CRISTIANA , E VERO CHE VI SIAMO VICINI E CHE L’ALBERO SI VEDE DAI FRUTTI ED I SUOI SONO CONOSCIUTI IN AMBITO NAZIONALE ANCHE NOI LI CONOSCIAMO PER MEZZO DEI MASS-MEDIA ED ABBIAMO UNA BELLA IMPRESSIONE DELLA SUA PERSONA.
    A prescindere che la fede e’ un modo di vivere da cristiano e non da idolatra, qual’e’ la fede di un prete? Quella cattolica romana, fatta di idolatria in ogni cosa che fanno, storcendo le scritture, ed interpretandole in modo sbagliato , eccc….
    Hai detto che avete sentito il bisogno di venire a conoscerlo benchè sapeste le sue vicissitudini e gli avete portato le vostra solidarietà cristiana, solidarietà in che cosa? Nel caso che tu l’abbia dimenticato, ti rammento che questo “” tuo fratello”” e’ stato accusato da diversi ragazzi di pedofilia, e tu pastore ad una persona del genere gli porti la tua solidarietà cristiana? NON PROVI VERGOGNA PER QUESTE TUE INIQUE PAROLE? Perché sei andato a trovarlo? Perché ti fa’ comodo l’amicizia di una persona cosi? Di sicuro avrai i tuoi interessi che non sono per niente cristiani altrimenti non solo non saresti andato a trovarlo oppure lo avresti ammonito e lo avresti chiamato a ravvedimento.
    Tu hai detto al prete: , E VERO CHE VI SIAMO VICINI E CHE L’ALBERO SI VEDE DAI FRUTTI ED I SUOI SONO CONOSCIUTI IN AMBITO NAZIONALE ANCHE NOI LI CONOSCIAMO PER MEZZO DEI MASS-MEDIA ED ABBIAMO UNA BELLA IMPRESSIONE DELLA SUA PERSONA.
    L’albero si vede dai frutti? E sono buoni frutti quelli che il suo albero ha portato? I suoi frutti li hai conosciuti tramite i mass-media? Le persone come te fanno “ vergogna al cristianesimo”
    E mettono onta su tutti coloro che ci hanno preceduti nella fede e sono morti in essa per mezzo di persecuzione da parte della chiesa romana, si per mano dei tuoi “” fratelli””, poi hai detto: ABBIAMO UNA BELLA IMPRESSIONE DELLA SUA PERSONA.
    E’ questo l’effetto che ti fa’ una persona del genere? Ti da’ una “”bella impressione?”
    A me mi da l’impressione di una persona perduta, morta nei falli e nei peccati, di una persona che serve il diavolo e che si trova sulla via della perdizione, di una persona che se non si ravvede dai suoi peccati lasciando il cattolicesimo romano con le sue dottrine malvagie e demoniache andrà un giorno nel fuoco eterno con il diavolo che ha servito nella sua vita e che e’ suo padre perche’ una persona del genere non può che essere “” figlio del diavolo”” e tu di una persona del genere hai una “” bella impressione”” VERGOGNATI-VERGOGNATI-VERGOGNATI. ED INFINITAMENTE VERGOGNATI.

    Il prete ti ha detto: OGGI PER ME E’ UN GIORNO IMPORTANTE E PRIMA ANCORA DI INIZIARE VOGLIO DARE AL VOSTRO PASTORE UN MIO RICORDO CHE CONSERVERAI POI’ EHI?, QUESTO, LA SANTISSIMA TRINITA’ E QUI LA COMUNITA’ INCONTRO LA CASA MADRE CON I RAGAZZI CHE SONO USCITI DALLA COMUNITA’ E TORNANO ALLA VITA DI PRIMA , DIVERSI DA PRIMA PERCHE’ HANNO SCOPERTO LA FEDE , LA FEDE, E SEGUE UN APPLAUSO (FATTO DA CHI?) E SE NON SCOPRIRANNO LA FEDE, NON USCIRANNO DALLA DROGA. PERCHE’ LA DROGA E’ IL SEME DI SATANA , LA DROGA E’ MORTE , LA DROGA E’ LA DISTRUZIONE DI OGNI VALORE , PENSATE PER ESEMPIO UN PADRE DI FAMIGLIA CHE HA DEI BAMBINI PICCOLI RUBA I SOLDI ALLA MOGLIE CHE SERVONO PER COMPERARE IL LATTE AI BAMBINI , AL BAMBINO, UNA COSA INCREDIBILE , PER QUESTO IO VOGLIO DARTI QUESTO IN CAMBIO PERO’ TI PREGO TIENILO LI’ VICINO( ALZANDO LA MANO ) . VA BENE?
    Tra le tante cose, il prete ti ha detto che voleva darti un suo ricordo e ti ha dato un idolo dicendoti di metterlo li vicino, dove dovevi metterlo? Perché lo hai accettato? Perché non gli hai detto quello che disse Gesu’? Giovanni 4: 23 Ma l’ora viene, anzi è già venuta, che i veri adoratori adoreranno il Padre in ispirito e verità; poiché tali sono gli adoratori che il Padre richiede. 24 Iddio è spirito; e quelli che l’adorano, bisogna che l’adorino in ispirito e verità.
    Perché non gli hai detto quello che disse Paolo? Atti 17: 29 Essendo dunque progenie di Dio, non dobbiam credere che la Divinità sia simile ad oro, ad argento, o a pietra scolpiti dall’arte e dall’immaginazione umana. 30 Iddio dunque, passando sopra ai tempi dell’ignoranza, fa ora annunziare agli uomini che tutti, per ogni dove, abbiano a ravvedersi.
    Perché non gli hai detto che e’ scritto: esodo 20: 3 Non avere altri dii nel mio cospetto. 4 Non ti fare scultura alcuna né immagine alcuna delle cose che sono lassù ne’ cieli o quaggiù sulla terra o nelle acque sotto la terra; 5 non ti prostrare dinanzi a tali cose e non servir loro, perché io, l’Eterno, l’Iddio tuo, sono un Dio geloso che punisco l’iniquità dei padri sui figliuoli fino alla terza e alla quarta generazione di quelli che mi odiano?
    perche’ non gli hai detto che Dio odia le cose che lui sta facendo? , lo hai fatto solo per un motivo, PER PIACERGLI E NON INIMICARTELO. Per questo lo hai fatto mentre avresti dovuto avere il sentimento di paolo che diceva : Galati 1: 10 Vado io forse cercando di conciliarmi il favore degli uomini, ovvero quello di Dio? O cerco io di piacere agli uomini? Se cercassi ancora di piacere agli uomini, non sarei servitore di Cristo.
    Quindi tu cercando di piacere agli uomini, NON PUOI servire Cristo perche’ Egli ha detto: matteo 6: 24 Niuno può servire a due padroni; perché o odierà l’uno ed amerà l’altro, o si atterrà all’uno e sprezzerà l’altro. Voi non potete servire a Dio ed a Mammona
    Giosuè disse: GIOSUE’ 24: 15 E se vi par mal fatto servire all’Eterno, scegliete oggi a chi volete servire: o agli dèi ai quali i vostri padri servirono di là dal fiume, o agli dèi degli Amorei, nel paese de’ quali abitate; quanto a me e alla casa mia, serviremo all’Eterno’.
    ELIA DISSE: 1 RE 18: 21 Allora Elia s’accostò a tutto il popolo, e disse: ‘Fino a quando zoppicherete voi dai due lati? Se l’Eterno è Dio, seguitelo; se poi lo è Baal, seguite lui’. Il popolo non gli rispose verbo.
    PROVO VERGOGNA AL POSTO TUO, perche’ il diavolo ti ha accecato la mente e chiuso gli occhi, TORNA IN TE RAVVEDENDOTI, ricordati che hai con te tante persone che hanno fiducia in te mentre tu con il tuo comportamento stai TRADENDO LA LORO FIDUCIA,. E li stai portando a fare compromessi con il diavolo che e’ bugiardo, padre della menzogna e omicida fin dal principio. Non mi stancherò mai di dirti: RAVVEDITI!!!!!!

    Il prete ha detto: I RAGAZZI CHE SONO USCITI DALLA COMUNITA’ E TORNANO ALLA VITA DI PRIMA , DIVERSI DA PRIMA PERCHE’ HANNO SCOPERTO LA FEDE ,
    hanno scoperto la fede? Ma perche’ e’ fede quella dei cattolici romani? E’ fede falsa altroché, e poi e’ fede in chi?, in Maria?, nel papa? Nei tantissimi idoli che invocano? Fede nei spauracchi dei loro idoli? Fede nel prete? Fede in chi? certamente non e’ fede nel Cristo Vivente e Vero . certamente non e’ cristianesimo quello che loro praticano, ma paganesimo mascherato da cristianesimo, non e’ certamente il vangelo di Cristo che praticano, ma un altro evangelo, e tu naturalmente dai il tuo benestare a tutto ciò!!
    I prete ha detto: LA DROGA E’ IL SEME DI SATANA , ed io dico perche’ le false dottrine non lo sono?
    I prete ha detto: LA DROGA E’ MORTE , ed io dico , perche’ le false dottrine non provocano la morte spirituale?
    I prete ha detto: LA DROGA E’ LA DISTRUZIONE DI OGNI VALORE , ed io dico , perche’ le false dottrine non distruggono i veri valori spirituali?
    E Gesu’ cosa disse Giovanni 10: 10 Il ladro non viene se non per rubare e ammazzare e
    distruggere; e secondo te la dottrina romana non ruba la fede? Non ammazza le anime? Non le distrugge?
    Queste persone che hai con te hanno fiducia in te, e tu le porti a battere sentieri tortuosi! VERGOGNATI.
    Altro che servire Cristo ed il Suo Spirito.
    Tu ti comporti come costui: Giovanni 10: 12 Il mercenario, che non è pastore, a cui non appartengono le pecore, vede venire il lupo, abbandona le pecore e si dà alla fuga, e il lupo le rapisce e disperde.
    13 Il mercenario si dà alla fuga perché è mercenario e non si cura delle pecore.
    Almeno il mercenario quando vede il lupo scappa via tu invece le pecore le porti direttamente nella tana del lupo, le porti a sua completa disposizione e lui con i suoi insegnamenti le fa’ sue prede, e cosa risponderai a Cristo tu in quel giorno? VERGOGNATI!!!!

    Quando il prete ti ha dato l’idolo e ti ha detto: TI PREGO TIENILO LI’ VICINO (ALZANDO LA MANO ) . VA BENE?
    Tu hai risposto: SENZ’ALTRO GRAZIE .
    SENZ’ALTRO GRAZIE .
    VENIAMO NEL NOME DI GESU’ CRISTO , COME DICEVA PRIMA (E FA UN GESTO INDICANDO IL PRETE) UN NOME CHE QUASI SI VUOLE DIMENTICARE , MA CHE E’ MOTIVO DELLA NOSTRA VITA . QUANDO ERO CATTOLICO DICEVO TRE ROSARI AL GIORNO , POI HO INCONTRATO LE SCRITTURE PERCHE’ IL SIGNORE MI HA PORTATO ALLE SCRITTURE IN MANIERA LAICA PER UN BISOGNO DELL’ANIMA .

    Sei andato nel nome di Gesu’? allora perche’ non lo hai evangelizzato? Perché prima di ogni altra cosa non gli hai detto che: 1 cor 15: 3 Poiché io v’ho prima di tutto trasmesso, come l’ho ricevuto anch’io, che Cristo è morto per i nostri peccati, secondo le Scritture; 4 che fu seppellito; che risuscitò il terzo giorno, secondo le Scritture;
    perche’ non gli hai detto che: Luca 24: 47 e che nel suo nome si predicherebbe ravvedimento e remission dei peccati a tutte le genti, cominciando da Gerusalemme?
    Perché non hai fatto questo? Te lo dico io, perche’ tu NON SERVI CRISTO GESU’ .
    Tu hai detto che: IO NON POSSO DIRE CHE I CATTOLICI NON SONO CRISTIANI , allora io ti faccio una domanda , perche’ lo sono forse? Io ti rispondo con franchezza, NON SONO CRISTIANI PER NIENTE.
    Tu hai detto che il nome di Gesù è un nome che : QUASI SI VUOLE DIMENTICARE , MA CHE E’ MOTIVO DELLA NOSTRA VITA
    E allora perche’ invece di vivere per lui annunziandolo agli altri, perche’ fai compromessi con il diavolo ed i suoi servi?
    Tu hai detto ancora: SCELSI QUELLA BELLISSIMA PAROLA DI ATTI 11:27 PER LA PRIMA VOLTA IN ANTIOCHIA FURONO CHIAMATI CRISTIANI E ALLORA HO DETTO VOGLIO AMARE TUTTI COLORO CHE AMANO CRISTO
    Hai scelto il nome di atti 11:27; e pensi che questo basti a farti essere cristiano?
    Perché quei cristiani facevano come fai tu? Cercavano l’amicizia del mondo? Cercavano di piacere e di ubbidire agli uomini come fai tu?
    No, tu facendo queste cose non meriti il nome di cristiano, per definirti vi e’ un’altra parola, AMICO DEI MARIANI!!!

    Tu hai detto ancora: E COSI’ NOI ABBIAMO SCELTO QUESTA NUOVA VITA PERCHE’ LA VIA E’ UNA PER TUTTI GESU’ CRISTO E PORTARE AVANTI IL NOME DI CRISTIANI AD UN SOLO SCOPO , NON QUELLO DI CREARE MURI DI SEPARAZIONE NON VADO CON DON GERMINI PERCHE’ PORTA IL COLLETTO , E NON VADO CON ? …PERCHE’ PORTA IL BERRETTO , NOO IO NON MI CURO DI NULLA, IO MI CURO DELL’AMORE PER GESU’ CRISTO
    Non vuoi muri di separazione? Allora ascolta, la Scrittura che vuole proprio questo: 2 cor 6: 14 Non vi mettete con gl’infedeli sotto un giogo che non è per voi; perché qual comunanza v’è egli fra la
    giustizia e l’iniquità? O qual comunione fra la luce e le tenebre?
    15 E quale armonia fra Cristo e Beliar? O che v’è di comune tra il fedele e l’infedele? 16 E quale accordo fra il tempio di Dio e gl’idoli? Poiché noi siamo il tempio dell’Iddio vivente, come disse Iddio: Io abiterò in mezzo a loro e camminerò fra loro; e sarò loro Dio, ed essi saranno mio popolo. 17 Perciò Uscite di mezzo a loro e separatevene, dice il Signore, e non toccate nulla d’immondo; ed io v’accoglierò,
    Tu facendo tutto il contrario sei un DISOBBEDIENTE alle Scritture.
    Lo sai paolo cosa faceva? No? Te lo dico io: atti 19: 9 Ma siccome alcuni s’indurivano e rifiutavano di
    credere, dicendo male della nuova Via dinanzi alla moltitudine, egli, ritiratosi da loro, separò i discepoli,
    discorrendo ogni giorno nella scuola di Tiranno
    lo vedi ? Paolo separò i discepoli dai non credenti, tu invece vuoi unire le pecore di cristo con i caproni del diavolo, E POI DICI DI SERVIRE CRISTO. Ma va’ là che sei un falso servitore di Cristo, TI SEI SVIATO.

    Tu hai detto: . IO MI CURO DELL’AMORE PER GESU’ CRISTO
    Se questo fosse vero UBBIDIRESTI ai suoi comandamenti, invece calpesti e disobbedisci alla sua parola che ti comanda di non far lega con gli idolatri.
    Hai detto ancora: VOGLIAMO AMARE GLI EVANGELICI – VOGLIAMO AMARE I CATTOLICI – VOGLIAMO AMARE GLI ORTODOSSI , CHIUNQUE IN QUALCHE MODO NEL NOME DI GESU’ FA’ OPERE DI BENE CON LUI VOGLIAMO LAVORAREE QUINDI CI SIAMO TOLTI TUTTE QUELLE … DENOMINAZIONALI.
    Certo se ami il prossimo fai molto bene ma questo amore glielo devi dimostrare dicendogli che il cattolicesimo romano li ha imbrogliati e che se non si ravvedono li aspetta la condanna eterna; prima andranno nell’Ades (L’inferno), e poi dopo la resurrezione di giudizio saranno condannati alla geenna nel fuoco eterno che e’ la morte seconda.
    Se dici di amare il tuo prossimo, perche’ non li avverti?
    Tu parli di amore, e quello che riguarda Dio ? per lui hai amore? Si? E come glielo dimostri con la tua DISSOBEDIENZA?
    Allora ti rammento un passo tratto dalla Sacra Scrittura : TITO 1: 16 Fanno professione di conoscere Iddio; ma lo rinnegano con le loro opere, essendo abominevoli, e ribelli, e incapaci di qualsiasi opera buona.
    HAI CAPITO?
    Hai detto anche: TRADIREMMO IL NOME DI CRISTIANI QUAL’ORA NON INTERPRETASSIMO IL SUO SPIRITO ED IL SUO SPIRITO LO ABBIAMO VISTO, E’ CON DON GERMINI E’ CON QUESTA COMUNITA’ E CHI PUO’ DIRE DIVERSAMENTE.
    Perché non hai tradito il nome di cristiano che dici di portare?
    Ai cristiani e’ comandato di separarsi dagli infedeli e di non mettersi a fare con loro ‘pastocchie religiose’, ma tu non osservi questo comando.
    Ti sei permesso di dire che Lo Spirito di Cristo é con quell’idolatra e che nessuno può dire diversamente!
    TE LO DICO IO, IO TI DICO DIVERSAMENTE DA QUELLO CHE DICI TU, quello che ha il prete non e’ Lo Spirito di Cristo perche’ altrimenti non vivrebbe come vive e poi TI AVVERTO: nelle Sacre Scritture vi e’ un severo ammonimento di non parlare contro Lo Spirito Santo attribuendogli delle cose che non fanno parte di Lui.
    Gli scribi e i Farisei attribuivano al diavolo le opere che Lo Spirito Santo faceva in Cristo, e tu riconosci l’opera dello Spirito Santo in una persona che è un idolatra: INSENSATO , Lo Spirito Santo e’ Dio ed ha sentimenti santi e puri e non incita all’idolatria, quindi NON TI PERMETTERE MAI PIU’ di dire queste cose.
    IO TI AMMONISCO NEL NOME SANTO DI GESU’ CRISTO.
    Hai detto ancora: NOI VORREMMO PREGARE CON VOI CARI FRATELLI AFFINCHE LO SPIRITO DI DIO RIEMPIA LA VOSTRA VITA E VI FACCIA
    SENTIRE I SUOI STIMOLI COME ANCHE NOI LI SENTIAMO GIORNO PER GIORNO , VORREMMO DARVI CIO’ CHE ABBIAMO , ACCETTIAMO QUELLO CHE VOI CI VOLETE DARE NEL NOME DI GESU’ CRISTO PER TROVARE NELLO SCAMBIO, L’UNITA’ .
    UNA UNITA’ CHE VIENE FATTA DA UN INSIEME IN CRISTO , UNO PER CRISTO ,
    li chiami CARI FRATELLI? Sei loro fratello?, allora non sei un cristiano perche’ i cristiani sono fratelli dei cristiani e non dei peccatori e degli idolatri.
    Vuoi sapere chi sono i miei compagni? Ecco qua: salmo 119: 63 Io sono il compagno di tutti quelli che ti temono, e di quelli che osservano i tuoi precetti.
    Hai capito? Io NON SONO tuo compagno e neanche del prete perche’ e Scritto: efesini 5: 7 Non siate dunque loro compagni.
    11 E non partecipate alle opere infruttuose delle tenebre; anzi, piuttosto riprendetele
    Capito?
    Ravvediti e torna a Cristo facendo opere degne di ravvedimento.
    Hai detto: ACCETTIAMO QUELLO CHE VOI CI VOLETE DARE NEL NOME DI GESU’ CRISTO PER TROVARE NELLO SCAMBIO, L’UNITA’ .
    UNA UNITA’ CHE VIENE FATTA DA UN INSIEME IN CRISTO , UNO PER CRISTO.
    Quindi hai chiaramente detto di aver accettato quell’idolo che il prete ti ha dato. E non hai fatto quello che fece HOSEA 2 re 18: 3 Egli fece ciò ch’è giusto agli occhi dell’Eterno, interamente come avea fatto Davide suo padre. 4 Soppresse gli alti luoghi, frantumò le statue, abbatté l’idolo d’Astarte, e fece a pezzi il serpente di rame che Mosè avea fatto; perché i figliuoli d’Israele gli aveano fino a quel tempo offerto profumi; ei lo chiamò Nehushtan.
    Quello che fece hosea era giusto davanti a Dio non quello che hai fatto tu accettando quell’idolo, invece di farlo a pezzi davanti al prete dicendogli che tu servi L’IDDIO VIVENTE E VERO ( o meglio lo servivi)
    Nello scambio vuoi trovare l’unita’?, unità tra che cosa? tra sacro e profano forse?
    Ma come si fa’ a ragionare così e pensare ancora di essere cristiano?
    A prescindere dal fatto che l’unita’ che intendeva Gesu’ nella Sua preghiera sacerdotale era quella tra i suoi discepoli di tutti i tempi, si, perche’ Gesu’ non ha mai pregato affinché i suoi fossero uno con gli incorvertiti ma uno tra di loro e questa unità vera e’ stata realizzata.
    L’unita’ quella vera te la faccio conoscere io ED HA QUESTE BASI:
    GALATI 3: 26 perché siete tutti figliuoli di Dio, per la fede in Cristo Gesù 28 Non c’è qui né Giudeo né Greco; non c’è né schiavo né libero; non c’è né maschio né femmina; poiché voi tutti siete uno in Cristo Gesù
    EFESINI 2: 18 Poiché per mezzo di lui e gli uni e gli altri abbiamo accesso al Padre in un medesimo Spirito
    Medesima mente, medesimo sentire 1 cor 1:10
    Battezzati in un unico corpo (dallo Spirito Santo) 1 cor 12:13;
    l’unita’ dello Spirito efesini 4:3
    corpo unico ed un unico Spirito….un’unica speranza efesini 4:4;
    un solo Signore, una sola fede, un solo battesimo efesini 4:5;
    6 un Dio unico e Padre di tutti, che è sopra tutti, fra tutti ed in tutti. Efesini 4:6;
    unità della fede efesini 4:13;
    filippesi 2: 2 ……medesimo sentimento, un medesimo amore, essendo d’un animo, di un unico sentire
    e se si da una occhiata al libro degli atti, si vedrà facilmente che la preghiera di Gesu’ e’ stata esaudita fin dai primi albori della chiesa.
    E tu invece desideri realizzare unità con il servo di una chiesa che ha rinnegato Cristo? VERGOGNATI.
    Hai detto: QUANDO ERO CATTOLICO DICEVO TRE ROSARI AL GIORNO , POI HO INCONTRATO LE SCRITTURE PERCHE’ IL SIGNORE MI HA PORTATO ALLE SCRITTURE IN MANIERA LAICA PER UN BISOGNO DELL’ANIMA
    Hai detto che una volta dicevi tre rosari al giorno. Ti manca forse questo modo di pregare? spero di no.
    Hai incontrato le scritture perche’ e’ li che il signore ti ha portato? Bene, allora perche’ disobbedisci alle scritture?
    Infatti e’ scritto: 2 cor 6: 14 Non vi mettete con gl’infedeli sotto un giogo che non è per voi; perché qual comunanza v’è egli fra la giustizia e l’iniquità? O qual comunione fra la luce e le
    tenebre? 15 E quale armonia fra Cristo e Beliar? O che v’è di comune tra il fedele e l’infedele?
    16 E quale accordo fra il tempio di Dio e gl’idoli? Poiché noi siamo il tempio dell’Iddio vivente, come
    disse Iddio: Io abiterò in mezzo a loro e camminerò fra loro; e sarò loro Dio, ed essi saranno mio popolo.
    17 Perciò Uscite di mezzo a loro e separatevene, dice il Signore, e non toccate nulla d’immondo; ed io
    v’accoglierò: mi spieghi perche’ disobbedisci a questa parola?
    1 cor 5: 11 ma quel che v’ho scritto è di non mischiarvi con alcuno che, chiamandosi fratello, sia un fornicatore, o un avaro, o un idolatra, o un oltraggiatore, o un ubriacone, o un rapace; con un tale non dovete neppur mangiare. 12 Poiché, ho io forse da giudicar que’ di fuori? Non giudicate voi quelli di dentro? Que’ di fuori li giudica Iddio. Togliete il malvagio di mezzo a voi stessi.
    E spiegami pure perche’ disobbedisci a questa parola appena citata.
    Efesini 4: 7 Non siate dunque loro compagni
    Ed a questa pure disobbedisci.
    Efesini 4: 11 E non partecipate alle opere infruttuose delle
    tenebre; anzi, piuttosto riprendetele.
    E pure a questa disobbedisci e potrei continuare , ma questi versi dovrebbero bastare.
    Gesu’ un giorno ha detto: luca 6: 46 Perché mi chiamate Signore, Signore, e non fate quel che dico?
    Infatti Gesù ha detto: giovanni 4: 23 Ma l’ora viene, anzi è già venuta, che i veri adoratori adoreranno il Padre in ispirito e verità; poiché tali sono gli adoratori che il Padre richiede.
    24 Iddio è spirito; e quelli che l’adorano, bisogna che l’adorino in ispirito e verità
    e tu cosa hai fatto?
    Hai accettato un dio fatto dalle mani dell’uomo , infatti il prete ha definito quella croce LA SANTISSIMA TRINITA’.
    E tu l’hai accettata dalle sue mani.
    Vuoi un consiglio ? siccome quel pezzo di ferro a forma di croce NON E’ DIO, invece di metterlo dove ti ha detto il prete, spezzalo e buttalo nel primo immondezzaio che trovi. CAPITO?
    Isaia 40: 18 A chi vorreste voi assomigliare Iddio? e con quale immagine lo rappresentereste?
    25 A chi dunque voi mi vorreste assomigliare perch’io gli sia pari? dice il Santo.
    Li conosci questi versi della Scrittura?
    E QUESTI ALTRI LI CONOSCI?:
    DEUTERONOMIO 4: 15 Or dunque, siccome non vedeste alcuna figura il
    giorno che l’Eterno vi parlò in Horeb in mezzo al fuoco,
    vegliate diligentemente sulle anime vostre,
    16 affinché non vi corrompiate e vi facciate qualche
    immagine scolpita, la rappresentazione di qualche idolo,
    la figura d’un uomo o d’una donna,
    17 la figura di un animale tra quelli che son sulla terra,
    la figura d’un uccello che vola nei cieli,
    18 la figura d’una bestia che striscia sul suolo, la figura
    d’un pesce che vive nelle acque sotto la terra;
    19 ed anche affinché, alzando gli occhi al cielo e
    vedendo il sole, la luna, le stelle, tutto l’esercito celeste,
    tu non sia tratto a prostrarti davanti a quelle cose e ad
    offrir loro un culto. Quelle cose sono il retaggio che
    l’Eterno, l’Iddio tuo, ha assegnato a tutti i popoli che
    sono sotto tutti i cieli;
    23 Guardatevi dal dimenticare il patto che l’Eterno, il
    vostro Dio, ha fermato con voi, e dal farvi alcuna
    immagine scolpita, o rappresentazione di qualsivoglia
    cosa che l’Eterno, l’Iddio tuo, t’abbia proibita.
    24 Poiché l’Eterno, il tuo Dio, è un fuoco consumante,
    un Dio geloso.
    25 Quando avrai de’ figliuoli e de’ figliuoli de’ tuoi
    figliuoli e sarete stati lungo tempo nel paese, se vi
    corrompete, se vi fate delle immagini scolpite, delle
    rappresentazioni di qualsivoglia cosa, se fate ciò ch’è
    male agli occhi dell’Eterno, ch’è l’Iddio vostro, per
    irritarlo,
    26 io chiamo oggi in testimonio contro di voi il cielo e
    la terra, che voi ben presto perirete, scomparendo dal
    paese di cui andate a prender possesso di là dal
    Giordano. Voi non vi prolungherete i vostri giorni, ma
    sarete interamente distrutti.
    ED IN ULTIMO IL PRETE TI HA LASCIATO PROMETTENDOTI DI VENIRTI A TROVARE.
    PRETE-, VERRO’ A TROVARVI.
    Vuoi sapere che cosa ho provato sentendo questo vostro colloquio adultero? MI AVETE FATTO PROVARE IL VOLTASTOMACO, con le smancerie che vi siete ricambiati tra voi .
    Ti saluto con un consiglio, RAVVEDITI
    TANTO TI DOVEVO, ANCHE SE TANTE ALTRE COSE LE HO SORVOLATE.
    RAVVEDITI.

  5. Pace a tutti voi che leggete.
    Quando vedo un sedicente credente in Cristo che si abbraccia con un prete e vuole collaborare con un prete mi sento venire meno; perché i preti hanno fatto tanto male ai nostri cari fratelli che ci hanno trasmesso la fede. In passato i preti a quelli che credevano in Gesù come crediamo noi venivano incarcerati, torturati e infine uccisi e bruciati. E badate bene questo è successo ai nostri cari fratelli che come noi hanno creduto in Cristo e che troveremo in cielo. Noi siamo, quindi loro figlioli in un certo senso. I preti, invece, sono figlioli del diavolo e figlioli dei loro predecessori, degli uccisori dei nostri fratelli.
    Ora, fratelli, considerate ciò che disse Gesù: (Luca 11:47,48) “Guai a voi, perché edificate i sepolcri de’ profeti, e i vostri padri li uccisero. Voi dunque testimoniate delle opere de’ vostri padri e le approvate; perché essi li uccisero, e voi edificate loro de’ sepolcri.”
    Considerato quanto detto sopra da Gesù, possiamo con certezza dire che ciò vale anche per noi oggi, coloro che approvano e si associano con i cattolici sono compagni di coloro che hanno ucciso, torturato e violentato nel passato.
    E tu, Gilberto Perri, hai il coraggio di far passare questa cosa come un vanto, come amore, così come i preti hanno fatto passare per volontà di Dio e amore di Dio tutti i morti che hanno compiuto (ne sono stati contati 25 milioni circa dalla storia).
    Un popolo che non conosce la sua storia e non impara da essa non ha futuro.
    Consideriamo anche il fatto delle accuse mosse dalla magistratura contro don Gelmini. E se fosse dimostrato che realmente è un pedofilo? Allora saresti ricordato come l’amico del pedofilo, e purtroppo diranno il cristiano “evangelico” amico del pedofilo, soprattutto nella tua città dove ti conoscono tutti. Che vergogna, altro che dissertare sulla parola cristiano, che vergogna che ne verrà su di te e su tutti i credenti evangelici della tua città.
    Inoltre, sono rimasto sorpreso da un ragionamento che hai fatto, Gilberto tu hai parlato di numeri di battezzati 160 contro 6. Bel ragionamento. Ma per esser coerenti allora dovremo osservare anche i testimoni della torre di guardia, e se ne faranno più di 160 dobbiamo forse ritenere che hanno ragione e che Dio li sta benedicendo? Hai usato una parametro per misurare la benedizione di Dio molto pericoloso e ambiguo che può portare qualcuno a pensare che la benedizione di Dio si misuri con il numero dei battezzati.
    Io non sono contrario a battezzare coloro che hanno creduto in Cristo e sono nati di nuovo, ma sono contrario a battezzare tutti indistintamente coloro che per una suggestione o per solitudi o per tradizione si fanno battezzare, ma non hanno portato frutti degni del ravvedimento e non si sono mai realmente convertiti.
    Con questo voglio dire che può valere di più il battesimo di 6 persone effettivmente nate di nuovo, anziché 1000 che non sono realmente convertite e non portano frutti degni del ravvedimento. Io non so se le tue 160 persone battezzate sono realmente nate di nuovo, ma Dio mi perdoni, per come la pensi, non guardando e non insegnando di portare frutti degni del ravvedimento di questi 160 ci sarebbe da fare una bella scrematura, ma questa è una supposizione, ed anch’io preferisco pensare che siano realmente nati di nuovo.
    Mi rivolgo ora a tutti i credenti, badate bene che ora i cattolici cercano la nostra compagnia solo per renderci inefficaci, non perché ci amano, ma se dovesse tornare di nuovo la possibilità di perseguitarci lo farebbero di nuovo e oon impegno. Il nostro amore per loro lo appenderebbero ad un palo insieme al nostro corpo.
    State pensando che adesso i tempi sono cambiati e che non sono più gli stessi? Beh, certamente la laicità dello stato ci ha dato una mano, ma chissà se sarà ancora per molto così.
    D’altronde, sta scritto che l’empio che deve venire perseguiterà la chiesa di Cristo, molti saranno decollati, e ci rimarrete malissimo se dopo aver collaborato con i cattolici questi vi fanno saltare la testa, in quanto al servizio dell’Anticristo. Questo per dirvi che la chiesa sarà in futuro perseguitata duramente, e in alcune parti lo è già. Facciamo attenzione a chi diamo la mano di associazione, non mettiamoci in casa dei serpenti velenosi.
    Per chi volesse andare a leggere qualcosa sui morti fatti dai cattolici segnalo la mia sezione del sito “Per non dimenticare”, appunto per ricordare i nostri fratelli morti uccisi dai preti, http://www.sentieriantichi.org/amalek.html
    Sta anche scritto, in Deuteronomio 25:17,18 “Ricordati di ciò che ti fece Amalek, durane il viaggio, quando usciste dall’Egitto: com’egli ti attaccò per via, piombando per di dietro su tutti i deboli che ti seguivano, quand’eri già stanco e sfinito, e come non ebbe alcun timore di Dio.” Il Signore vuole che ci ricordiamo di quello che è stato fatto ai nostri fratelli e che non sia mai dimenticato.
    Non so voi, ma io mi tengo lontano dallo stringere la mano di un prete cattolico, se non si pente e non si converte è una persona da evangelizzare e da ammonire che se non abbandona tutta l’idolatria andrà a finire all’inferno.
    Sono parole dure? E mica le ho inventate io, non vengono da me, le lette nella Bibbia, Iddio ha voluto lasciarcele dette quindi ritengo che abbiano la loro importanza e devono essere considerate.
    Gli idolatri, i ribelli, coloro che non ubbidiscono all’evangelo andranno a finire all’inferno! Sono troppo duro? Perché sono io che li mando all’inferno? Non è forse Iddio che manda tali persone all’inferno, quell’Iddio che la Bibbia dice “che è amore”, ma dice anche che è giusto e santo e adempie le parole che ha dette.
    Fratelli vi esorto a stare lontani da quei fratelli che si associano con i figlioli del diavolo, che cosa mai vi possono trasmettere di buono tali persone che dicono di servire Iddio e stringono amicizia e alleanza con i figlioli del diavolo?
    Pace a tutti e che Dio benedica coloro che amano la verità e la mettono in pratica.

  6. Stefano scrive:

    Appunto. Che metodo strano è quello di misurare la santità e l’obbedienza di una chiesa a Dio a partire dal numero dei battezzati! Non è la prima volta che sento parlare di questo strano metodo di misura dell’obbedienza di una chiesa locale a Dio; mi sa che questo metodo di misurazione è un’altra delle tante “sparate” provenienti dall’America ed ingoiate dai tanti creduloni presenti anche in Italia.
    Inoltre tengo in conto che molti si fanno battezzare, confondendo la nuova nascita col battesimo nelle acque.
    In fine ricordo che credere in Dio non basta per ritenersi cristiano:
    “Tu credi che c’è un solo Dio. Fai bene; anche i demoni credono e tremano.” (Giacomo 2:19).

  7. Carmelo Chirico scrive:

    “Beati voi,
    quando gli uomini vi odieranno,
    e quando vi scacceranno da loro,
    e vi insulteranno
    e metteranno al bando il vostro nome come malvagio,
    a motivo del Figlio dell’uomo.
    Rallegratevi in quel giorno e saltate di gioia,
    perché, ecco, il vostro premio è grande nei cieli;
    perché i padri loro facevano lo stesso ai profeti.”

    Gilberto Perri è un santo unto di Dio, e il vostro discorrere, le vostre false accuse, ne confermano l’unzione.

    Pesate le parole. Perchè vi è occulto discernere cosa c’è dentro le parole?
    Perchè giudicate secondo apparenza e non secondo giustizia?

    Non sapete che non c’è albero buono che faccia frutto cattivo, né vi è albero cattivo che faccia frutto buono? non sapete voi che ogni albero si riconosce dal proprio frutto?

    Presentate il vostro frutto davanti a Dio, se avete frutto.
    Ma qualora non ci fosse, il frutto del pastore Gilberto Perri perdura.

    Io sono un frutto del suo ministerio.Io, insieme alle migliaia di famiglie che abbiamo imbiancato le nostre vesti nel sangue dell’Agnello.
    Che abbiamo creduto all’Evangelo per mezzo della predicazione di Gilberto Perri.

    Gesù Cristo non è venuto a giudicare il mondo, ma a salvare il mondo.
    Chi siete voi a condannare ed uccidere? Chi vi ha investiti di questo compito?

    Non sapete che Gesù è venuto a salvare ciò che era perduto, scendendo nelle parti più basse?

    Perchè ancora continuate a lapidare i santi di Dio?

    Gesù ando’ a casa di Simone, il fariseo, e ai piedi del Signore c’era una prostituta.
    Ben vide Simone che era una prostituta, ma meglio vide Gesù, andando oltre l’apparenza, oltre il peccato, guardando ciò che a voi sembrvi essere occultato.
    Ma quella donna seppe onorare Gesù e ne ricevette il premio.

    Ma se Dio non vi apre gli occhi, chi sono io a farlo?

  8. zedde angelo scrive:

    Gilberto…. nella lettera che hai scritto al frat. Butindaro devo dire che qualcosa di vero lo hai scritto, infatti non ti definisci un cristiano evangelico….in questo son d’accordo con te, alla parola “evangelico” il vocabolario tra alcune voci riporta anche: proprio del vangelo; che è contenuto nel vangelo: insegnamento evangelico; che è conforme allo spirito del vangelo: povertà evangelica.
    Per quanto mi risulta leggendo la Bibbia, molte delle dottrine insegnate e praticate dalla chiesa Cattolica Romana non sembrano siano proprie del vangelo, anzi non sono proprio contenute, non insegnate, e non sono conformi allo spirito del vangelo, e neanche mi risulta nella chiesa Cattolica tutta questa povertà evangelica, ma io credo che alcune cose le conosci bene anche te Gilberto, ma come hai ben detto affinchè noi ti possiamo meglio definire…..non sei un cristiano evangelico.

  9. liberato scrive:

    “Se non puoi combatterli, fatteli amici!” (o almeno fai finta finché ti conviene)

    Chissà che cosa penserebbe l’ignaro don Gelmini della chiesa “Gesù Cristo è il Signore” se avesse l’occasione di ascoltare una delle tante prediche del sedicente pastore in cui quest’ultimo si beffa con sarcasmo malcelato dei cattolici e della dottrina cattolica. Quanta ipocrisia… Quanta ipocrisia… Quanta, quanta ipicrisia…

    Per chi ha pazienza e voglia di approfondire:
    (chi cerca, trova)
    http://www.pacetv.it/speciale.htm

  10. giuseppe cacciola scrive:

    non è lo spirito santo quello che opera in voi criticando giudicando e condannando un servo di DIO che è gilberto perri,non avete il senso delle cose di DIO!sappiate che gilberto perri ha ricevuto il mandato non da una scuola bibblica ma direttamente da DIO e facendo cosi’siete solo degli sciocchi disavveduti perche’state maledicendo un unto di DIO e le sue opere testimoniano che è stato mandato dal PADRE la scrittura ci fa’ vedere qual è la fine di coloro che si mettono contro i servi di DIO meditate…..

  11. angela scrive:

    scusate,
    ma non vi sembra di essere stati troppo
    duri nei toni con questo pastore,
    soprattutto nel ripetere “vergogna”
    decine e decine di volte?

    Siete proprio sicuri che sia questo
    il modo “evangelico” di riprendere un fratello
    che sbaglia?
    Ho qualche dubbio, sinceramente.

  12. Giuseppe scrive:

    A voi che difendete Gilberto Perri.
    Voglio farvi un esempio per farvi capire dove sta l’errore, perché altrimenti si parla e non si arriva a nessuna conclusione.
    C’è un medico (ministro di Dio Gilberto Perri), dopo delle analisi (ciò che dice la Bibbia), parla ad un malato di cancrena al piede (il peccatore), ma il medico gli dice, per non turbarlo e non spaventarlo e per altri motivi suoi, che è sano e di non preoccuparsi, va tutto bene. Naturalmente la cancrena va avanti e poi uccide (il peccatore viene gettato all’inferno) il malato.
    Il racconto, che fantastico non è, Butindaro (ed io mi associo, così tanti altri) prova a modificarlo in questo modo. Il medico dovrebbe annunziare al malato che se al più presto non si opera e si fa tagliare il piede, la cancrena progredirà ed arrivando a parti vitali del corpo egli morirà. Deve farsi tagliare il piede (abbandonare i piaceri della vita e rinunziare agli onori della carne).
    Certo, sarà un discorso che turba, che farà venire in mente che dopo si vivrà senza un piede, si vivrà non liberi come prima, ci saranno molti sacrifici da fare, ma il resto del corpo sarà salvo (salvezza dell’anima).
    A voi tutti che difendete i peccatori ed il peccato in genere, siete come quel medico, che per la sua misericordia fa perire il malato. Dite agli altri di essere ciechi, invece lo siete voi, vi riempite la bocca di parole come “amore”, “bisogna volersi bene con tutti”, “non bisogna giudicare anche se lo dice la Bibbia”, ma siete solo degli ipocriti che impediscono ai “malati” di essere guariti, li ingannate dicendo loro che sono sani, li fate precipitare all’inferno ignari di quello che poteva capitare loro.
    Siamo sempre allo stesso punto, pochi sanno che la carità va a braccetto con la verità, dove giace la menzogna non può esserci carità, ma bensì solo una falsa carità, esteriore.
    Un’ultima cosa, a chi ha parlato di frutti buoni, deve sapere che i frutti sono le buone opere, non i credenti che sono stati salvati dalle proprie predicazioni.
    Sono io quello cieco, che dice al prete che se non nasce di nuovo e non abbandona l’idolatria e la bestemmia andrà a finire all’nferno? O sono quelli che chiamano fratello il prete che non è stato rigenerato da Dio? Tuttavia, uno parla a seconda degli obiettivi che si prefigge di ottenere. Io non passo con il cestino delle offerte e non mi aspetta che nessuno mi voti, dunque, parlo come parlo; ma chi ha certi interessi è comprensibile che parli a seconda dei loro interessi.
    Chi ha orecchi da udire oda.

  13. gianluca scrive:

    Come dice Paolo è importante che parliamo con mansuetudine a coloro che non condividono la nostra fede, perché anche il tono con cui parliamo è una testimonianza dell’amore di Cristo in noi: “Deve istruire con mansuetudine gli oppositori nella speranza che Dio conceda loro di ravvedersi per riconoscere la verità” (2 Timoteo 2:25).

    Che ne pensi, Giuseppe, di questo versetto?
    Credi che i fratelli di cui sopra abbiano usato “mansuetudine”
    nel riprendere il pastore?

  14. illuminato scrive:

    @giuseppe cacciola Io so che chi teme Dio non accoglie i cattolici romani chiamandoli fratelli e sorelle. Come può infatti chiamare fratello chi ancora non si è ravveduto ed è un’idolatra? Bada bene a non seguire l’esempio di Gilberto Perri, e ciò che dico a te lo dico anche a Carmelo Chirico.

    @angela & @gianluca Ritengo che i fratelli che hanno esortato e ripreso Gilberto l’abbiano fatto con amore, autorità e severità. Hanno parlato in modo da piacere non agli uomini, ma a Dio che prova i nostri cuori.

  15. Giuseppe scrive:

    Pace Gianluca, sì la mansuetudine ci vuole nelle controversie tra cristiani, ma bisogna comunque essere anche decisi, fermi e franchi nel parlare. I discorsi che si fanno possono spostarsi talvolta da una parte, talvolta in un’altra. La cosa più importante è non cadere nell’offesa, nella calunnia e nella denigrazione.
    Voglio ricordare a tal riguardo che l’utilizzo della parola “vergogna”, o “ignorante” non vengono utilizzati in senso aggressivo per mortificare l’altra parte, ma bensì per il loro significato letterale, cioé quella di provare vergogna e ravvedersi per le cattive opere compiute e studiare di più la Parola di Dio per far diminuire il più possibile la zona di mancanza di conoscenza, che in una parola si può dire italianamente “ignoranza”.
    Il versetto che hai citato è giusto, ma quando un fratello vuole difendere con forza una falsa dottrina, arrampicandosi su discorsi inutili, icomprensibili senza citare dei passi biblici a sostegno, mi sembra il minimo che gli si possa dire è che “ignora” ciò che dice la Scrittura e, di conseguenza, manifesta uno spirito di contenzione.
    Ti dirò di più, se leggi il libro di Giobbe, al cap. 42 versetto 7, vedrai che Elifaz di Teman ed i suoi amici sono stati ripresi da Dio con l’accusa di non aver parlato di Lui secondo verità. Per evitare una tale riprensione bisogna chiamare le cose con il loro nome, e comprendiamo di essere duri talvolta, ma non dobbiamo incorrere nell’ira di Dio, perché a coloro che Dio ha dato di intendere le sue Scritture devono trasmetterle fedelmente al popolo di Dio, senza tralasciare niente, in modo chiaro, senza dare adito ad equivoci.
    Purtroppo, i discorsi dei più sono molte volte vacui e pieni di parole incomprensibili e che non dicono nulla, non si comprende da quale posizione stanno, anzi si comprende che si vogliono lasciare tutte le porte aperte sempre, in modo da compiacere a tutti coloro che ascoltano; un tale modo di parlare si scontra contro coloro che parlano francamente e assumono subito una posizione e quella intendono difendere, non lo fanno per interesse, ma solo per amore della verità.
    Iddio ha stabilito che l’Evangelo venga annunziato, venga confermato, ma venga anche difeso contro coloro che lo vogliono stravolgere, e la difesa a volte diventa energica, forte, possente, autoritaria, ma naturalmente non deve cadere mai nelle offese gratuite lanciate solo per provocare dolore nell’altra parte, perché in tal caso si passa alla violenza verbale di sopraffazione, si cade nel tentativo di imbavagliare la parte avversa in modo che nessuno senta la verità; ma noi sappiamo chi è colui che si adopera contro la giusta esposizione di tutto il consiglio di Dio.
    Mi ero ripromesso di scrivere poco nei post, ma poi alla fine le parole scivolano attraverso la tastiera l’una dopo l’altra spinte dal nuovo pensiero che vuole farsi largo e non può emergere se quello prima ancora non è stato espresso.

  16. peppe cacciola scrive:

    nel corso della storia dell’umanita’ sono passati tanti uomini ma gli spiriti che li hanno posseduti sono sempre gli stessi che operano ancora oggi ed in questo contesto non faccio altro che vedere in gilberto perri(gesu’)spero non mi condannate se ho scritto gesu’ minuscolo ,che è stato mandato dal PADRE per salvare senza spegnere nessun lucignolo fumante ,che dinanzi all’adultera colta in adulterio e pronta per essere lapidata da quella folla inferocita che si sentiva piena e strapiena di santita’ trovo’ un parola per salvarla ,che si sedeva a mangiare con i pubblicani e peccatori ,che tocco’ la bara di un morto ,che prima ancora che si facesse uomo non condanno’ re davide quando mangio’con i suoi amici i pani della presentazione perche’ebbe fame ,che opero’ potenti miracoli il giorno di sabato quando il sabato era giorno di riposo,potrei citare tanti e tanti avvenimenti che se non si ha lo spirito santo che da’ il giusto senso alle cose di DIO sembra che ci sia un netto contrasto tra il DIO PADRE e GESU’ figlio eppure i due sono uno ed è scritto che la scrittura senza lo spirito uccide, è lo spirito quel che vivifica la carne non giova a nulla!!! voi ancora camminate secondo la carne e siete figli non della donna libera ma della shiava non vi rendete conto che avete lo spirito dei farisei per uccidere e condannare e facendo cosi’si adiempe la scrittura dove finanche i fratelli di GESU’lo combatterono e cercarono come farlo morire ,lo stesso state facendo con un servo di DIO che è il fratello gilberto perri dov’è la grazia?voi siete sotto la legge ancora!!spero tanto che DIO vi conceda di entrare in quella dimensione del suo spirito che ha dato al pastore gilberto perri solo allora sarete liberi e recupererete la vista e vedrete GESU’anche in quelle famiglie che oggi mandate all’inferno ricordandovi che l’insieme delle famiglie forma le tribu’ ,l’insieme delle tribu’ forma il popolo di DIO ed ogni famiglia ha un pezzo del corpo di cristo ,infine vorrei farvi una domanda:se il vostro bambino fa’la “cacchina” che fate lo buttate nella spazzatura insieme al pannolino oppure buttate solo il pannolino…. qui sta la sapienzae chi ha intendimento…. la storia continua e chi è un unto di DIO gli spetta tutto quello che hanno fatto al maestro ma grande sara’ il premio ,vedete le scene si ripetono ancora oggi perche’ ripeto che sono passati tanti uomini nel corso della storia ma gli spiriti sono sempre gli stessi e vogliono il cuore di altri uomini per uccidere il figlio di DIO…tu quale spirito hai??????? se hai lo stesso spirito che prese il cuore di giuda iscariota ti dico :quello che devi fare fallo presto!!! peppe cacciola per GESU’

    • illuminato scrive:

      Gesù mangiava coi pubblicani e coi peccatori ma non li chiamava “fratelli”. Svegliati Peppe! e leggi ciò che disse Gesù: “Poiché chiunque avrà fatta la volontà del Padre mio che è ne’ cieli, esso mi è fratello e sorella e madre.” (Matteo 12:50) http://is.gd/qf09 I cattolici si devono convertire dagli idoli all’Iddio vivente, devono nascere di nuovo per entrare nel regno di Dio, essi non hanno la vita ma sono morti nei loro falli e nei loro peccati ed hanno bisogno di essere vivificati!

  17. Giovanni scrive:

    Caro Gianluca stà scritto che dai frutti si conoscerà l’albero giusto?
    bene, battesimi di anime che lasciano il mondo e l’idolatria per accettare Gesù, conversioni, liberazioni dai demoni, guarigioni da ogni malattia resurrezione dei morti aiutare il prossimo sono frutti degni del Nome Santo di Gesù Cristo? se la tua risposta è affermativa ti posso dire con tutta franchezza che con il tuo ORGOGLIO(non fà parte del carattere di Cristo) e con la tua arroganza Hai giudicato un Pastore Unto da Dio e attraverso il quale ogni giorno persone rinunciano al diavolo e al suo dominio per accettare Gesù Cristo come suo Signore.
    Gianluca tu non conosci il Pastore Perri non conosci la sua Chiesa non conosci il suo Ministerio e lo Giudichi?
    questo hai capito della Bibbia?
    il Pastore Perri AMA Gesù Cristo proclama il suo Regno e combatte per il suo Regno non aderisce all’adorazione delle immagini e degli idoli e Lui parla con i cattolici e gli mostra con la Parola di Dio che sono nell’errore. ma Tu che giudichi una autorità spirituale chi sei?
    se non aderisci alla visione del Pastore Perri chi ti obbliga a partecipare?
    se non condividi la sua opera perchè lo devi insultare e lo devi giudicare su un BLOG?
    prega il Signore e chiedi a Lui di intervenire perchè Dio è potente a correggere i Suoi servi se sono nell’errore altrimenti tutto andra avanti con la benedizione di Dio.
    non fate come i farisei ti lavi le mani non ti lavi le mani ti siedi con i pubblicani non ti siedi con i pubblicani, come faceva faceva Gesù era sempre un errore.
    Gianluca chiedi perdono a Dio e al Pastore Perri perchè tu non puoi giudicare l’opera di un Pastore Unto da Dio (UNTO PERCHé SI VEDONO I FRUTTI)e poi continua a vivere la tua fede in Gesù per come sei stato chiamato lascia stare gli altri.
    nella nostra chiesa viviamo l’OPERA dello spirito Santo e ogni giorno vediamo opere meravigliose nelle nostre vite e questo dimostra che il Pastore è da Dio.

    • illuminato scrive:

      Tu dici che Perri parla con i cattolici e gli mostra con la Parola di Dio che sono nell’errore. Io ho visto un video in cui Perri chiama i cattolici “fratelli”. Come fa Perri a mostrare ai cattolici romani che sono nell’errore se li chiama fratelli? E’ questo che hai capito dalla Bibbia?

  18. Giovanni scrive:

    Rettifico la persona alla quale mi rivolgo si chiama Antonio.
    Scusa Gianluca

  19. Giovanni scrive:

    illuminato li chiama Fratelli per il bene che fanno a quei ragazzi che sono caduti nella droga e poi caro illuminato tu sai chi sono i Samaritani nella Bibbia?
    conosci la parabbola del Buon Samaritano ( Gesù lo Chiama BUONO eppure i Samaritani erano idolatri adoravano un idolo) non adoravano Gesù anche perchè poi lo stesso Gesù va a proclamare la sua parola in Samaria.
    certamente se a quel tempo c’eri tu avresti corretto Gesù dicendo che non era buono perchènon era perfetto non era buono perchè non era conforme.
    illuminato leggila nella sua completezza la Parola e chiedi allo Spirito Santo di illuminarti perchè chiamarsi illuminato non significa che lo sei
    Non giudicate un PASTORE non giudicate perchè non siete stati chiamati a giudicare nessuno è Gesù che decide chi deve essere salvato e chi no eLui che Salva non le tue opinioni o le tue convinzioni altrimenti diventi peggio dei Farisei e dei Giudei che crocifissero il nostro Signore Gesù Cristo.
    come ho già detto se non sei d’accordo con il Pastore Perri nessuno ti obbliga a seguirlo ma continua per la tua strada nessuno ti ha giudicato sei tu che ti sei permesso, tu e i tuoi amici, a giudicare un Pastore e la sua missione. il mondo è così grande e c’è tanto da fare per il Regno di Gesù e tu vuoi perdere tempo.
    VAI PER LA TUA STRADA CON LA TUA MISSIONE ( SE NE HAI UNA) E LASCIA STARE CHI STA LAVORANDO PER GESù .
    SPERO CHE LA FINIRETE DI PARLARE MALE PERCHè QUESTO NON VIENE DA DIO.

    • illuminato scrive:

      Conosco la parabola a cui fai riferimento ma devo correggerti. Gesù lo chiama “Samaritano” e non “Buon Samaritano”. Leggi Luca 10:33 “Ma un Samaritano che era in viaggio, giunse presso a lui; e vedutolo, n’ebbe pietà” http://is.gd/qjwg

  20. ANTONIO scrive:

    Risposta a Giovanni.

    PREMESSA.

    Proverbi 13:13 Chi sprezza la parola si costituisce, di fronte ad essa, debitore, ma chi rispetta il comandamento sarà ricompensato.

    1 COR 4: 6; 6 Or, fratelli, queste cose le ho per amor vostro
    applicate a me stesso e ad Apollo, onde per nostro
    mezzo impariate a praticare il ‘non oltre quel che è
    scritto’; affinché non vi gonfiate d’orgoglio esaltando
    l’uno a danno dell’altro.

    Paolo diceva di parlare da parte di Dio.

    1 tess 4: 15 Poiché questo vi diciamo per parola del Signore ….

    1 cor 14: 37 Se qualcuno si stima esser profeta o spirituale,
    riconosca che le cose che io vi scrivo sono
    comandamenti del Signore.

    1 tess 4: 8 Chi dunque sprezza questi precetti, non sprezza un
    uomo, ma quell’Iddio, il quale anche vi comunica il
    dono del suo Santo Spirito.
    Paolo ha insegnato che le sue parole erano parole del Signore
    1 tess 4:15,
    che le sue parole erano comandamenti del Signore 1 cor 14:37;
    e che chi sprezza i suoi precetti sprezza iddio…1 tess 4:8;
    Caro Giovanni il tuo “”unto”” disobbedisce alla Parola scritta ed insegnata dagli apostoli infatti Paolo un “”Vero “”Unto ha detto:

    2 COR 6: 13 Ora, per renderci il contraccambio (parlo come a
    figliuoli), allargate il cuore anche voi!
    14 Non vi mettete con gl’infedeli sotto un giogo che
    non è per voi; perché qual comunanza v’è egli fra la
    giustizia e l’iniquità? O qual comunione fra la luce e le
    tenebre?
    15 E quale armonia fra Cristo e Beliar? O che v’è di
    comune tra il fedele e l’infedele?
    16 E quale accordo fra il tempio di Dio e gl’idoli?
    Poiché noi siamo il tempio dell’Iddio vivente, come
    disse Iddio: Io abiterò in mezzo a loro e camminerò fra
    loro; e sarò loro Dio, ed essi saranno mio popolo.
    17 Perciò Uscite di mezzo a loro e separatevene, dice il
    Signore, e non toccate nulla d’immondo; ed io
    v’accoglierò.

    Questo sano insegnamento ci comanda che non ci dobbiamo mettere
    con coloro che non hanno fede in Gesu’ Cristo, perche’
    non c’e’ comunanza, non c’e’ comunione, non c’e’ armonia, non c’e’ accordo ecc…
    ed e’ Dio stesso ad invitarci ad uscire di mezzo a loro, a separarci
    da loro e a non toccare nulla d’immondo.
    Il tuo “”unto “”potra’ anche far resuscitare i morti, far scendere fuoco dal cielo, ecc…
    Ma finche’ disprezza la parola non ubbidendo ad essa, e’ un disobbediente e merita pubblica riprensione.

    Tu hai detto: Caro Gianluca stà scritto che dai frutti si conoscerà l’albero
    giusto? bene, battesimi di anime che lasciano il mondo e l’idolatria per accettare Gesù, conversioni, liberazioni dai demoni, guarigioni da ogni malattia resurrezione dei morti aiutare il prossimo sono frutti degni del Nome Santo di Gesù Cristo? se la tua risposta è affermativa ti posso dire con tutta franchezza che con il tuo ORGOGLIO(non fà parte del carattere di Cristo) e con la tua arroganza Hai giudicato un Pastore Unto da Dio e attraverso il quale ogni giorno persone rinunciano al diavolo e al suo dominio per accettare Gesù Cristo come suo Signore.
    Gianluca tu non conosci il Pastore Perri non conosci la sua Chiesa non conosci il suo Ministerio e lo Giudichi?
    questo hai capito della Bibbia ?
    risposta: hai detto bene, si riconosce dai frutti, sono buoni frutti quelli di disobbedire a cio’ che Dio ha espresso per bocca di Paolo? 2 COR 6:13-17;
    hai detto: battesimi di anime che lasciano il mondo e l’idolatria per accettare Gesù, conversioni, liberazioni dai demoni, guarigioni da ogni malattia resurrezione dei morti aiutare il prossimo sono frutti degni del Nome Santo di Gesù Cristo?

    Risposta: battesimi di anime che lasciano il mondo, e l’idolatria per accettare Gesu’?
    Allora perche’ il tuo “unto “” li porta nella tana del lupo( il prete) e fa queste pastocchie religiose , esse sono da Dio?
    Hai detto: liberazioni dai demoni, guarigioni da ogni malattia resurrezione dei morti aiutare il prossimo sono frutti degni del Nome Santo di Gesù Cristo?
    Risposta: A prescindere dal fatto che sei tu che dici cio’, se anche questo avvenisse, io ti rispondo cosi’:
    matteo 7: 21 Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel
    regno de’ cieli, ma chi fa la volontà del Padre mio che è
    ne’ cieli.
    22 Molti mi diranno in quel giorno: Signore, Signore,
    non abbiam noi profetizzato in nome tuo, e in nome tuo
    cacciato demonî, e fatte in nome tuo molte opere
    potenti?
    23 E allora dichiarerò loro: Io non vi conobbi mai;
    dipartitevi da me, voi tutti operatori d’iniquità.
    Capito?
    Il tuo “”unto”” deve insegnare a voi a separarvi dal paganesimo cattolico ed ad adorare Dio in ispirito e verita’, non ha alcun diritto di portarvi davanti ad un idolatra chiamandolo fratello ed insegnando anche a voi a fare altrettanto capito?
    Hai detto: il Pastore Perri AMA Gesù Cristo proclama il suo Regno e combatte per il suo Regno non aderisce all’adorazione delle immagini e degli idoli e Lui parla con i cattolici e gli mostra con la Parola di Dio che sono nell’errore.
    Risposta: Se ama Gesu’ Cristo perche’ non ubbidisce ai suoi comandamenti?
    Giovanni 14: 21 Chi ha i miei comandamenti e li osserva, quello mi
    ama; e chi mi ama sarà amato dal Padre mio, e io
    l’amerò e mi manifesterò a lui.
    23 Gesù rispose e gli disse: Se uno mi ama, osserverà la
    mia parola; e il Padre mio l’amerà, e noi verremo a lui e
    faremo dimora presso di lui.
    24 Chi non mi ama non osserva le mie parole; e la
    parola che voi udite non è mia, ma è del Padre che mi
    ha mandato

    Gesu’ dice che chi lo ama osserva i suoi comandamenti giov 14:21,23; e non mi sembra che il tuo “”unto”” li osservi poiche’ Cristo ha ordinato di separarsi dagli infedeli e li si unisce con gl’infedeli., mostrando disobbedienza a Cristo.
    Ed al v 24 dice che chi non osserva la sua parola non lo ama, quindi se non vuoi imitare Gilberto ed essere anche tu disobbediente a Cristo, non puoi dire parole contrarie a cio’ che Cristo dice.E gli dice che Gilberto facendo cosi’ dimostra di non amarlo, e tu non puoi affermare il contrario.
    E poi se Gilberto combatte per Cristo ed il Suo regno, se non aderisce all’adorazione delle immagini e degli idoli, come mai ha accettato quell’idolo dalle mani del prete?
    Poi hai detto che gli mostra con la parola che sono nell’errore,
    risposta: : veramente nel video non ho affatto notato questo e neanche lo ha chiamato a ravvedimento, ma al contrario lo ha chiamato “”fratello”.
    Quindi ha riconosciuto come fratello un idolatra, una persona non ravveduta e che e’ morta nei falli e nei peccati .

    Hai detto ancora: Tu che giudichi una autorità spirituale chi sei? se non aderisci alla visione del Pastore Perri chi ti obbliga a partecipare?
    Risposta: Autorita’ spirituale,dici? Ma quale autorita’, l’unica autorita’ spirituale e’ questa:
    Isaia 8: 20 Alla legge! alla testimonianza! Se il popolo non parla così, non vi sarà per lui alcuna aurora.
    2 Tim 3: 16 Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile ad insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia.

    Hai detto ancora: se non aderisci alla visione del Pastore Perri chi ti obbliga a partecipare?
    Risposta: Infatti io non aderisco a queste pastocchie religiose e non vi partecipo affatto, ma avendo visto il video e sentito e visto il tuo unto come si comportava ho capito che e’ stato sedotto dal serpente antico, e che il diavolo attraverso di lui desidera portarvi lontani da Cristo.
    Hai detto: se non condividi la sua opera perchè lo devi insultare e lo devi giudicare su un BLOG?
    risposta: veramente a me non risulta di averlo insultato, ma giudicato si’ perche’ caro Giovanni se il tuo “”unto”” non te lo ha insegnato, ci penso io a farlo , ci sono delle cose che noi’ possiamo giudicare basta farlo con giusto giudizio Giovanni 7:24;possiamo esprimere un giudizio in una lite tra fratelli.1 Cor 6: 1-5:
    Possiamo giudicare le profezie. 1 Cor 14:29;
    Possiamo giudicare quello che uno dice, 1 Cor 10:15;
    possiamo giudicare che le donne si devono mettere il velo,1 Cor 11:13;
    un giorno giudicheremo gli angeli 1 Cor 6:3;
    e giudicheremo il mondo, 1 Cor 6:2;
    possiamo giudicare quelli di dentro1 Cor 5:12;
    possiamo giudicare un fratello che commette peccato 1 cor 5: 1-12;
    possiamo giudicare d’ogni cosa1° cor 2:15;

    hai detto anche : ti posso dire con tutta franchezza che con il tuo ORGOGLIO(non fà parte del carattere di Cristo) e con la tua arroganza Hai giudicato un Pastore Unto da Dio e attraverso il quale ogni giorno persone rinunciano al diavolo e al suo dominio per accettare Gesù Cristo come suo Signore.
    Nonostante parli di non giudicare, tu mi hai giudicato arrogante ed orgoglioso, non c’e’ che dire allora io ti rispondo cosi’: romani 2: 21 come mai, dunque, tu che insegni agli altri non
    insegni a te stesso? …..
    insegni a non giudicare e poi lo fai tu?
    Hai detto ancora: Gianluca chiedi perdono a Dio e al Pastore Perri perchè tu non puoi giudicare l’opera di un Pastore Unto da Dio.
    Risposta: Riguardo che devo chiedere perdono a Dio? Di aver fatto questo:? Di aver ubbidito a questa parola che segue?

    2 cor 10: 3 Perché sebbene camminiamo nella carne, non combattiamo secondo la carne; 4 infatti le armi della nostra guerra non sono carnali, ma potenti nel cospetto di Dio a distruggere le fortezze;
    5 poiché distruggiamo i ragionamenti ed ogni altezza che si eleva contro alla conoscenza di Dio, e facciam prigione ogni pensiero traendolo all’ubbidienza di Cristo;
    io sono in guerra e combatto contro i principati le podesta e contro le forze spirituali della malvagita’ e devo distruggere i ragionamenti ed ogni altezza che si eleva contro alla conoscenza di Dio, e fare prigione ogni pensiero traendolo all’ubbidienza di Cristo;
    di questo devo chiedere perdono a Dio, ma visto che ti trovi perche’ non consigli a Perry di ravvedersi di questo suo adulterio spirituale e di chiedere perdono a Dio di questo suo e anche vostro sviamento dall’insegnamento delle Sacre Scritture.

    Tu hai detto: “”unto”” perche’ si vedono i frutti.
    Risposta: ora ti mostro alcune cose che sembrano frutti:
    marco 12: 22 perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti, e
    faranno segni e prodigî per sedurre, se fosse possibile,
    anche gli eletti.

    2 tess 1: 9 La venuta di quell’empio avrà luogo, per l’azione
    efficace di Satana, con ogni sorta di opere potenti, di
    segni e di prodigî bugiardi;
    10 e con ogni sorta d’inganno d’iniquità a danno di
    quelli che periscono perché non hanno aperto il cuore
    all’amor della verità per esser salvati.
    11 E perciò Iddio manda loro efficacia d’errore onde
    credano alla menzogna;
    12 affinché tutti quelli che non han creduto alla verità,
    ma si son compiaciuti nell’iniquità, siano giudicati.

    Apocalisse 16: 13 E vidi uscir dalla bocca del dragone e dalla bocca
    della bestia e dalla bocca del falso profeta tre spiriti
    immondi, simili a rane;
    14 perché sono spiriti di demonî che fan de’ segni e si
    recano dai re di tutto il mondo per radunarli per la
    battaglia del gran giorno dell’Iddio Onnipotente.

    E poi a proposito di unto”” lo sai che sarebbero usciti falsi unti e falsi profeti? Matteo 24: 24 perché sorgeranno falsi cristi …
    Falsi cristi, cioe’ falsi unti.
    Quindi carissimo Giovanni ti dico : ravvediti anche tu perche’ anche la tua mente e’ stata sedotta.
    tanto ti dovevo.
    che Dio ti benedica e ti conceda il ravvedimento da queste opere morte.

  21. Giovanni scrive:

    Caro antonio ascolta io ho anche detto che se tu non sei d’accordo con il ministerio del mio PASTORE ( CHE TI PREGO DI NON NOMINARE NEMMENO) non lo devi seguire non devi ascoltare le sue prediche nessuno ti obbliga ne tanto meno noi abbiamo bisogno dei tuoi consigli.
    sai una cosa quando il diavolo si è presentato a Gesù per tentarlo citava le scritture come te, non ti offendere perchè è quello che hai detto del mio Pastore che ogni giorno lotta per il mio Signore e per le anime che gli sono state affidate e che ogni giorno aumentano e non diminuiscono.
    Antonio non parlarer più del mio Pastore e della mia chiesa non ci cercare noi non ti cercheremo.
    voi avete iniziato questa diatriba su internet e noi non staremo zitti se voi infangherete la nostra chiesa e il nostro PASTORE.
    Poi se volete venire qui a Reggio per confrontarvi con il Pastore, che voi definite non da Dio, prego sapete l’indirizzo e cmq sarete ospitati per come è scritto sulla Parola di Dio che noi viviamo ogni giorno.
    ora ti lascio e spero fortemente di non vedere pronunziato più il nome del mio Pastore e della mia Chiesa su questo Blog.

    • illuminato scrive:

      Chi ama la correzione ama la scienza, ma chi odia la riprensione è uno stupido. (Proverbi 12:1) http://is.gd/qs6n

      Guarda che Antonio e gli altri fratelli che qui hanno citato le Scritture per correggere Gilberto Perri e quelli che la pensano come lui riguardo all’ecumenismo con i cattolici romani sono stati sospinti dallo Spirito Santo a rivolgere una riprensione affinché vi conduciate in modo degno del Signore.

  22. Giovanni scrive:

    cmq illuminato se Gesù parla di quel Samaritano in quella maniera ci stà mostrando la BONTA’ di quell’uomo cmq grazie per la correzione ma il risultato non cambia.
    il Samaritano era una persona Buona.

I commenti sono chiusi.