C’è un evangelico tra le vittime dell’incidente avvenuto ieri all’aeroporto Barajas di Madrid

Sull’aereo caduto c’era Rubén Santana Mateo, 45 anni, della Chiesa Evangelica Battista di Tres Cantos (Madrid), Missione della Chiesa Evangelica Battista “Buon Pastore” di via Ros de Olano a Madrid. Era il responsabile dell’evangelizzazione, ed insieme a sua moglie svolgeva un lavoro missionario nella zona della Sierra Norte di Madrid. Lascia la moglie Mari Carmen Hernández León e tre figli, Donovan, Jonás ed Erika.

Via | Protestante Digital


Un passeggero voleva scendere, ma l’equipaggio glielo impedì

ROMA (22 agosto) – Dopo il primo stop dell’MD-82 per problemi tecnici Ruben Santana voleva scendere dall’aereo ma l’equipaggio glielo ha impedito. Santana ha inviato dall’aereo un primo sms alla moglie, rimasta a Madrid, dicendole che il velivolo aveva dei problemi e che sarebbero partiti con un po’ di ritardo. La donna gli aveva risposto che era preoccupata e che non voleva che lui partisse. A quel punto l’uomo ha chiesto di uscire, ma l’equipaggio non glielo ha permesso. La storia è stata raccontata da un amico di famiglia e raccolta dal quotidiano El Pais. Nell’ultimo sms di Santana, camionista e pastore in una chiesa evangelica, si legge: «Ormai non posso più uscire, hanno chiuso tutto». Santana aveva tre figli. Andava alle Canarie per visitare i suoi genitori. Aveva prenotato un biglietto per il volo Madrid-Las Palmas per il 21 agosto ma, essendo rimasto un posto libero, lo aveva cambiato con un altro per il giorno precedente.

Ruben Santana non sarebbe però l’unico passeggero che voleva abbandonare il velivolo. I familiari di altre vittime hanno detto al quotidiano Abc di aver ricevuto anch’essi sms dai loro parenti che non erano riusciti a scendere dall’aereo perchè l’equipaggio non lo aveva permesso.

Fonte: Il Messaggero

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Spagna e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.