Francia: Guai giudiziari per il negozio che vendeva magliette antisemite

T-shirt antisemita venduta a Parigi. BNVCA

Sono in stato di fermo di polizia la proprietaria e la commessa del negozio parigino che vendeva le magliette con lo slogan antisemita ‘Entrata al parco vietata agli ebrei’. Lo ha riferito una fonte della polizia, precisando che la procura ha aperto un’inchiesta preliminare per ‘incitazione all’odio razziale attraverso iscrizioni a carattere antisemita’.
Un provvedimento che arriva dopo l’esposto presentato dall’Ufficio nazionale di vigilanza contro l’antisemitismo (Bnvca), che lunedi’ scorso ha scoperto le T-shirt razziste.
Le due donne sono state poste in stato di fermo presso la caserma della Brigata di repressione della delinquenza contro la persona (Brdp).
Gli inquirenti stanno cercando di risalire al fabbricante, al grossista e all’importatore eventuale – la scritta e’ in tedesco – delle T-shirt.
Lo slogan riportato e’ quello che negli anni quaranta vietava agli ebrei del ghetto di Lodz, in Polonia, di entrare nei parchi della citta’.

Fonte: Aduc

Post correlati:

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Antisemitismo, Ebrei, Francia, Razzismo e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.