India: Cristiani picchiati e accusati di conversioni forzate

Prabhavati e Malleswary

Alle 13:00 circa del 5 luglio, quattro militanti indù hanno aggredito un evangelista, Shyam Kumar (22), mentre stava distribuendo opuscoli evangelici ai poveri nel villaggio di Baswapur, Andhra Pradesh. I militanti lo hanno falsamente accusato di convertire forzatamente le persone e lo hanno violentemente picchiato, rendendolo incosciente. Shyam è stato trovato da un amico e ricoverato in ospedale a seguito delle ferite.

Il 10 luglio il pastore A. Jayrag è stato aggredito da militanti indù che si oppongono alla decisione delle autorità locali di concedergli il permesso per costruire una chiesa nel villaggio di Dandu Mylavaram, Andhra Pradesh. Alle 21:00 circa gli assalitori hanno fatto irruzione nella casa del pastore e lo hanno trascinato fuori. E’ stato picchiato, preso a calci, accusato di convertire forzatamente le persone e minacciato di terribili conseguenze se avesse continuato a predicare il Vangelo nel villaggio.

Due donne cristiane, Prabhavati (27) e D. Malleswary (24), sono state arrestate con false accuse di conversione forzata nella cittadina di Vivek Nagar, Bangalore il 12 luglio. Alle 14:00 circa dei militanti indù sono arrivati alla chiesa di queste donne e gli hanno chiesto degli opuscoli cristiani. Non appena hanno ricevuto gli opuscoli, i militanti hanno accusato le due credenti di convertire forzatamente gli indù al cristianesimo. La polizia ha arrestato le donne e le ha trattenute in un carcere locale per 13 giorni.

Fonte: Persecution.net

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, India, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.