[Video] Lakeland, Florida: Todd Bentley prorompe in una “santa risata”

Uno dei segni della “Benedizione di Toronto”: Riso fragoroso e incontrollato.

Si assiste talvolta a risate incontrollate da parte di coloro che dicono di ricevere la Benedizione.

I passi biblici presi a sostegno di queste risate fragorose sono:

“Allora la nostra bocca fu piena di sorrisi, e la nostra lingua di canti d’allegrezza” (Salmo 126:2);

“Vi sono gioie a sazietà nella tua presenza” (Salmo 16:11);

“Tu moltiplichi il popolo, tu gli largisci una gran gioia; ed egli si rallegra nel tuo cospetto come uno si rallegra al tempo della messe, come uno giubila quando si spartisce il bottino” (Isaia 9:2);

“Ed i discepoli erano pieni d’allegrezza e di Spirito Santo” (Atti 13:52).

Confutazione

Senza dubbio Dio ci riempie di allegrezza con il suo operare perchè è scritto: “Tu mi hai rallegrato col tuo operare” (Salmo 92:4); Gesù stesso giubilò per lo Spirito Santo nel constatare che il Padre suo aveva rivelato le cose relative al regno ai piccoli fanciulli e nascoste ai savi e agli intelligenti (cfr. Luca 10:21). Possiamo dire col salmista che vi sono gioie a sazietà nella presenza del Signore. Ma quando si parla della gioia che ci da il Signore bisogna sempre tenere presente che essa è il frutto dello Spirito Santo, e quindi è una gioia vera. E poi che quando si riunisce la chiesa, sì ci si deve rallegrare ma con timore come è scritto: “Gioite con tremore” (Salmo 2:11) il che significa autocontrollandosi. Il locale di culto non è un teatro, e neppure lo deve diventare; i santi si devono rallegrare nel sentire parlare dei prodigi di Dio o nel vederli, ma non devono oltrepassare la giusta misura. E questo perchè ogni cosa deve essere fatta con decoro e con ordine; il disordine, l’eccesso, non procede da Dio, ma è solo una manifestazione della carne. Nelle riunioni del Toronto Blessing questo riso smoderato non edifica, mortifica. Ma poi che c’è da ridere nel constatare che queste chiese e i loro conduttori hanno fatto pace con il mondo? Ah! in questo tempo così difficile per la chiesa in cui i conduttori lasciano sfrenare il popolo di Dio, e questo si prostituisce con il mondo, tanto da essere diventato irriconoscibile, sale insipido; il messaggio da rivolgere ai credenti non è gioite, ma piuttosto: “Siate afflitti, fate cordoglio e piangete! Sia il vostro riso convertito in lutto, e la vostra allegrezza in mesti­zia” (Giacomo 4:9). No, invece costoro ridono; ridete, ridete. Ma sappiate che il vostro riso assomiglia allo scoppiettio dei pruni sotto una pentola. Io invece piangerò nel vedervi ridere o nel sentirvi ridere perchè so che questo ridere è falso. (Tratto da: Giacinto Butindaro, Contro la ‘Benedizione di Toronto’)

Post correlati:

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Stati Uniti, Video e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.