Ciclone in Myanmar: appello dell'Alleanza Mondiale Battista

Il BWAid lancia un appello per la raccolta fondi a favore delle vittime

ROMA, 7 MAGGIO 2008 – Il BWAid, l’organismo di soccorso dell’Alleanza Mondiale Battista (AMB), si è impegnato a versare 50.000 dollari destinati a fornire assistenza nel soccorso per l’emergenza in Myanmar.

Il Myanmar, ex Birmania, ha subito un devastante ciclone che ha colpito il paese del sud-est asiatico sabato 3 maggio, causando la morte, secondo le stime, di ben 22.000 persone, ma vi è il fondato timore che il numero delle vittime sia destinato ad aumentare, dato che decine di migliaia sono i dispersi. Vaste aree del paese sono fortemente allagate.

In aggiunta all’aiuto economico, il BWAid sta coordinando gli sforzi di soccorso con i battisti di tutto il mondo. “Stiamo lavorando insieme alla Convenzione Battista del Myanmar e siamo in contatto con partner BWAid in Nord America, Europa e Asia “, ha detto Paolo Montacute, direttore della BWAid.

Tra i bisogni immediati delle persone colpite dal ciclone e dalle inondazioni vi sono acqua potabile, cibo, coperte e kit medici. La Convenzione Battista del Myanmar, membro dell’AMB, è il più grande gruppo Battista in Asia con più di 1,1 milioni di credenti battezzati. La testimonianza battista è diffusa in larga misura tra le minoranze e i gruppi etnici emarginati, come ad esempio i Karen, Chin e Kachin.
Donazioni per i soccorsi in Myanmar possono essere inviate al BWAid Emergency Response Fund, (http://www.bwanet.org/bwaid) o all’Ucebi (http://www.ucebi.it/donazioni.php) specificando nella causale: VITTIME CICLONE MYANMAR

Fonte: Ucebi

Post correlati:

Ricerca su Google News con la parola chiave “Myanmar”

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Aiuto umanitario, Birmania, Cristianesimo, Intercessione e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.