Prime elezioni democratiche in Bhutan

L’unico paese buddista al mondo ha avuto le sue prime elezioni democratiche il 25 marzo scorso. Due milioni di abitanti sono andati alle urne per eleggere dei rappresentanti al nuovo parlamento. Dal 1907 questa monarchia era unicamente governata dalla dinastia ereditaria dei Wangchuck.
I nuovi eletti costituiranno il Consiglio Nazionale che avrà il compito di istituire una costituzione ed un governo di tipo democratico.
Il presidente di Gospel for Asia, K.P. Yohannan, ha dichiarato che è troppo presto per dire se questo governo in formazione sarà favorevole alla libertà di religione.
In Bhutan è illegale predicare l’evangelo. Meno dell’1% della popolazione dichiara di seguire Cristo.

Fonte: Christianisme Aujourd’hui – riprodotto con autorizzazione

Post correlati:

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Bhutan, Cristianesimo e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.