Algeria: Chiusi 13 luoghi di culto

Tredici templi e luoghi di preghiera, situati per la maggior parte in Cabilia, sono stati chiusi dalle autorità algerine, ha annunciato il pastore Mustapha Krim, presidente della Chiesa Protestante d’Algeria. “Tredici templi, di cui 11 a Tizi Ouzou, uno a Béjaïa ed uno a Bouira (est di Algeri) sono stati chiusi su ingiunzione delle autorità locali”, ha dichiarato il pastore.
I responsabili di questi luoghi di culto avevano ricevuto prima delle notifiche dai sottoprefetti della regione che chiedevano loro di sospendere le attività in attesa di ricevere un “certificato di conformità” per l’esercizio del culto.
“Nessun motivo è stato dato a questi responsabili a sostegno di questa decisione”, ha indicato il pastore Krim, che ha annunciato di aver fatto ricorso presso il prefetto di Tizi Ouzou.

Fonte: Le Figaro/AFP

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Algeria, Cristianesimo, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.