USA: Chiesa potrebbe perdere esenzioni fiscali per aver interferito in campagna elettorale

La United Church of Christ, la Chiesa del candidato democratico alla presidenza degli Stati Uniti, Barack Obama, potrebbe avere problemi dall’agenzia per la riscossione delle tasse, la temutissima Irs per un discorso che Obama ha fatto alla Convenzione nazionale della confessione religiosa.
L’Irs ha infatti notificato alla Chiesa di aver aperto un’indagine sul discorso fatto dal candidato democratico al Sinodo generale della United Church of Christ del 2007, ad Hartford, Connecticut.
Per l’Irs, “ci sono indizi sufficienti a far pensare che la United Church of Christ abbia preso parte al dibattito politico, cosa che potrebbe mettere a rischio le esenzioni fiscali concesse alle confessioni religiose”.
La legge federale prevede che le chiese rimangano neutrali e non partecipino direttamente o indirettamente in attivita’ politiche per questo o quel candidato.

Fonte: Aduc – 27 febbraio 2008

Post correlati:

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Stati Uniti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.