Canada: Gerusalemme? Non è Israele…almeno sul passaporto

Secondo la giustizia canadese Gerusalemme non è parte di Israele: la Corte Suprema del Canada, infatti, ieri si è rifiutata di pronunciarsi sul caso di Eliyahu Yoshua Veffer, uno studente di Toronto che sul proprio passaporto aveva indicato come luogo di nascita “Gerusalemme, Israele”. Già nel 2006 la corte federale aveva bocciato la domanda di Veffer, studente immigrato a Toronto, sostenendo che lo status di Gerusalemme non era ancora stato definito: “Da un punto di vista giuridico – così la sentenza – le Nazioni Unite riconoscono Gerusalemme come un territorio che non fa parte di alcuno stato”. Veffer, che ha visto bocciare la sua istanza anche dalla corte d’appello, aveva cominciato l’iter giudiziario nel 2005, sostenendo che i suoi diritti erano stati violati dalla giustizia canadese e sostenendo di sentirsi discriminato. La reazione della comunità ebraica canadese alle precedenti sentenze era stata dura. Ma David Matas, l’avvocato di Veffer, promette che la battaglia continuerà: “Per quanto mi riguarda non è finita qui – ha detto al Calgaary Herald – la via legale è solo un modo per cambiare la politica, ma non è l’unico, ne troveremo un altro“. “La politica sui passaporti rispecchia la nostra politica estera in Medio Oriente” aveva commentato Rodney Moore, portavoce del ministero degli esteri nel luglio scorso, il Canada considera che lo status di Gerusalemme possa essere risolto solo insieme a una soluzione generale della disputa israelo – palestinese”. [CO]

Fonte: Misna – 15/2/2008 13.11

Post correlati:

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Canada, Israele e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.