India: Picchiato un pastore evangelico

Il 29 settembre 2007 a Sarai (regione di Nalsa, distretto di Dhar, Stato del Madhya Pradesh), degli abitanti di questo villaggio indù hanno picchiato un pastore ed hanno sporto denuncia contro di lui, contro sua moglie e altri quattro cristiani, accusandoli di conversione tramite “seduzione”.
La polizia ha arrestato il pastore Subhash Chouhan della chiesa Indian Evangelical Team, sua moglie ed i loro bambini in tenera età, insieme ad altre quattro persone, accusandole di violare la legge anticonversione ed altri articoli del Codice penale indiano. I cristiani di Sarai sono stati messi in detenzione preventiva, poi, qualche giorno dopo, sono stati rilasciati sotto cauzione. Secondo una fonte locale, essi sono stati arrestati mentre si trovavano presso un amico del villaggio che è stato guarito da una malattia dopo che il pastore Chouhan ha pregato per lui. Quest’uomo aveva invitato dei parenti affinché potessero vedere un film su Gesù con degli amici. La polizia non ha sporto denuncia contro gli aggressori, ma ha fatto arrestare i cristiani sulla base di una futile denuncia. I querelanti non erano presenti nella casa e non avevano legalmente alcun diritto di accusare i cristiani. La polizia ha confermato che aprirà una inchiesta.

Fonte: La Voix des Martyrs, 02/2008, pag. 6

Post correlati:

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, India, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.