Olanda: Preoccupa film contro il Corano. Associazioni islamiche invitano alla calma

Sale la tensione in Olanda per la vicenda del film anti-islamico del deputato olandese di estrema destra Geert Wilders. In vista della proiezione ormai prossima, i rappresentati di circa 200 associazioni musulmane hanno ieri fatto appello ai fedeli affinche’ non si lascino provocare dalla pellicola che l’autore stesso ha definito ‘il film che dimostrera’ come il Corano sia un libro fascista come il Mein Kampf’.
Wilders – leader del partito anti-immigrati Pvv – vive sotto scorta per aver ricevuto diverse minacce di morte dopo l’assassinio del regista Theo van Gogh, accoltellato da un estremista islamico in seguito all’uscita del suo film che denunciava l’oppressione delle donne musulmane.
Ancora non e’ chiaro quando e dove sara’ proiettato il film che per ora e’ stato rifiutato dalle televisioni olandesi. E nonostante, secondo la stampa, anche il Governo abbia cercato di dissuadere Wilders dal diffondere la sua opera, il deputato e’ determinato a farle avere massima visibilita’, diffondendola anche su YouTube.
‘Chiediamo a tutti i musulmani olandesi e a coloro che si sentiranno offesi per il contenuto del film di mantenere la calma, dimostrando che siamo in grado di incassare il colpo e che non ci lasciamo manipolare’, ha detto il presidente delle associazioni islamiche, Mohammed Rabbae, durante una conferenza stampa in cui ha invitato a dimostrare il proprio dissenso con mezzi legali, attraverso denunce e querele contro Wilders.

Fonte: Aduc.it – 25 gennaio 2008

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Islam, Olanda e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.