Germania: Insulti e minacce a musulmani convertiti

Indagine del quotidiano conservatore die Welt

Roma, 14 gen. (Apcom) – I musulmani che si convertono al cristianesimo corrono gravi rischi in Germania: vengono insultati, oltraggiati e minacciati, secondo un’indagine svolta dalla Welt online, sito internet dell’omonimo quotidiano conservatore. E il rischio vale soprattutto per coloro che tentano di svolgere un’opera di evangelizzazione tra i musulmani, scrive la Welt online, che ha visitato la comunità turco-evangelica di Colonia.

Alcuni neo-cristiani vengono ripudiati dalle loro famiglie, cacciati e picchiati, alcuni addirittura uccisi. Nella comunità di Colonia si sarebbero verificati anche episodi di persone pugnalate a morte o mutilate, sebbene queste restino delle eccezioni.

In Germania la grande maggioranza della popolazione professa la fede cristiana, cattolica o protestante (51 milioni). Il numero di musulmani si aggira attorno ai 3,3 milioni di persone. La comunità turco o arabo-evangelica nel Paese conta attualmente circa 6.000 persone.

Fonte: Alice Notizie/Apcom

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Germania, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.