CINA: Arrestato il proprietario di una libreria cristiana

Il 7 dicembre gli ufficiali della Pubblica Sicurezza (PSB) di Pechino hanno arrestato Shi Weihan, il proprietario di una libreria cristiana nei pressi del Villaggio Olimpico, insieme a una delle sue dipendenti. Ray Sharpe, amico da anni del 37enne Shi, ha dichiarato che le autorità hanno trattenuto Shi Weihan, membro di una chiesa non registrata di Pechino, e hanno confiscato libri cristiani dal suo negozio e libri di sua proprietà dall’abitazione.

Gli ufficiali del distretto Haidian, che fa capo all’ufficio PSB di Pechino non hanno voluto comunicare ai familiari né i reati a carico di Shi né il luogo di detenzione. In passato Shi non ha mai avuto problemi con le autorità e ha sempre venduto libri per i quali aveva i necessari permessi. La moglie di Shi, Zhang Jing, e diversi altri dipendenti erano stati fermati e in seguito rilasciati, a eccezione di Tian Hongxia, una donna che è tuttora trattenuta dalla polizia. “Suo padre è stato brutalmente picchiato quando hanno arrestato la ragazza”, ha riferito Sharpe. “Suo figlio di tre anni è molto turbato da quello che ha visto accadere, non hanno rispetto neanche dei bambini quando maltrattano la gente in Cina”.

Fonte: Porte Aperte Italia

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cina, Cristianesimo, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.