Nuova Caledonia: Quindici mesi di carcere col beneficio della condizionale per l’ex presidente della Chiesa Evangelica Libera

In Nuova Caledonia il presidente della Chiesa Evangelica Libera (EEL) si becca quindici mesi di carcere col beneficio della condizionale e l’obbligo di rimborsare i cinque milioni di franchi CFP che ha sottratto. Pronunziata lo scorso 7 novembre dal tribunale correzionale di Nouméa, questa sentenza accontenta l’EEL che aveva presentato querela.
Tra il 2003 e il 2006, Watei Hanyé, all’epoca presidente della Federazione d’Insegnamento Libero Protestante, ha abusato dei suoi poteri firmando dei contratti a nome della Chiesa. Egli ha in particolare dato in affitto un appezzamento di terreno appartenente alla Chiesa e ne ha intascato i guadagni.
Nel 2005 era stato condannato a tre mesi di carcere col beneficio della condizionale per percosse e lesioni.

Fonte: Alliance Presse/agenzie, 08.11.2007 – riprodotto con autorizzazione

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Nuova Caledonia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.