CINA: Il pastore Zhang Rongliang è in cattive condizioni di salute

Arrestato dalla polizia il primo dicembre 2004 ed in seguito condannato a sette anni e mezzo di carcere, Zhang Rongliang ha ancora bisogno delle vostre preghiere. Porte Aperte ha parlato con sua moglie Chen.

Zhang Rongliang ha trascorso gli ultimi tre anni in una cella sovraffollata e deve scontarne ancora quattro anni e mezzo. All’inizio, Chen non aveva il permesso di visitare suo marito in carcere e, per un certo periodo, si è dovuta addirittura nascondere. Attualmente solo i loro due figli sono latitanti e la polizia la sorveglia per cercare di arrestarli.

Da settembre del 2006 ha ottenuto il permesso di vedere suo marito per trenta minuti una volta al mese. C’è sempre una guardia presente ai loro colloqui e devono gridare per riuscire a sentirsi. Almeno ora lei può sapere come sta suo marito. In venti persone occupano una cella molto piccola, senza letti e senza bagni. I prigionieri hanno il permesso di svuotare il contenitore che usano come latrina solo una volta al giorno.

All’inizio, Zhang era l’unico cristiano nella cella, ma non lo è rimasto per molto. A volte gli veniva concesso di leggere la sua Bibbia e Zhang ne approfittava per evangelizzare. Ben presto Zhang fu nominato capo della cella, questo gli consentiva di visitarne altre.

In breve tempo Zhang ha visto fiorire la prima chiesa: una cinquantina di membri in diverse celle. Uno di questi nuovi convertiti era in attesa della pena capitale. In una lettera inviata alla madre, fra l’altro le ha scritto: “… credi anche tu nel Signore Gesù io ti aspetterò in paradiso”.

Zhang ha persino battezzato questi prigionieri e celebra la Santa Cena con loro, a base di succo d’uva contrabbandato e focaccine.

Le ultime notizie di lui evidenziano la sua salute precaria e il suo ricovero nell’infermeria della prigione. Soffre di diabete, reumatismi e pressione alta.

da: Porte Aperte, 153 – Novembre-Dicembre 2007 pag. 11

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cina, Cristianesimo, Detenuti cristiani, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

3 Responses to CINA: Il pastore Zhang Rongliang è in cattive condizioni di salute

  1. Annamaria scrive:

    Ciao sono una ragazza evangelista italiana e sono felice che ci sono ancora persone che per il Signore si Fanno torturare ma sono contraria che vengono torturati per questo motivo… Capite cosa intendo.. Un bacio a porte aperte e al Signore

  2. vittorio scrive:

    ciao cara brava preghiamo gesù e andremo lissù.pace vittorio

  3. Fabio scrive:

    ciao sono Fabio e sono animatore del Rinnovamento Carismatico Cattolico, credo che di fronte ad una testimonianza del genere abbiamo tutti da imparare. Che Dio benedica Zhang.

I commenti sono chiusi.