Usa e Onu per biblioteca mondiale online

Un’alleanza d’eccezione per creare una biblioteca digitale universale. Con l’appoggio di Google

Nasce grazie alla Biblioteca del Congresso statunitense e all’Unesco un progetto per la digitalizzazione di testi e documenti unici o rari provenienti da tutto il mondo, che saranno quindi messi a disposizione di tutti su internet. L’iniziativa – che ha immediatamente trovato l’appoggio di Google nonché delle biblioteche nazionali di Egitto, Russia e Brasile – è stata originariamente concepita dalla Biblioteca del Congresso nel 2005, con l’intento di trasformare in bit le grandi culture del pianeta. Il che si accorda perfettamente con l’idea di Google di aprire al vasto pubblico della rete le più grandi collezioni bibliotecarie del mondo, rendendole facilmente accessibili.

CONTENUTI – Quando sarà online, la World Digital Library darà agli internauti la possibilità di consultare comodamente dal proprio computer libri e altri materiali molto importanti per il sapere globale, che diversamente non sarebbero accessibili. Non solo tomi, quindi, ma anche manoscritti, mappe, spartiti musicali, foto, stampe, pellicole e registrazioni audio. Il prototipo della piattaforma online su cui si basa il progetto prevede la possibilità di effettuare ricerche per luogo, data, argomento e istituzione. Attualmente è disponibile nelle sei lingue ufficiali delle Nazioni Unite: arabo, cinese, inglese, francese, russo, spagnolo e portoghese. Il tutto sarà offerto gratuitamente.

Fonte: Corriere.it – Alessandra Carboni – 18 ottobre 2007

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cultura, Internet, Stati Uniti e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.