Un sito web australiano compila la lista dei versetti biblici preferiti per creare un motore di ricerca rivoluzionario

Australia – Sidney – Il Top dei versetti biblici reso pubblico la scorsa settimana

Uno studio condotto da un sito web ha cercato, fra i 37 milioni di riferimenti biblici presenti sulla rete, i versetti più popolari per classificarli in ordine di popolarità al fine di utilizzare questa classifica per ottimizzare il suo motore di ricerca.

Questo Top dei versetti della Bibbia è svelato sul sito TopVerses.com. La classifica permette di trovare più facilmente e più rapidamente i versetti desiderati. Anziché cominciare la ricerca dalla Genesi, il sistema di classificazione per popolarità offre la possibilità di vedere in primo luogo i versetti più noti.

Nel Top dei versetti classificati, 87 dei primi 100 figurano nel Nuovo Testamento, il che permette di andare direttamente al posto giusto senza dover passare per l’Antico Testamento.

Lo studio ha riguardato l’insieme dei 31.101 versetti biblici, contando quante volte ogni versetto è citato sulle pagine web. Essi sono poi classificati secondo i risultati, poi per libri e capitoli, secondo lo stesso sistema.

Il versetto più popolare è certamente Giovanni 3:16, con uno score che è il doppio di quello che lo segue direttamente, Giovanni 1:1. Benché l’Evangelo di Giovanni sia il libro più popolare, esso è solo sesto nella classifica generale, con la lettera agli Efesini al primo posto. I “piccoli” libri sono talvolta meglio collocati, come Malachia che figura primo dei libri dell’Antico Testamento, di cui 5 versetti figurano nel Top 1.000.

Per spiegare meglio fino a che punto la classifica facilita la ricerca, ecco un esempio:

Voi cercate la parola “mondo” per trovare Giovanni 3:16. Senza la classificazione otterreste 96 menzioni di “mondo” prima di trovare il “mondo” di Giovanni 3:16. Con la classificazione Top versetti, Giovanni 3:16 apparirà primo, classificato secondo la sua grande popolarità.

Pastori e responsabili di chiese si pronunciano già per questo nuovo motore di ricerca, che facilita la preparazione di studi e di sermoni.

Fonte: Blogdei/TopVerses.com

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Australia, Bibbia, Cristianesimo, Cultura, Internet, Tecnologia e innovazione e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.