India – Chhattisgarh: estremisti indù picchiano il pastore Vikas Masih

Il 6 luglio, degli estremisti indù appartenenti al movimento Dharam Sena (esercito della religione) hanno picchiato il pastore indipendente Vikas Masih, gli hanno messo intorno al collo una corona di scarpe e ciabatte, poi l’hanno condotto al posto di polizia di Telibandha a Raipur. Un cameraman di una televisione locale ha filmato la scena che si svolgeva per strada alle ore tredici ed è stata trasmessa la sera. Il giorno prima, gli estremisti avevano minacciato Vikas in piena strada mentre rientrava da un incontro di preghiera. Dopo che gli aggressori l’hanno portato con la forza al posto di polizia, i poliziotti hanno fatto sì che ricevesse le prime cure; dopo è stato arrestato per aver “ferito i sentimenti religiosi”. È stato in seguito deferito alla polizia giudiziaria. Attualmente, Vikas si trova ancora in carcere. La polizia riconosce di aver anche arrestato Kishore Kothari, capo del Dharam Sena, con quattro complici; tuttavia tutti e cinque sono stati rapidamente rilasciati sotto cauzione. Kishore avrebbe fomentato diverse altre aggressioni contro i cristiani a Raipur.

Fonte: La Voix des Martyrs, 10/2007, pag. 6/CompassDirect

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Detenuti cristiani, India, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.