Corea del Nord: Un milione di nord coreani rinchiusi nei lager

Dalle nostre ricerche sembra che il numero dei nord coreani rinchiusi nei campi di concentramento superi un milione di unità. “Certi lager sono così grandi che, nelle foto prese dal satellite, sembrano dei veri e propri villaggi!” Afferma Simon, il responsabile del lavoro di Porte Aperte in Corea del Nord del quale abbiamo cambiato il nome per motivi di sicurezza. Secondo i nostri calcoli gli otto campi, nei quali il regime ha rinchiuso i prigionieri politici, contiene da 500.000 a un milione di prigionieri.

Altri centinaia di migliaia di nord coreani lavorano in altri 30 lager. In totale il numero dei reclusi di questi campi di lavoro supera il milione. Simon stima che i cristiani presenti in Corea del Nord siano almeno 200.000, ma potrebbero essere addirittura 500.000. Almeno un quarto di loro si trovano nei campi di lavoro fra i prigionieri politici, a causa della loro fede. Da questi campi raramente si esce vivi. “In Corea del Nord è vietato essere cristiano” spiega Simon ” …e chiunque viene trovato con una Bibbia viene internato con tutta la famiglia. Anche coloro che cercano di fuggire in Cina rischiano di essere rinchiusi in questi campi, ma se le autorità sospettano che questi rifugiati abbiano avuto contatto con cristiani cinesi, li torturano o li uccidono”.

Fonte: Porte Aperte Italia

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Corea del Nord, Cristianesimo, Intercessione, Persecuzione, Società e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.