India: Pressioni e minacce verso un pastore

Il 10 Giugno scorso un gruppo di circa 50 estremisti, appartenenti al Rashtriya Swayamsevak Sangh (RSS), ha fatto irruzione durante un servizio di adorazione in un locale preso in affitto da una chiesa, nella città di Sirsi. “Il pastore Paul Bellam è stato minacciato, avvertendolo che se non avesse interrotto il suo impegno Esther Rani, sua moglie, avrebbe perso il lavoro in ospedale” ha detto il Dott. Sam Paul, segretario delle pubbliche relazioni del Consiglio Cristiano Indiano (AICC). Gli assalitori hanno anche chiesto al pastore di traslocare in altra area o vi sarebbero state conseguenze non meglio specificate. “I membri dell’AICC dello stato di Karnataka stanno attualmente aiutando il Pastore Bellam ad intraprendere un’azione legale contro quella gente”, ha aggiunto Paul. Il governo dello stato di Karnataka è guidato dal partito Janata Dal-Secular (JD-S), che è in coalizione con il partito indù Bharatiya Janata Party. I Cristiani dicono che gli estremisti indù hanno intensificato le loro attività da quando il JD-S è salito al potere, nel febbraio 2006.

Fonte: IncontrareGesù.it/Porte Aperte Italia

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, India, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.