Conversione: sì a un codice di condotta

Da: Riforma.it/cec

Per l’arcivescovo di Tolosa il codice garantirà «il rispetto reciproco di coloro che praticano attivamente una religione», pur preservando «il diritto di fare conoscere la propria religione»

L’Alleanza evangelica mondiale (Aem) è pronta a unirsi al Consiglio ecumenico delle chiese (Cec) e al Vaticano per stabilire un codice di condotta che inquadrerà le attività tese a convertire persone al cristianesimo.
Il pastore Geoff Tunnicliffe, segretario generale del-l’Aem, «approva senza riserva» la partecipazione della sua organizzazione a questo processo avviato dal Cec e dal Vaticano, ha dichiarato il pastore Thomas Schirrmacher, direttore dell’Istituto internazionale per la libertà religiosa di questa stessa organizzazione. L’Aem è una associazione di organizzazioni e chiese di tutto il mondo che raggruppa circa 420 milioni di cristiani.

continua la lettura di questa notizia.

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Conversioni, Cristianesimo, Ecumenismo, Francia, Pentecostali e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.