CINA: Il pastore Cai Zhuohua è uscito dalla prigione

Il pastore Cai Zhuohua è stato liberato il 10 settembre. Le autorità lo hanno caldamente invitato a mantenere la discrezione, a non dedicarsi ad attività religiose e dovrà recarsi mensilmente all’Ufficio della Sicurezza Pubblica (PSB). E’ rientrato nella sua casa a Pechino, dove abita con la moglie e la madre. Privato della sua Bibbia da quando è stato rinchiuso nel “Campo di rieducazione attraverso il lavoro”, il pastore Cai è stato obbligato a confezionare palloni da 10 a 12 ore al giorno.
Cai Zhuohua era stato arrestato a settembre del 2004 dopo la scoperta in casa sua di migliaia di Bibbie e libri cristiani. Per questo motivo era stato condannato a tre anni di reclusione per commercio illecito. Sua moglie Xiao Yunfei e suo cognato Xiao Gaowen, erano stati condannati a pene meno lunghe.
Abbiamo appreso che Zhou Heng, un altro pastore della regione dello Xianjiang, è stato arrestato ad agosto e accusato di fatti analoghi. Zhou è stato arrestato mentre stava per consegnare un carico di 3 tonnellate di Bibbie. Ora rischia fino a 15 anni di reclusione.

Fonte: Porte Aperte Italia

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cina, Cristianesimo, Detenuti cristiani, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.