Israele: Un’associazione a difesa degli animali contro le Kaparot

Ety Altman, presidente di “Lasciate vivere gli animali” ha confidato lunedì a IsraelInfos.net di aver ottenuto l’appoggio del Rabbino Ovadia Yossef alla causa dell’associazione, che lotta in particolare contro la tradizione delle “Kaparot”. Questa antica consuetudine consiste in dei sacrifici espiatori di polli alla vigilia della festa ebraica del “Gran Perdono”, in cui migliaia di gallinacei vengono sgozzati ritualmente agli angoli delle strade, in tutte le città del paese. Il loro sangue è allora simbolicamente versato per espiare i peccati dei fedeli che si presenteranno in seguito puri davanti a Dio, nel digiuno e nella preghiera durante tutto il giorno di Kippur.

La SPA israeliana che lotta contro questa pratica fortemente radicata nella tradizione ebraica, si è rallegrata dell’appoggio inatteso del Gran rabbino sefardita Ovadia Yossef, 86 anni, che ha suggerito la sostituzione di questa consuetudine con doni di carità. Ety Altman ha anche affermato che il giorno di Kippur, “è ai polli che si dovrebbe chiedere perdono”.

Fonte: IsraelInfos.net – 18.09.2007 Numéro 307

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Consumo, Israele, Società e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.