Canada: Il velo della discordia

Le donne musulmane che indossano il velo integrale (che copre anche il viso) potranno votare alle prossime elezioni in programma in Canada senza doversi scoprire. Lo hanno deciso le autorità elettorali canadesi. Marc Maryrand, direttore generale della commissione elettorale ha difeso la sua posizione dichiarando che non c’è nulla nella legge che imponga alle donne musulmane di scoprirsi: “Penso che non spetti all’amministratore del sistema elettorale risolvere un dibattito che divide la società” ha spiegato Maryrand. I principali partiti politici hanno invano chiesto all’organismo di rivedere la sua decisione; lo stesso ha fatto il primo ministro conservatore Stephen Harper esprimendo “profondo disaccordo” e dichiarando che “il ruolo della commissione non è quello di fare le leggi, ma di applicarle”. Le prime elezioni sono previste il 17 settembre in tre circoscrizioni del Quebec: la questione del velo ha comunque suscitato un vivo dibattito nel paese e sembra non sia ancora stata chiusa.(AZ)

Fonte: Misna – 12/9/2007 2.30

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Canada, Islam, Politica, Società e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.