Eritrea: Continua la caccia ai cristiani

Nuovi arresti di cristiani la settimana scorsa in Eritrea dove la libertà religiosa si restringe sempre di più.

Domenica 19 agosto, dieci cristiani evangelici, membri della Chiesa del Pieno Evangelo sono stati arrestati mentre erano riuniti in una casa privata di Kahawata, nella periferia di Asmara, capitale dell’Eritrea. Sono stati portati al commissariato n° 2 di Asmara dove certamente sono stati torturati.

Altre dieci persone, delle donne, sono anche state incarcerate nel Centro di addestramento militare di Wia (ad est di Asmara). Lì hanno subito torture per farle rinunciare alla fede cristiana.

In questi ultimi 12 mesi, si sa che almeno tre cristiani sono morti a causa di torture subite durante la loro detenzione.

Anche la Chiesa Cattolica è presa di mira. Il 16 agosto, il governo eritreo ha ordinato alla Chiesa Cattolica di cedere le sue scuole, cliniche e orfanotrofi al Ministero dell’Assistenza sociale e del Lavoro. Quattro vescovi cattolici hanno inviato lettere di protesta al governo eritreo, lettere che per il momento rimangono senza risposta.

Fonte: Portes Ouvertes

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Cristianesimo, Detenuti cristiani, Eritrea, Intercessione, Persecuzione e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.