Si vanta della conversione? Merita la morte

Il rettore della facoltà di ricerche islamiche dell’Università Al Azhar del Cairo, Soad Saleh, ha dichiarato che Mohammed Hegazy, il cittadino egiziano convertitosi al cristianesimo nove anni fa, è un apostata e merita la morte, se si vanta pubblicamente d’aver lasciato l’Islam. Per Saleh “ciò non significa che le persone comuni sono tenute a ucciderlo, ma che questo è il dovere dello Stato e di chi fa rispettare la legge”. Il docente ha anche sottolineato che “gli apostati che non si vantano e non annunciano in pubblico la loro apostasia non sono passibili di morte”.

Fonte: Swiss TXT – 14.8.2007 16:45

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Conversioni, Cristianesimo, Egitto, Intercessione, Islam, Persecuzione. Contrassegna il permalink.