Argentina: Trovato il falso passaporto di Adolf Eichmann

Il Museo dell’Olocausto di Buenos Aires ha presentato al pubblico il falso passaporto che aveva permesso ad Adolf Eichmann di passare in Argentina nel 1950. Il documento recentemente scoperto negli archivi giudiziari di questo paese, aveva permesso all’ufficiale nazista di stabilirsi a Buenos Aires sotto il nome di Ricardo Klement, dove aveva vissuto senza essere infastidito fino al 1960, prima di essere ritrovato e rapito dal Mossad che lo trasferì in Israele. Giudicato e riconosciuto colpevole dell’organizzazione della deportazione e dello sterminio di 6 milioni di ebrei dell’Europa centrale, era stato condannato a morte e impiccato nel 1962.

Fonte: IsraelInfos – Numéro 236, 31.05.2007

Condividi

Questa voce è stata pubblicata in Argentina, Ebrei, Germania, Israele, Shoah, Storia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.